Header image
La più grande community Nudista d'Italia!
Home Amici Blog eZine Luoghi Link Regolamento Facebook Instagram
Forum de iNudisti
Forum de iNudisti

Forum de iNudisti
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]
 Tutti i Forum
 Linea diretta con le Associazioni ... e i gruppi
 Generico
 Il nudista, questo sconosciuto

Nota: Devi essere registrato per poter inserire un messaggio.
Per registrarti, clicca qui. La Registrazione è semplice e gratuita!

Larghezza finestra:
Nome Utente:
Password:
Icona Messaggio:              
             
Messaggio:

  * Il codice HTML è OFF
* Il Codice Forum è ON

Faccine
Felice [:)] Davvero Felice [:D] Caldo [8D] Imbarazzato [:I]
Goloso [:P] Diavoletto [):] Occhiolino [;)] Clown [:o)]
Occhio Nero [B)] Palla Otto [8] Infelice [:(] Compiaciuto [8)]
Scioccato [:0] Arrabbiato [:(!] Morto [xx(] Assonnato [|)]
Bacio [:X] Approvazione [^] Disapprovazione [V] Domanda [?]
Seleziona altre faccine

   Allega file
  Clicca qui per inserire la tua firma nel messaggio.
Clicca qui per sottoscrivere questa Discussione.
   

V I S U A L I Z Z A    D I S C U S S I O N E
siman Inserito il - 20/10/2015 : 12:04:16
Prendete queste parole per quello che sono: una curiosità personale priva di alcuna polemica.

In questi 5 anni passati dentro questo forum, oltre ovviamente a carissimi quanto irrinunciabili amici, ho conosciuto ed apprezzato, specialmente durante i mesi di preparazione del libro “IL SOLE E' NUDO”, moltissimi dirigenti di numerose associazioni naturiste.

Associazioni naturiste, appunto.
Chi mi conosce sa che mi ritengo un nudista pur ovviamente rispettando chi è naturista.

Incuriosito dal recente post in cui si sono, giustamente, voluti aggiornare i vari dati delle molte associazioni italiane, ho voluto documentarmi, nei vari siti (quando esistenti) proposti.

Ritenendomi appunto un nudista, ho cercato tale parola e con mia sorpresa ho notato che è quasi del tutto “sconosciuta”.

Ho diviso il tutto in tre gruppi:

ANER, UNI, UNILAZIO, UNICAMPANIA, FENAIT, ANAA–SFKK Associazione Naturista Alto Adige, 3VENAT, ANAB, ANAP

parlano esclusivamente di naturismo e la parola nudismo sembra non comparire da nessuna parte.


ANEI

Nel suo banner in home page ha la dicitura: “elenco spiagge nudiste”.
Bravi e in effetti, secondo me, il vocabolo naturista dovrebbe essere appannaggio solo per gli esseri umani. In una spiaggia, così come un prato o un monte può essere (o non essere) consentito stare nudi e non starci naturisti.

E per ultimo, quelle che citano espressamente e ben visibilmente il vocabolo:

ANITA
(...Scopo dell'associazione è diffondere l'amore per la Natura ed il nudismo, che ne costituisce un'espressione, esercitato nell'ambito delle leggi...  )

LIBURNIA TRIESTE
(Scopo dell’associazione e’ di diffondere l’amore per la natura e  il nudismo, che praticato nell'ambito delle leggi ne costituisce la vera espressione.)

Qui si parla effettivamente ed espressamente di nudismo.





Un'ultima piccola considerazione:
in moti siti è riportata la frase ormai famosa quanto quella dei telefilm polizieschi americani ( Lei ha il diritto di rimanere in silenzio. Qualsiasi cosa dirà potrà e sarà usata contro di lei ...ecc ecc)
che recita:

“Il naturismo è un modo di vivere in armonia con la natura, caratterizzato dalla pratica della nudità in comune, allo scopo di favorire il rispetto di se, degli altri e dell'ambiente”

Subito dopo la spiegazione:
"Questa definizione è stata presentata nel corso del 14° Congresso Naturista Mondiale svolto nel 1974 e ancora oggi viene utilizzata e ritenuta la definizione ufficiale del naturismo".

Chissà perché è bene specificare il numero ordinale del congresso e anche la data in cui si è svolto ma non la località.
Che strano: dopotutto si tratta sicuramente e indiscutibilmente di un... village naturiste.


