Header image
La più grande community Nudista d'Italia!
Forum de iNudisti
Forum de iNudisti

Forum de iNudisti
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]
 Tutti i Forum
 Racconti e Opinioni
 Cazzeggio
 Truffe legali (o quasi)

Nota: Devi essere registrato per poter inserire un messaggio.
Per registrarti, clicca qui. La Registrazione è semplice e gratuita!

Larghezza finestra:
Nome Utente:
Password:
Icona Messaggio:              
             
Messaggio:

  * Il codice HTML è OFF
* Il Codice Forum è ON

Faccine
Felice [:)] Davvero Felice [:D] Caldo [8D] Imbarazzato [:I]
Goloso [:P] Diavoletto [):] Occhiolino [;)] Clown [:o)]
Occhio Nero [B)] Palla Otto [8] Infelice [:(] Compiaciuto [8)]
Scioccato [:0] Arrabbiato [:(!] Morto [xx(] Assonnato [|)]
Bacio [:X] Approvazione [^] Disapprovazione [V] Domanda [?]
Seleziona altre faccine

   Allega file
  Clicca qui per inserire la tua firma nel messaggio.
Clicca qui per sottoscrivere questa Discussione.
   

V I S U A L I Z Z A    D I S C U S S I O N E
ConteMax Inserito il - 21/09/2017 : 10:39:09
Enel Energia mercato libero.

Mi sembrava impossibile avere bollette così care nonostante i led e l'attenzione massima ai consumi. Ieri finalmente trovo un po' di tempo e mi metto a controllare. Scopro che ho tre "abbonamenti" per assistenza al clima (che non ho nemmeno), alla caldaia (per la quale ho già un contratto assistenza) e per l'impianto (cosa significa non so). Totale 49,94 euro al mese.
Chiaramente non ho mai richiesto tali servizi aggiuntivi e non trovo nemmeno il contratto pur avendo tutti gli altri ordinatamente archiviati. Ne chiedo copia per verificare ma ancora nessun cenno da Enel.
Il numero verde mi dice che non è possibile recedere. Richiamo pensando si tratti di un errore dell'operatore ma anche questo mi conferma che non si può recedere. Decido allora di cambiare immediatamente fornitore. Chiamo, fornisco i dati ma quando comunico il POD mi dicono che son bloccato e non posso migrare! Si tratta di mercato libero, non è possibile bloccarmi. Richiamo Enel e mi dicono che assolutamente non sono bloccato. Ripprovo con altro fornitore e col POD mi conferma che non posso migrare.

Mi sono rivolto all'unione consumatori, vedremo come va a finire.
Certo che se la firma è falsa......a coso di pendermi l'Avv. Bongiorno (quella che ha difeso Andreotti per capirci)ma vado fino in fondo con Enel.

mi chiedo per l'ennesima volta: ma perchè dobbiamo passare gran parte della nostra vita costantemente in difesa?

Sono incazzatissimo soprattutto perchè quest'estate ho sofferto il caldo per non consumare, lavoro con la lampada da tavolo, ho speso una follia di lampade a led......per nulla!!! Il costo dell'energia era irrisorio (circa 40 euro), son i 100 euro a bolletta dei servizi inutili a buttare su l'importo!!
30   U L T I M E    R I S P O S T E    (in alto le più recenti)
a_fenice Inserito il - 21/10/2017 : 22:49:46
in questi giorni ho trovato un simpatico personaggio, che ha esposto ogni singolo costo e variabile riguardante il problema energia elettrica

intanto come primo punto è la certezza che, salvo ulteriori proroghe, tutto è rimandato a fine giugno 2018.

Poi segue l'analisi dei costi, e le due componenti su cui le compagnie giocano l'attrattiva dei clienti.

Gli sconti riguardano quasi esclusivamente la componente energia (5 cent, 6 cent), cioè la parte minore della bolletta.

Sugli altri costi c'è variabilità. Ma siamo sempre entro il 30 % scarso dell'intera bolletta.