30   U L T I M E    R I S P O S T E    (in alto le più recenti)
Saturn Inserito il - 18/02/2016 : 19:50:07
dingopino ha scritto:

Saturn ha scritto:

Concordo molto con Siman. Nell'800 tutta una serie di considerazioni ambientaliste erano esotiche forse più che andare a giro ignudi e quindi parlare di naturismo poteva avere un senso, ma nel XXI secolo quando (almeno a parole) siamo tutti attenti all'ambiente la prima reazione di chi sente per la prima volta la famosa definizione di naturismo è "ma io in armonia con la natura ci sto bene anche da vestito".

Riguardo alla Cultura del corpo libero, non so bene cosa evochi a un tedesco, ma qui mi evoca un culturista che si fa i muscoli senza pesi


No, per niente, non centra il culturista ma cultura come modo di essere = essere nudo e sentirsi libero.


Si, lo immaginavo, però in italiano questa definizione fa pensare alla "ginnastica a corpo libero" più che al nudismo.
dingopino Inserito il - 18/02/2016 : 17:26:23
Saturn ha scritto:

Concordo molto con Siman. Nell'800 tutta una serie di considerazioni ambientaliste erano esotiche forse più che andare a giro ignudi e quindi parlare di naturismo poteva avere un senso, ma nel XXI secolo quando (almeno a parole) siamo tutti attenti all'ambiente la prima reazione di chi sente per la prima volta la famosa definizione di naturismo è "ma io in armonia con la natura ci sto bene anche da vestito".

Riguardo alla Cultura del corpo libero, non so bene cosa evochi a un tedesco, ma qui mi evoca un culturista che si fa i muscoli senza pesi

No, per niente, non centra il culturista ma cultura come modo di essere = essere nudo e sentirsi libero.
siman Inserito il - 18/02/2016 : 15:32:46
Saturn ha scritto:


...la prima reazione di chi sente per la prima volta la famosa definizione di naturismo è "ma io in armonia con la natura ci sto bene anche da vestito".





Et voilà. Sono concordemente concordante al 100%. Grazie.

A parte il fatto che la filastrocca (non pretendiamo di chiamarla manifesto, vi prego) redatta nella Vergogna di Francia, mi è sempre apparsa una...."corazzata Potemkin alla Fantozzi".




Saturn Inserito il - 18/02/2016 : 12:18:45
Concordo molto con Siman. Nell'800 tutta una serie di considerazioni ambientaliste erano esotiche forse più che andare a giro ignudi e quindi parlare di naturismo poteva avere un senso, ma nel XXI secolo quando (almeno a parole) siamo tutti attenti all'ambiente la prima reazione di chi sente per la prima volta la famosa definizione di naturismo è "ma io in armonia con la natura ci sto bene anche da vestito".

Riguardo alla Cultura del corpo libero, non so bene cosa evochi a un tedesco, ma qui mi evoca un culturista che si fa i muscoli senza pesi
dingopino Inserito il - 17/02/2016 : 15:18:23
La differenza fra nudismo e naturismo secondo me non e una linea netto e per non entrare in discussioni innutili che deviano dal tema uso per me la parola nudista anche se amo la natura (credo che lo fanno quasi tutti) anche se provo di mangiare sano coltivo il mio orto e tratto il mio prossimo come vorrei essere trattato io ma da li a dire che uno e in perfetta armonia con la natura allora son lontano. anche perche la maggior cose dette e non dette qui faccio vestito. Non mi va andare nudo in bici in città e in inverno. Ma uso la bici e poco la macchina.
Io mi trovo comunque molto piu con la parola tedesca che parla die FKK Frei Koerper Kultur overo la cultura del corpo libero.
a_fenice Inserito il - 17/02/2016 : 06:33:48
Ragionamento pulito e perfetto. Personalmente confido che pian piano la "differenza" nei significati perda di senso e valore per la gente, ma soprattutto per noi.
e che diventiamo tutti "brave" persone, in cui il vivere nudi sia comunque contornato e abbellito dal rispetto di tutto e di tutti.
Zeno Inserito il - 17/02/2016 : 01:05:18
P.s. Ho ripetuto di seguito "idea poco pulita" non perché volessi sottolineare il concetto, ma perché a scrivere con lo smartphone mi fa casino con le righe sopra
Zeno Inserito il - 17/02/2016 : 00:59:25
Riprendo questo tread perché da poco ho iniziato e quindi da poco mi son chiesto; "Sono solo un nudista o sono un naturista?". Essendo alle prime armi, posso confermare che esiste l'idea poco pulita associata alla parola nudismo. Penso che sia abbastanza radicata nei "non addetti ai lavori" un'idea poco pulita del nudismo, per cui, professarsi naturisti per definirsi altro, può starci in un primo approccio ma dovrebbe essere superata dopo la conoscenza del fenomeno. Salvo il condizionale, rimangono i problemi per la nostra minoranza nell'interazione con il resto della società. Tra di noi si pongono le domande; siamo nudisti? Beh si ....e questa è facile. Siamo anche naturisti? Boh ..Ci dobbiamo rifare alla frase un poco vaga più volte citata!? O esistono dei punti fermi che non si può non osservare? ( es ;Tabagismo, alcool, carne, sport -forma fisica..etc). Non vorrei però delle tavole dei comandamenti, sono fortemente allergico alle religioni istituite. Fermo restando che chi lascia mozziconi di sigaretta e spazzatura varia in spiaggia o altrove più che non essere naturista, non è una persona civile!
Insomma il nudismo è palese, il naturismo è un ampio insieme dai contorni sfumati, una parola alla quale ognuno da il suo significato. Il mio è sentirmi intimamente e senza barriere parte di un tutto, che per me è più di nudismo ....dunque non so che nome usare ma va bene così! ;)
siman Inserito il - 07/11/2015 : 19:25:59
Fede ha scritto:

Io ho l'impressione che il termine naturismo sia stato coniato per smorzare il significato di nudismo.



Assolutamente si e non è solo la mia opinione ma anche quella di tutti, indistintamente, quelli che sono intervenuti (sia dandomi ragione che torto).

Il nocciolo della questione è: perché?
Di che ci si vuole vergognare?
Bla bla bla sulla gente che pensa erroneamente che i nudisti siano dei depravati e poi? Tutti naturisti? Boh.




Fede Inserito il - 07/11/2015 : 15:56:49
Io ho l'impressione che il termine naturismo sia stato coniato per smorzare il significato di nudismo.
Ognuno chiama il piacere della nudità come gli pare e come lo sente più vicino a sé.
Se dovessimo usare altre parole per definire la stessa cosa aumenterebbe la confusione e il disaccordo.
siman Inserito il - 07/11/2015 : 14:19:27
starless ha scritto:

Caro siman.
Ognuno aiuta chi vuole e come può, in totale libertà.

Non ti piace che le associazioni naturiste si definiscano tali?
Non so come aiutarti.

Io mi definisco pubblicamente naturista, quindi sono anche pubblicamente nudista.
Qualcuno si sente offeso per questo?
Non mi travesto io!
Non si travestono le associazioni!






Quello che ho apprezzato nelle tue parole è il "caro siman".
Ciò mi rende sicuro che pur avendo, su questo tema, opinioni diametralmente opposte, mi reputi sempre tuo amico e, ovviamente, la cosa è reciproca.


Per tutto il resto, ovviamente relativamente a questo tread: l'unica opinione in comune che abbiamo è che siamo entrambi sicuri che l'altro dica solo dei "quaquaraquà".

Fa nulla, visto che è appurato che quando ci incontreremo ci abbracceremo lo stesso.


starless ha scritto:

Non si travestono le associazioni!






Sai quanto mi piaccia scrivere per hobby.

Pur essendo pubblicato in una dozzina di libri di antologie collettive e (grazie a questo sito) aver un libro tutto mio oltre ad un altro paio probabilmente (auto)pubblicati entro fine d'anno...
mi ritengo uno "scribacchino" per evidenti e lapalissiani limiti di abilità.
Un mio caro amico che ha pubblicato approssimativamente come me (e ha le mie stesse -non capacità-) si ritiene, invece, uno "scrittore" a tutti gli effetti.

Ho ragione io? Ha ragione lui? E chi lo sa. Anzi, probabilmente, e sposando le tue tesi, abbiamo ragione entrambi.

L'unica cosa veramente certa e inequivocabile è che se venisse stampato un dizionario di tutti gli scrittori italiani...io non sarei sicuramente nominato mentre il mio amico, invece, NEPPURE.