Dove arriva la fregatura?
1° il costo fissato per 12/24 mesi. Su nessuna compagnia risulta chiaro che succede dopo. Lo dice lui e ho vrificato pure io. Non si sa che prezzo sarà applicato dopo. Inoltre, quelli che han già passato l'anno, si son ritrovati costi delle fasce ridotte a circa 6 cents, mentre sulla fascia di punta si arriva a tariffe si 16 cent (10 in più di ogni regolamento e tariffa).

2° il più feroce: i costi dei servizi aggiuntivi obbligatori, tipo assistenza, carte sconti etc.
Vi serve l'elettricista perhè una volta nella vita vi va in corto qualcosa? Ci pensiamo noi!!! Costo? Pochissimo, circa 7/8€ mese di contratto di assistenza. 96 € l'anno.
SI arriva a proposte di 20 € mese per servizi di domotica e simili.
Voglio dire, voglio la casa domotica, un interruttore che accende a comando pezzo a zpezzo la casa? Potreste chimare un elettricista, montare gli impianti, e pagarli.... UNA TANTUM.
No, ci pensa la compagnia. Leggendo 20/mese vine la voglia, che sono 20 euro? Peccato che i medesimi siano per sempre, nemmeno a tempo, tipo quando prendi un telefonino col contratto telefonico, che paghi 24/30 mesi, che serve per tenere legati i clienti.
Qui monti l'impianto, e lo paghi A VITA.

Più vado avanti, più scopro inganni.

Ad oggi forse conviene sentire le compagnie più piccole, quelle che vendono anche gas, e che non offrono nulla in aggiunta.

Fede Inserito il - 21/10/2017 : 21:34:28
Sembra che tra poco inizieranno le sostituzioni dei contatori per la fornitura elettrica. P
Volevo avvisarvi che il cambio del contatore non è obbligatorio ma facoltativo.
Ad ogni modo il costo del cambio del contatore viene ascritto Al titolare dell'utenza elettrica. Quindi pensateci bene prima di farlo cambiare anche se è di recente sostituzione.
Fede Inserito il - 12/10/2017 : 14:57:02
Poi ci lamentiamo delle leggi sul nudismo! Ma avete visto che casino per le cose di tutti i giorni?
ConteMax Inserito il - 10/10/2017 : 15:17:19
Si beh.....mi vien da ridere.
"non si può chiedere un sovrapprezzo per determinati metodi di pagamento. Multate alcune società......soddisfazione vero?
Beh....da qualche giorno altre hanno aumentato i "costi di gestione" e fanno lo sconto a chi paga con addebito....

Non ci si sente un po' presi per il q.lo? Signor Antitrust.....ce la facciamo?
ionudista Inserito il - 10/10/2017 : 14:12:03
http://quifinanza.it/soldi/bollette-luce-e-gas-con-sovrapprezzo-multe-per-900mila-euro-antitrust/
mizioeanto Inserito il - 29/09/2017 : 16:42:58
ConteMax ha scritto:
se arriva una linea nuova andiamo dai carabinieri.

Io ci andrei subito, in via cautelativa.
O al limite una lettera di diffida.
ConteMax Inserito il - 29/09/2017 : 13:59:35
Infatti, è l'unica spiegazione al fatto che vogliano solamente una richiesta via fax.

Ieri sera comunque ho chiamato ed hanno ricevuto il fax. Mi ha detto che mi avrebbe mandato copia del contratto entro dieci minuti. Quanti 10 minuti ci sono da ieri alle 18 ad ora???

P.S. Mi ha appena chiamato mia moglie. Tim la chiama in negozio per avvertirla che la settimana prossima le avrebbero attivato la linea.