Nella mia poca esperienza di vita ho imparato che non bisogna "dirsi" ma bisogna "essere".







a_fenice Inserito il - 07/11/2015 : 14:00:47
Piccola e velocissima nota. Leggi bene la mia firma in calce: da 11 mesi non sono più associato a nulla: son solo nudista e basta. Felice di esserlo, soprattutto quando le magagne di qua son pari pari di là, e quanto al rispetto, beh ci sarebbe da parlarne. Son solo questioni personali, per il resto la differenza è solo nel nome diverso. Ma non voglio polemizzare ulteriormente.
starless Inserito il - 07/11/2015 : 14:00:36
Caro siman.
Ognuno aiuta chi vuole e come può, in totale libertà.

Non ti piace che le associazioni naturiste si definiscano tali?
Non so come aiutarti.

Io mi definisco pubblicamente naturista, quindi sono anche pubblicamente nudista.
Qualcuno si sente offeso per questo?
Non mi travesto io!
Non si travestono le associazioni!


siman Inserito il - 07/11/2015 : 12:59:07
starless ha scritto:

siman ha scritto:



La mia provocazione...

Io sono un nudista, perché dovrei associarmi dandovi una mano economicamente se abiurate il mio essere associandomi, di fatto, a quegli sporcaccioni ? (che nudisti, invece, non sono)
....




Se in italia esiste una federazione con qualche migliaio di iscritti che si definiscono (con tutte le approssimazioni, le cautele, le distinzioni, .......!!!!) "naturisti", un motivo ci sarà.

Oppure vogliamo pensare che ci siano alcune migliaia di "fessacchotti" che non sanno usare il termine corretto?

Ti è stato risposto che naturismo e nudismo sono termini che hanno pari dignità!

Sarò libero di definirmi naturista?

Oppure devo chiederti il permesso?



Mai pensato a ritenerli e men che meno definirli "fessacchiotti". Non mi permetterei mai.

Sicuramente, avendo conosciuto qualcuno associato e dalle sue parole, non lo reputo e non è, un naturista.

Tu vuoi definirti naturista? Libero di farlo e se anche non lo fossi, saresti libero lo stesso.

Nessuno deve chiedere il permesso a me per alcunché. Spero tu non mi reputi idiota fino a tal punto da pretendere una cosa simile.

Allo stesso modo, però, mi sento libero di criticare, non capire e non condividere chi dice (perché lo dite tutti vero?) che vuole, si batte e si sforza di sdoganare il nudismo in Italia e non ha le palle di dire che è nudista.


starless ha scritto:

Ti faccio solamente notare che sembra che tu voglia elevare a problematica generale una tua delusione individuale.




Io non elevo proprio nulla. Ho postato questo tread e risposto a coloro che mi hanno onorato di una loro opinione.
Se poi, e invece, qui dentro bisogna camminare con la testa bassa e annuire di fronte ad istituzioni ufficiali... beh allora mi scuso e invito il webmaster a cancellare l'intero tread e già che ha la gomma in mano, farlo anche con me.

In ogni caso, posso portarti alcuni esempi di persone che entrambi riteniamo per bene, iscritte ad associazioni:
A_fenice, Mario, Maro58, Cordom, DieC79 e potrei proseguire...
...alcuni mangiano carne, altri fumano anche e tutti, penso, non si fanno problemi ad usare l'automobile ogni volta che ne hanno voglia o ad usare abiti e altro di derivazione animale.
SI VERO! AMANO STARE NUDI. Si possono definire naturisti?
Loro di naturista hanno solo lo stare nudi assieme ad altri nudi. Un po' pochetto non ti sembra?

Un naturista è un naturista punto e basta e non, come affermi sopra:
"(con tutte le approssimazioni, le cautele, le distinzioni, .......!!!!) "
Io ho due gambe, due braccia, due occhi, un collo... AZZ! "approssimativamente" sono Brad Pitt!


Poi, come pensa Xerse, a_fenice e tu stesso, si voglia chiamare una associazione naturista e non nudista perché così è sdoganabile più facilmente presso sindaci e altro...
...non ve ne faccio una colpa.
Ognuno è libero di comportarsi come crede.

Io mi sento e sono nudista e in quanto tale affermo di esserlo. Ho la coscienza a posto. Perché mai dovrei abiurare il mio status o vergognarmene?

Il nocciolo della questione è che non intendo aiutare qualcuno che si traveste da qualcos'altro perché si vergogna a dire che è come me. Tutto qui.






starless Inserito il - 07/11/2015 : 12:46:58
siman ha scritto:



La mia provocazione...