Moglie: "quale linea"
Tim: "quella che ha chiesto"
Mogle: "io non ho chiesto nulla"
Tim: "impossibile"
Moglie: "saprò se ho chiesto una linea"
Tim: "ha firmato"
Moglie: "non ho firmato proprio nulla e non è passato nessuno"
Tim: "impossibile"
Moglie: "voglio una copia del contratto"
Tim: "le passo l'interno addetto.
Tu Tu Tu Tu Tu Tu Tu Tu Tu

Questo per 40 minuti ed almeno 5 volte.
se arriva una linea nuova andiamo dai carabinieri.
siman Inserito il - 28/09/2017 : 17:38:22
ConteMax ha scritto:

Comunque, dopo 10 giorni dal fax che ho mandato, Enel ancora non mi a ca......risposto.





Non vorrei essere pessimista ma...
i fax non hanno valore legale come, invece, le raccomandate A.R.

ConteMax Inserito il - 28/09/2017 : 17:06:01
Comunque, dopo 10 giorni dal fax che ho mandato, Enel ancora non mi a ca......risposto.

pieros_it Inserito il - 26/09/2017 : 19:39:24
siman ha scritto:
Quanto alla difficoltà di domiciliare le bollette......scusa ma che banca hai? La Cassa di risparmio di Uppega e Montefiascone?





infatti....anzi, per dirla tutta le banche premono per farti domiciliare le utenze, perché più movimentiamo i conti e piu loro ci guadagnano....
ghiro Inserito il - 26/09/2017 : 17:36:24
Nominativi mirati possono valere anche 10 euro ....
Fede Inserito il - 26/09/2017 : 16:59:24
Le tessere servono per la profilazione dell'utente. Cioè i dati degli acquisti e degli interessi dell'utente hanno un valore pubblicitario, che viene acquistato dalle aziende che fanno pubblicità. È più conveniente mandare messaggi pubblicitari ben mirati alle esigenze del consumatore.
ConteMax Inserito il - 26/09/2017 : 14:36:07
Mi hanno proposto in azieda un sistema per cui, registro i miei clienti (consenzienti, di norma ma ormai tutto è lecito) e gli regalo una tessera con la quale hanno diritto a sconti in vari esercizi convenzionati. Ogni cliente che registro, ho un guadagno. Ogni acquisto che fanno con la tessera da me regalata, ho un guadagno percentuale.
Allora mi son chiesto:
-Io non pago nulla alla "casa madre" ma anzi guadagno ogni tessera
-Il mio cliente non paga nulla ma anzi ha gli sconti
-Gli esercizi convenzionati non pagano nulla e fanno solo gli sconti (fittizi perchè si sarebbe fatto comunque lo sconto anche senza tessera).
Ma allora da dove "nascono" i soldi?

Ho fatto una breve e semplice ricerca e risolto il quesito; ci sono agenzie che pagano profumatamente i dati che gli si forniscono, con tanto di firma (quella obbligatoria di cui parla anton2016b).

Quello che mi chiedo è: cosa ne faranno di tutti quei nominativi? ......mah......non si sa!
ionudista Inserito il - 26/09/2017 : 14:12:36
1. Offerte telefoniche assillanti.
Bene l'iscrizione al registro delle opposizioni, fattibile nelle modalità sopra esposte da Fenice.
In più: se non ci serve comparire sull'elenco telefonico delle Pagine Bianche e di altri editori che pubblicano elenchi telefonici anche in rete, facciamo richiesta (con TIM - Telecom è possibile, mi auguro anche con altri) di non essere pubblicati.
Fatte queste due cose, nel giro di pochi mesi vedrete scemare le telefonate per offerte commerciali ad una a settimana e meno, presumibilmente arriveranno solo da chi è già vostro fornitore e ha archiviato il vostro numero.

2. Energia nel mercato libero.
Di solito non conviene. Invece il "servizio di maggior tutela" (tutela del prezzo dalle oscillazioni di mercato) ovvero la vecchia bolletta ENEL, è di solito più conveniente del mercato libero, perché ha tre fasce orarie F1, F2, F3, sabato e domenica, e 19.00 - 7.00 si paga meno, e questo ha un senso perché sono orari in cui l'industria e grosse attività si fermano, quindi c'è meno richiesta e si armonizza il prelievo di energia. Le piccole nuove aziende del mercato libero non le conosco. La fregatura si nasconde nei costi fissi, di rete e di gestione etc..., anche se mettete gli efficienti e validi LED, che comunque sono i più convenienti come luci. Salvo poi scoprire che quei costi di gestione, di rete etc... li usano per scornarsi l'una con l'altra in battaglie di marketing e call center, altro che diminuzione del costo per l'utente grazie alla concorrenza.
Speriamo che in parlamento ci sia qualcuno che ha ancora voglia di fare queste battaglie per servizi nazionali a portata di famiglia, perché i privati nel mercato libero si stanno rivelando peggio degli squali, non vi dico se cercate di fare passaggi vi massacrano.
http://tariffe.segugio.it/news-tariffe/00015497-abolizione-del-servizio-di-maggior-tutela-le-prime-reazioni.aspx
Il servizio di maggior tutela non è detto che venga abolito, e in ogni caso sarà sostituito da un (probabilmente equivalente) "servizio di salvaguardia" gestito dal servizio elettrico nazionale.
Non facciamoci fare fessi.
siman Inserito il - 26/09/2017 : 12:09:16
a_fenice ha scritto:




Ma vediamo un altro piccolo particolare (già accennato sopra): per la nuova compagnia farsi mandare le letture elettroniche dei contatori ha un costo, evidentemente elevato. Ciò significa che se non mandate le autoletture, questi vanno a fattura di acconto e poi conguaglio, non è molto chiaro se poi pagate entro i rispettivi limiti di soglia di tariffa (chissà perche se io compro pane o benzina vado a chili, se compro acqua o energia compro a scaglioni, con aumenti esponenziali del prezzo della stessa cosa, una cosa che ancora nessuno ha sauto spiegarmi). Inoltre è difficilissimo depositare in banca le varie bollette, quindi: costo della chiamata, costo del bollettino..... quanta energia ci pago alla fine dei conti?

Poi c'è un'altra chicca che gira: la tariffa a blocchi.






Boh, non ci ho capito molto.

Dalle mie parti è già un bel po' che non si fanno le autoletture in quanto il gestore le legge direttamente dal contatore elettronico via rete elettrica.

Quanto agli scaglioni...non è meglio optare per la tariffa bioraria? La sera e nei festivi e prefestivi (quando di solito si consuma di più) si paga meno.

Quanto alla difficoltà di domiciliare le bollette......scusa ma che banca hai? La Cassa di risparmio di Uppega e Montefiascone?



a_fenice Inserito il - 25/09/2017 : 21:39:56
una piccola nota su questa storia del mercato libero dell0energia elettrica...due conti che nessuno fa, ovviamente.


Uscire da Enel ed entrare in un operatore diverso sembra semplice, ma non provatevi a ricambiare.... o peggio a tornare indietro, vi aspetta una sovrattassa per cambio contratto di oltre 300 €, che diviso per il costo energia (le tasse son fisse, qundi non si calcolano) significa qualcosa tipo 3750 kilowatt di energia buttati al vento per il cambio. E siccome la maggior parte delle famiglie italiane, consuma in media 1800 kw/anno, significa che i consumi di ben due anni vanno a farsi fottere.

Ma vediamo un altro piccolo particolare (già accennato sopra): per la nuova compagnia farsi mandare le letture elettroniche dei contatori ha un costo, evidentemente elevato. Ciò significa che se non mandate le autoletture, questi vanno a fattura di acconto e poi conguaglio, non è molto chiaro se poi pagate entro i rispettivi limiti di soglia di tariffa (chissà perche se io compro pane o benzina vado a chili, se compro acqua o energia compro a scaglioni, con aumenti esponenziali del prezzo della stessa cosa, una cosa che ancora nessuno ha sauto spiegarmi). Inoltre è difficilissimo depositare in banca le varie bollette, quindi: costo della chiamata, costo del bollettino..... quanta energia ci pago alla fine dei conti?