Io sono un nudista, perché dovrei associarmi dandovi una mano economicamente se abiurate il mio essere associandomi, di fatto, a quegli sporcaccioni ? (che nudisti, invece, non sono)
....


Caro Siman, non ho ora il tempo per rispondere in modo completo a tutta la tua teorizzazione sin dall'inizio di questo blog.

Ma ti prometto che lo farò quanto prima.

Ti faccio solamente notare che sembra che tu voglia elevare a problematica generale una tua delusione individuale.

Il termine nudismo significa qualcosa!

Il termine naturismo significa qualcos'altro!

Se in italia esiste una federazione con qualche migliaio di iscritti che si definiscono (con tutte le approssimazioni, le cautele, le distinzioni, .......!!!!) "naturisti", un motivo ci sarà.

Oppure vogliamo pensare che ci siano alcune migliaia di "fessacchotti" che non sanno usare il termine corretto?

Ti è stato risposto che naturismo e nudismo sono termini che hanno pari dignità!

Sarò libero di definirmi naturista?

Oppure devo chiederti il permesso?
siman Inserito il - 07/11/2015 : 12:31:31
xerse ha scritto:

Vi do la mia visione (personale).

Personalmente star nudo mi diverte, ma ciò che mi fa star bene nell'anima, che mi toglie i pensieri e mi ricarica è star nudo all'aperto, sentire la natura a contatto col mi corpo.

Di contro non sono un purista, vegano o altro.

Questo non vuol dire che i nudisti cerchino sesso e non siano bave persone, ma solo evidenzia l'uso deformato del termine nudismo.

Dal punto di vista del marketing e del cercare di allontanare l'associazione tra nudità e sesso, usare un termine che non sia così tanto sporcato da certe persone e utilizzi, è a mio avviso un modo per farsi ascoltare.





Esatto Xerse e la tua ultima frase è un po' quello che pensiamo un po' tutti.

La mia provocazione...
a cui, peraltro, pochissimi "addetti ai lavori" (leggi: coinvolti in prima persona nelle Associazioni) hanno voluto dare il proprio parere...
è proprio questa:
Voi (associazioni/federazione) non propagandate la libertà al nudismo (quello vero, quello tuo) perché (tranne due siti web) nei vostri siti web, omettete con giri di parole di scrivere tale parola quasi sia una bestemmia.

Io sono un nudista! E fiero di esserlo. Perché mai dovrei associarmi dandovi una mano economicamente, se abiurate il mio essere associandomi, di fatto, a degli sporcaccioni ? (che i nudisti, invece, non sono)

Se si vuole far comprendere che nudismo non è porcheggiare qui e là, definitevi nudisti. Abbiate il coraggio di dichiararvi tali senza nascondervi dietro un "naturismo" che non vi rappresenta (perché non li siete).

Se, invece, vi ritenete veri naturisti allora fate i naturisti per davvero invece che quattro cazzate sul rispetto della natura spruzzate qui e là. Sennò siete voi, alla fin fine, quelli che si spacciano per altri.


P.S. Convengo che stare nudi all'aperto dia molto più appagamento;
e che dire di quando si fa un bagno in mare completamente nudi?
Se non si è in mezzo alla natura in quei momenti....
Ma questo è essere nudisti non naturisti.

I naturisti son ben altra cosa e il loro essere nudi è solo un piccolo aspetto di tutta la loro filosofia mentre, a leggere certi siti, pare sia solo l'aspetto principale.



xerse Inserito il - 06/11/2015 : 23:54:25
Mamma mia che casino ragazzi! Difficile davvero leggere con calma tutto.

Vi do la mia visione (personale). Ci sono due aspetti, l'uno è legato al modo effettivo in cui si sta nudi, l'altro al rapporto mediatico.

Personalmente star nudo mi diverte, ma ciò che mi fa star bene nell'anima, che mi toglie i pensieri e mi ricarica è star nudo all'aperto, sentire la natura a contatto col mi corpo. Star nudo i sauna o a casa è divertente, ma non ha lo stesso effetto. Di contro non sono un purista, vegano o altro. Quando ho iniziato ad affacciarmi in questo mondo, ho notato molte più persone che cercavano sesso (in modo esplicito al pari di siti di incontri) fra quelle che si definiscono nudisti che non fra quelle che si definivano naturiste.

Questo non vuol dire che i nudisti cerchino sesso e non siano bave persone, ma solo evidenzia l'uso deformato del termine nudismo.