Poi c'è un'altra chicca che gira: la tariffa a blocchi. Cioè io stabilisco quanto consumo, e mi prendo lo scaglione che immagino mi rappresenti. Tipo i blocchi dei gestori telefonici.
Ora, se è vero che coi telefoni uno riesca a vedere quanto chiama mediamente in un mese, e stabilire il consumo più adeguato, perchè ovviamente avrà la stessa frequenza di chiamate sia in inverno che in estate, provate a ragionare sull'energia, elettrica o gas che sia.
D'inverno ho più luci accese, il riscaldamento, più televisione. D'estate la corrente è solo di un pc, due lampadine se veglio fino a tardi, e il gas di un patto di pasta e una doccia. Passare ad esempio dai 10 mq di gas estivo ai 4/500 invernali è abbastanza facile.
Ma lo scalgione da poter scegliere è uno solo.
Ora, nella telefonia io faccio un contratto leggermente superiore al mio consumo, e ci rientro con le spese, anche perchè una chiamata a tariffa piena è mediamente di 40 €c a minuto.
Con gas e luce a blocchi..... se risparmio, mi perdo il risparmio...nessun tipo di recupero, ed è ovvio.
Che succede quando arriva l'inverno e supero? Vi auguro di non saperlo mai.......


Ma di fronte a queste megatruffe autorizzate, e per cui occorrerebbe un mega contabile per capire bene dove muoversi, c'è un mercato che si sta specializzando, e che promette bene, che è quello delle piccole compagnie locali, che senza esagerazioni, stanno proponendo cose abbastanza interessanti.

Come ha ben evidenziato Fede, meglio non farsi prendere dalla fretta, anche perchè certe fregature tra poco saranno sotto gli occhi di tutti, e un po di onestà dovrebbe venir fuori, a meno che..... non riescono a fare cartello anche in questa cosa.



Fede Inserito il - 25/09/2017 : 14:52:40
La telefonata che si sta moltiplicando in tutta l'Italia è arrivata anche a chi scrive questo articolo. Sospetta, da subito, e quindi da bloccare. Subito. Cosa sta succedendo a rendere più scomode le giornate della gente già presa fra incombenze e contrattempi quotidiani? Sta succedendo che veniamo censiti come consumatori, intesi come futuro parco buoi da disputare fra i prossimi gestori elettrici. Cioè, diranno i più? Sarebbe a dire che fra breve il mercato di maggior tutela dell'Enel non esisterà più. E che gli operatori telefonici che si occupano di dare, più o meno truffaldini, la caccia ai possibili nuovi clienti, sono scatenati. Un numero fra tutti, in particolare, è particolarmente molesto e bisogna stare attenti. Questo: 0292806148. Spieghiamo cosa accade e perché "blindarsi" subito da telefonate del genere.

La proposta farlocca


Dal numero come quello sopracitato, e da altri con numerazione simile, arrivano telefonate a tutte le ore del giorno e della sera. Quando si risponde, la tiritera è sempre la stessa. C'è una voce, spesso femminile, che parte dando per scontato che il mercato dell'energia di maggior tutela finirà a gennaio. Naturalmente è falso, ma molti consumatori non lo sanno e siccome siamo già a fine settembre l'importante è mettere fretta a chi è dall'altra parte del telefono. L'operatore, che parte diretto con la sua offerta, senza presentarsi e identificarsi con un numero, né specificare da dove sta chiamando (sono obbligati, per legge) dice che la maggiore tutela sta per scadere, che da gennaio del 2018 tutti i consumatori dovranno passare al mercato elettrico di libera concorrenza, e che bisogna decidere subito se restare o meno con l'attuale gestore o se accettare la loro proposta commerciale. Non c'è niente di vero, e molto di sospetto e di molesto in questa pioggia di telefonate. Da cui è possibile difendersi.