Dal punto di vista del marketing e del cercare di allontanare l'associazione tra nudità e sesso, usare un termine che non sia così tanto sporcato da certe persone e utilizzi, è a mio avviso un modo per farsi ascoltare.

a_fenice Inserito il - 01/11/2015 : 21:40:03
Ci stanno più serpenti striscianti a due gambe, che non quelli veri. E quelli striscianti, per quanto non "belli", mordono solo se attaccati, quelli a due gambe invece, a volte bellissimi, celestiali, ti danno certi morsi è così velenosi che non ti salvi.
luca42 Inserito il - 01/11/2015 : 21:00:21
Io mi ritengo un nudista, cerco di non calpestare le aiuole, di non buttare cartacce per terra e amo gli animali, non tutti, ma questo lo ritengo buona e civile educazione al di la' di essere naturisti, se esserlo vuol dire anche rispettare gli animali striscianti (vedi serpenti) allora no, non lo sono eh eh eh
a_fenice Inserito il - 25/10/2015 : 16:04:07
Mi soffermo solo su una tua frase: Questa "percezione", se così si può definire, diversa tra i due termini mi sembra più una cosa ristretta agli "addetti ai lavori".

Siman è un asociale d'eccellenza (in senso associativo), e ama puntare il dito su questa cosa. Qualcosa vorrà dire, no?
A marzo , se non sbaglio il mese, sai bene cos'è successo in ambito mediatico.
Sinceramente amo chi usa indifferentemente i due termini, non antitetici, ma odio chi li usa per creare barriere, e purtroppo non solo "dentro casa".
Ogni volta mi sembra di rivivere la storia di assonatura di un paio di anni fa, dove dichiarava (è ancora leggibile nel loro sito) che gli associati naturisti non sapevano trombare, cosa che aveva lo scopo di denigrare gli associati fenait, dimenticando, e lo dissi di persona a Davide, ma non intende, che anche i suoi sono associati naturisti, quindi in soldoni ha offeso e attaccato chiunque, fenait o conait, sia un associato.

Qui è la stessa. Parlare di naturismo ci sta, farlo mettendo paletti e denigrando i nudisti (mi rivolgo a chi lo fa), denigra se stesso, perché un naturista è per prima cosa un nudista. Se così non fosse, sarebbe (storia vecchia) un ecologista, un vegano, un ambientalista … e così via dicendo.

E mi fa male perché colpendo i nudisti colpisce anche me e tutti quelli come me.
Nudomark Inserito il - 25/10/2015 : 13:49:36
Doveroso precisare, il mio intervento tra il serio e l'ironico (ma assolutamente nel senso buono) è originato dal fatto che anch'io spesso uso i due termini senza grossa distinzione e questo non mi crea problemi.
Ma devo essere sincero, forse sono io particolarmente fortunato, quando parlo di nudo/naturismo con persone che non mi conoscono e che inizialmente non sanno, nessuno ha mai percepito distinzione tra i due termini. Nello specifico nessun ha mai evidenziato negatività nella cosa, al massimo la domanda più ricorrente è stata: ma non ti imbarazzi a star nudo? Mai nessuno ha posto l'argomento sesso nella discussione. Forse perché solitamente li anticipo io spiegando che il sesso è parte di tutti noi ma che esula dal tema nudo naturismo.
Cito a testimonianza un incontro con sindaci e assessori al turismo del lago di Como in cui l'argomento "trasgressione" non è mai stato accennato e si è solo parlato di possibili luoghi adatti e interessanti per noi in queste località. Tutti poi erano ben consapevoli di quanto avviene all'estero e mi chiedevano quali fossero le difficoltà che incontriamo in Italia a diffondere con favore il nostro modo di vivere. Spesso ho invece incontrato resistenze dall'interno...
Ripeto forse sono fortunato io ma non vivo in Olanda. Questa "percezione", se così si può definire, diversa tra i due termini mi sembra più una cosa ristretta agli "addetti ai lavori".
Però dobbiamo essere proprio noi, secondo le possibilità di ognuno i divulgatori...
Spesso io dico: prima di giudicare o sparare a zero conosciamo, ascoltiamo...così cerco di fare io ma desidero che facciano quelli che interagiscono con me su questo argomento.
Così ho sempre cercato di fare quando da presidente dicevo che passavo le vacanze nel luogo preferito da Hervè ...ogni volta ho spiegato le mie ragioni ai detrattori(che sono state ben espresse da Max nel suo resoconto) - accettazione di tutti, libertà , incontro di diverse realtà europee, nudità, mancanza di ogni tipo di giudizio su chiunque ecc. - e sono stato capito quasi sempre, superando i pregiudizi spesso di persone che non conscono e si basano su giudizi di altri...


P.S. approfitto di questo post per rendere noto che mi sono cancellato dalla sezione amici di questo sito così come da FB e da altri gruppi perché non ho più il tempo materiale di seguire tutto sia per poter seguire le incombenze della associazione sia per i ben noti problemi personali...non ci sono altre motivazioni!
a_fenice Inserito il - 25/10/2015 : 12:56:58
Aggiungo una postilla doverosa. Quanto detto sopra riguarda solo alcune persone e alcune istituzioni. Marco è sopra le righe, tanto che viene appunto, come da lui raccontato, ripreso.
A quando il sentirti dire: non devi più andare in quel luogo di Vergogna? (Ps, uno dei mille motivi, non il principale, per cui ho rinunciato. Io sono io, chi mi vuole mi prende come sono, compromessi ne faccio solo per cose minimali)
siman Inserito il - 25/10/2015 : 12:42:18
a_fenice ha scritto:

Perché fiumi di parole Marco?
Forse perché quando parli di te stesso, e io non son di quelli che non lo dicono nemmeno in confessionale, da fastidio, tanto, vedere che se dici che sei naturista ti guardano con invidia, se dici che sei nudista, ti guardano con sospetto se non con disprezzo, e la prima cosa che ti chiedono poi è: ma ti dà gusto trombare chiunque sotto gli occhi di tutti?
Solo per dirne una!!!
Poi spiego, dico e racconto, ma mi sembra di essere alle elementari dove devo scusarmi per un qualcosa che non ho fatto.
Mi sembra più che bastante come motivo. Come diceva la grande Tina Pica: "ma dov'è il problema?" Lei rispondeva "la gente!!"


Ovviamente concordo.

Ecco il punto Nudomark: ci lamentiamo che la "gente" pensi male dei nudisti e anche (son parole tue) che moltissimi nudisti non dicano neanche in confessionale di esserlo e poi...
...i nudisti "coraggiosi" come te e molti altri, fanno parte di associazioni naturiste ergo: si dicono naturisti e non, invece, nudisti.
Questo è il non senso.


a_fenice Inserito il - 25/10/2015 : 07:07:50
Perché fiumi di parole Marco?
Forse perché quando parli di te stesso, e io non son di quelli che non lo dicono nemmeno in confessionale, da fastidio, tanto, vedere che se dici che sei naturista ti guardano con invidia, se dici che sei nudista, ti guardano con sospetto se non con disprezzo, e la prima cosa che ti chiedono poi è: ma ti dà gusto trombare chiunque sotto gli occhi di tutti?
Solo per dirne una!!!
Poi spiego, dico e racconto, ma mi sembra di essere alle elementari dove devo scusarmi per un qualcosa che non ho fatto.
Mi sembra più che bastante come motivo. Come diceva la grande Tina Pica: "ma dov'è il problema?" Lei rispondeva "la gente!!"
siman Inserito il - 25/10/2015 : 02:02:39
Oh beh.... confidenza x confidenza, io mi definisco diversamente intelligente ma non mi fila nessuno lo stesso.

Tornando in tema:appena nasce un'associazione nudista, mi iscrivo.


Nudomark Inserito il - 25/10/2015 : 01:59:09
Pensa che io nella vita mi definisco diversamente vestito...
siman Inserito il - 25/10/2015 : 01:53:00
Ma si hai ragione.
Dopotutto i netturbini sono diventati operatori ecologici, i sordi non udenti, gli impotenti... boh: diversamente ingroppanti?
Non vedo il perché dei nudisti non possano dirsi, anche se non lo sono, dei naturisti.

Però, il primo cui piace stare nudo (dentro o fuori la natura) che non gliene frega nulla di ammazzare gli animali, o fuma, o ha tatuaggi ecc ecc
posso dirgli che è un impostore? Con o senza fiumi di parole ovviamente.