Ne riparliamo ne 2019
La verità è che non c'è nessuna fine del mercato di maggior tutela delle tariffe elettriche (bloccate dall'Autorità di Garanzia, dunque, e non lasciate alle fluttuazioni di prezzo del libero mercato). Non al momento, il termine è stato prorogato fino al luglio del 2019, c'è dunque tutto il tempo per decidere a quale gestore passare e quale tariffa scegliere. Perciò le telefonate sospette, fatte da operatori che non si identificano, vanno troncate, i numeri possono essere bloccati (farlo dal proprio smartphone è molto semplice) ed è possibile denunciare tali pratiche scorrette alle associazioni dei consumatori già allertate e sul piede di guerra. Ma che succede quando la maggiore tutela non esisterà più? Qual è la giusta decisione da prendere?

Come funziona la maggior tutela e cosa valutare prima del passaggio
In poche parole, il mercato di maggior tutela (che vale per l'energia elettrica come pure per il gas) vede tariffe decise per un periodo di tempo dall'Authority dell'Energia che "blocca" i costi, a tutela dei consumatori. Le forniture di Enel e altre società che agiscono nel settore, vengono rimesse all'asta a cadenza trimestrale così che l'Authority stabilisca le nuove tariffe. Questo non vuol necessariamente dire che non esistano tariffe alternative libere altrettanto vantaggiose, se non di più. Con il libero mercato è il singolo fornitore (Enel, ma anche Acea e Sorgenia, tra gli esempi che si possono fare) che propone il suo piano tariffario e aspetta la scelta del cliente e la firma sul contratto. Secondo le direttive europee recepite dal governo italiano, l'apertura al libero mercato dovrebbe, per effetto della concorrenza, dare maggiore comodità e ricchezza di offerte e tariffe si consumatori. Vedremo se sarà così. Nel frattempo, il mercato di maggiore tutela è una miniera d'oro che comprende i due terzi degli italiani. Chiaro che faccia gola, ed ecco perché le telefonate sospette si moltiplicano. Non fa nulla se ciascuno di noi nell'immediato mette giù il telefono o fa capire che non intende accettare nuovi piani tariffari.

Vogliono sapere che quel numero appartiene a te
Quelle chiamate hanno soprattutto il compito di "censirci", cioè capire se tutti i numeri in lista sono effettivamente attivi. Perché anche i vari call center sanno di avere quasi due anni di tempo per darci la caccia. Per concludere, come valutare, quando a luglio del 2019 sarà obbligatorio passare al libero mercato, qual è la tariffa di luce e gas che fa per noi? Non c'è una risposta unica, dipende dai consumi medi che ciascuno può valutare dalle proprie bollette, dalle forniture scelte e dalle proprie esigenze. ll ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda, anche di recente ha ribadito che il governo vigilerà perché i colossi del settore (Enel in primis) non "droghino" il mercato a loro favore stritolando la concorrenza, e che i nuovi fornitori non facciano il bello e il cattivo tempo con le bollette recapitate agli italiani. Anche qui, vedremo. Nel frattempo, stop alle telefonate truffa e prendersi questi due anni di tempo per capire nel 2019 quale gestore e tariffa di energia elettrica e gas saranno i più convenienti per la nostra famiglia o impresa. Qui una guida per saperne di più.
velalibera Inserito il - 25/09/2017 : 13:30:45
Messaggio di ConteMax

Enel Energia mercato libero.

....

mi chiedo per l'ennesima volta: ma perchè dobbiamo passare gran parte della nostra vita costantemente in difesa?

...


Semplice: perché non ti decidi di passare all'attacco.
Io l'ho fatto.

PRO:
- divertente
- proficuo
- passa la paura di scontrarsi


CONTRO
- Impegna del tempo ma quando passa la paura diventa un gioco
- Gli "interventi" aumentano: si è percepiti come degli stronzi.

Passa all'attacco...è divertente
Fede Inserito il - 23/09/2017 : 10:59:24
Questo ce la racconta lunga su quanto conta il cittadino nella società attuale!
Questo paese non è tanto diverso dal tempo dei promessi sposi alle prese con Don Rodrigo e azzeccagarbugli!
maurobuio Inserito il - 23/09/2017 : 06:12:25
a_fenice ha scritto:

si chiama Registo delle opposizioni, http://www.registrodelleopposizioni.it/ a cui si può accedere direttamente o tramite operatore telefonico.



nella trasmissione di MI MANDA RAI 3 hanno parlato anche di questo, ma sembra che, non cambi nulla.
pieros_it Inserito il - 23/09/2017 : 05:21:39
siman ha scritto:

Forse anzi sicuramente sono O.T. ma per evitare i call center (uso il cell anche per rispondere alle chiamate del fisso tramite trasferimento di chiamata) mi è bastato scaricare un'app gratuita.
Si chiama "dovrei rispondere?".
Ad ogni chiamata appare un simbolo verde se è ok, oppure un simbolo rosso assieme alla dicitura call center o chiamata fastidiosa, indagine di mer ato, chiamata silenziosa ecc ec .
Così basta chiudere la chiamata (anche se dopo 5 squilli ci pensa la app stessa a fare click).


uso anche io una app di questo tipo, è oltre ad avvistati del tipo di call-center che ti sta chiamando ti permette anche di bloccare i numeri e così non hai neanche il fastidio del telefono che squilla
siman Inserito il - 22/09/2017 : 22:33:38
Forse anzi sicuramente sono O.T. ma per evitare i call center (uso il cell anche per rispondere alle chiamate del fisso tramite trasferimento di chiamata) mi è bastato scaricare un'app gratuita.
Si chiama "dovrei rispondere?".
Ad ogni chiamata appare un simbolo verde se è ok, oppure un simbolo rosso assieme alla dicitura call center o chiamata fastidiosa, indagine di mer ato, chiamata silenziosa ecc ec .
Così basta chiudere la chiamata (anche se dopo 5 squilli ci pensa la app stessa a fare click).
a_fenice Inserito il - 22/09/2017 : 21:49:54
Anton2016b ha scritto:

Sarà una mia sensazione, ma da quando un pò di anni fà ( per qualsiasi cosa che comperi o fai) abbiamo iniziato a firmare fogli sulla privacy / trattamento dati sensibili, apriti cielo....da quel momento ha iniziato a suonare il telefono fisso ( e sovente anche cellulare) , dove ti propongono qualsiasi cosa ..contratti telefonici...gas/energia....investimenti e sondaggi....di TUTTO....

Per sentito dire so che si puo registrare a qualche sito dove blocchi il tuo nominativo per eventuali contatti di marketing etc...ma da lì in poi non devi più dare il consenso al trattamento dati sensibili...ma come si fà?...dalla banca a qualsiasi cosa ti fanno firmare ...addirittura certi siti di acquisti o servizi on line se non dai accetto non ti lascia portare a termine la procedura....

Consiglio un paio di mutandoni di lamiera anti proiettilia già dimenticavo siamo nudisti ecco perchè riescono ad "infilzarci"

Buona giornata


si chiama Registo delle opposizioni, http://www.registrodelleopposizioni.it/ a cui si può accedere direttamente o tramite operatore telefonico.

Ogni operatore può fornire l'elenco dei propri iscritti per scopi commerciali a qualunque agenzia pubblicitaria lo richieda.
Se non si vogliono più rotture, ti registi, o ti fai registrare, e (in verità dopo qualche mese) non ti disturberà più nessuno.
Il tuo nome scomparirà però anche dagli elenchi pubblic degli abbonati, quindi se vuoi farti conoscere, poi dovrai essere te a dare il tuo numero con forme diverse.
Cioè, se per caso sei un'impresa, se riservi il tuo numero, addio pagine gialle o chiunque altro ti fa pubblicità diretta o indiretta, via carta, web etc.

In vero molte agenzie fanno le furbe, e continuano a utilizzare elenchi vecchi, o visto che li pagano, non li aggiornano.

Io ho dovuto minacciare di denuncia più di una agenzia, alias call center, di violare le legge suddetta.