Nudomark Inserito il - 25/10/2015 : 01:30:30
Senza polemica ma mi tornano in mente i Jalisse... "fiumi di parole" cantavano...
Non capisco il fine di tutto questo discorso. Propongo il termine "non vestiti" in sostituzione di tutto il resto. Problema risolto?
Se organizzo una serata in piscina dirò serata nudista...se invece si va al Guvano sará una giornata naturista o no? Ma è davvero una cosa così importante?
Diciamo che è più importante che riceva suggerimenti di modificare la mia foto "non adatta" al ruolo che ricopro...da persone nudo/naturiste. Insomma comparire nudo qui e su fb è sconveniente...capite quanto è inutile disquisire di termini se poi ricevo questi consigli? A che serve pensare a realizzare filmati a favore...o partecipare a fiere ecc.se poi il 90% dei nudonaturisti non lo dice manco in confessionale...discutiamo di questo che è quello che conta di più. Perchè in un giorno alla reception di un noto campeggio in Francia, alla mia richiesta agli italiani in arrivo di perchè per entrare facessero la tessera francese, la risposta era...perchè nessuno lo sa e preferisco così. "Tutto il resto è noia..."cantava il grande Califfo! per restare in tema musicale...
a_fenice Inserito il - 24/10/2015 : 23:40:18
hai datto ancora cose giuste. Ma il nocciolo del problema, per cosi dire, a mio parere, non è il termine che uno vuole usare. Ormai, nel mondo moderno, dove tutti rifuggono tutto, appiccicarsi un'etichetta, se a parole è rifuggito, in pratica è molto ricercato, e successivamente difeso.
Parlando per me, frega una cippa se l'associazionismo vuol definirsi naturista. Credo sia scorretto, perchè il naturismo tale e quale non esiste più. Diciamo che si sia ammodernato, e che alla luce degli occhi delle masse appare più vero. Bene, che lo usassero, senza problemi. Sarebbe quantomeno assurdo che uno si mette a contestare che la sinistra non è più sinistra, che la destra non è più destra, che un ambientalista non è tale, che un.... etc etc.

Credo vorrei, almeno da parte mia, che ci fosse il riconoscimento di un dato di fatto. Il naturismo fa parte del nudismo, e dare addosso o parlare male dei nudisti:
A- fa il gioco degli avversari
B- (ripeto) è darsi la zappa sui piedi.

Anche perchè, come andiamo su internet, guarda caso il 90 % del porno di un certo tipo è catalogato come naturista e non nudista. FKK soprattutto nei paesi germanici sappiamo benissimo per cosa è usato.

Insomma, abbiamo da combattere una battaglia senza fine e senza confini verso tutti i detrattori, verso chi usa impunemente e inappropiatamente i due termini per spacciare altro, e sarebbe insomma auspicabile che almeno tra noi ci fosse unità d'intenti e di parole, ognuno nelle sue etichette.
Perchè dico questo, come realizzarlo?
Semplice: quando si parla nei siti, in ambito pubblico, bastrebbe alternare i due termini per far capire che sono similari, entrambi stanno nudi, e uno tiene in modo particolare a certi aspetti naturali e di rapporto, diciamo quasi una legge di fondo.
Quando si da la propria versione ai mass media, quando i giornalisti parlano di noi tutti, ribattiamo uniti che chi sta nudo per exibit o sesso, non è ne nudista ne naturista, e non, come ahimè è capitato di leggere, che i naturisti son quelli sani, e i nudisti i malati. Ne avrei da raccontare sui alcuni naturisti.... tanto da riempire una Treccani...
Il marcio stà ovunque, cominciando dagli scanni di chi è posto a governare, dalla politica alla religione, non saliamo sugli altari da soli, non mi pare il caso.
a_fenice Inserito il - 24/10/2015 : 19:18:16
Per questo qui approdano in tanti, perché di base siamo nudisti e basta.
Poi da buoni nudisti accogliamo tutti, tutti i generi di nudismo, tranne uno. Quello proprio come sito non ci interessa, e chi lo ama, non viene condannato, ma pregato di farlo altrove o per i cacchi suoi. (Non condannato finché non coinvolge tutti in chiacchiere malevole)
Purtroppo non tutti hanno capito bene questa distinzione, tanti dopo un po' abbandonano: io spero sempre sia la parte malata d non quella buona.
E ripurtroppo si, molla anche qualcuno di buono, con mille motivazioni diverse.
Dispiace ma pazienza: è la concretizzazione della favola del padre, del figlio e dell'asino; non si può accontentare tutti.

Forum de iNudisti © 2006 / 2019 iNudisti Torna all'inizio della Pagina
Snitz Forums 2000