Alla fine ho trovato un sistema più rapido (anche perchè me lo posso permettere): ho staccato il telefono fisso, e sto attaccato solo col modem per internet. Hai voglia a chiamarmi!!!! Uso solo cell, che do alle persone che mi interessano e basta.
maurobuio Inserito il - 22/09/2017 : 18:58:12
Stamattina nel programma di MI MANDA RAI 3, hanno parlato di contratti truffaldini sulla telefonia.
Anton2016b Inserito il - 22/09/2017 : 16:11:46
Sarà una mia sensazione, ma da quando un pò di anni fà ( per qualsiasi cosa che comperi o fai) abbiamo iniziato a firmare fogli sulla privacy / trattamento dati sensibili, apriti cielo....da quel momento ha iniziato a suonare il telefono fisso ( e sovente anche cellulare) , dove ti propongono qualsiasi cosa ..contratti telefonici...gas/energia....investimenti e sondaggi....di TUTTO....

Per sentito dire so che si puo registrare a qualche sito dove blocchi il tuo nominativo per eventuali contatti di marketing etc...ma da lì in poi non devi più dare il consenso al trattamento dati sensibili...ma come si fà?...dalla banca a qualsiasi cosa ti fanno firmare ...addirittura certi siti di acquisti o servizi on line se non dai accetto non ti lascia portare a termine la procedura....

Consiglio un paio di mutandoni di lamiera anti proiettilia già dimenticavo siamo nudisti ecco perchè riescono ad "infilzarci"

Buona giornata
maurobuio Inserito il - 22/09/2017 : 04:29:38
Purtroppo nella maggior parte dei casi corrisponde alla verità.
a_fenice Inserito il - 21/09/2017 : 23:01:45

Un prete, sentendosi vicino alla sua morte in un ospedale, chiede al medico di chiamare un deputato e un senatore.
In pochi minuti arrivano i due.
Il prete chiede loro di sedersi su entrambi i lati del letto. Il prete li prende per mano e rimane in silenzio.
Il deputato e il senatore erano molto commossi, ma allo stesso tempo si sentivano molto importanti per essere stati chiamati da un sacerdote al momento della sua morte.
In tale angoscia, il senatore chiede:
"Perché hai chiesto di averci al tuo fianco?"
Il prete fece uno sforzo e disse:
"Gesù è morto in mezzo a due ladroni , vorrei morire anch'io allo stesso modo

maurobuio Inserito il - 21/09/2017 : 20:56:31
Viviamo in un mondo di M....,
Poi ogni giorno in TV vediamo i nostri politici che ridono e scherzano sulle disgrazie di noi comuni mortali,mentre noi ci dobbiamo difendere da tutto e tutti.
Ovviamente chi ha le possibilità, gli altri si attaccano....
a_fenice Inserito il - 21/09/2017 : 19:30:13
mi han proposto più volte enel energia, e ho sempre detto di no. Il telefono poi l'ho staccato proprio, cosi non mi arriva nessuna richiesta di adesione.

Il brutto del giochetto infame è che in giro dicono che a breve finirà il mercato protetto, quindi nel caos ci finiremo tutti a forza.
un esempio. Milioni spesi per l'autolettura col contatore, e nel mercato libero se vuoi quella paghi un botto, se no devi ricordarti di dare autolettura, che col nuovo contatore è un gioco da.... ingegneri elettronici.

Comincio a pensare che bisogna far scorta di vaselina, prima che finisca anche quella.....




elcholo_ Inserito il - 21/09/2017 : 14:26:04
E' una lotta continua, cercano tutti di mettertelo in....tasca! Fai bene a rivolgerti all'Associazione Consumatori! e comunque sono tutti così, specie gli operatori della telefonia... contratti da 10.00 euro diventano unilateralmente da 11.50 e ovviamente ogni 28 giorni e non ogni mese... per no parlare degli spam che ti si attaccano e ti consumano il credito; a quel punto chiedi il blocco totale di tutti gli spam ma ormai hai già buttato un po' di soldini...non potrebbero farlo di default e poi se uno vuole servizi in più da il suo consenso e paga?. Furti autorizzati.

Forum de iNudisti © 2006 / 2015 iNudisti Torna all'inizio della Pagina
Snitz Forums 2000