Header image
La più grande community Nudista d'Italia!
Home Amici Blog eZine Luoghi Link Regolamento Facebook Instagram
Forum de iNudisti
Forum de iNudisti

Forum de iNudisti
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]
 Tutti i Forum
 Linea diretta con le Associazioni ... e i gruppi
 ANITA - Associazione Naturista Italiana
 NUDISTI DENUNCIATI - CERCASI TESTIMONI

Nota: Devi essere registrato per poter inserire un messaggio.
Per registrarti, clicca qui. La Registrazione è semplice e gratuita!

Larghezza finestra:
Nome Utente:
Password:
Icona Messaggio:              
             
Messaggio:

  * Il codice HTML è OFF
* Il Codice Forum è ON

Faccine
Felice [:)] Davvero Felice [:D] Caldo [8D] Imbarazzato [:I]
Goloso [:P] Diavoletto [):] Occhiolino [;)] Clown [:o)]
Occhio Nero [B)] Palla Otto [8] Infelice [:(] Compiaciuto [8)]
Scioccato [:0] Arrabbiato [:(!] Morto [xx(] Assonnato [|)]
Bacio [:X] Approvazione [^] Disapprovazione [V] Domanda [?]
Seleziona altre faccine

   Allega file
  Clicca qui per inserire la tua firma nel messaggio.
Clicca qui per sottoscrivere questa Discussione.
   

V I S U A L I Z Z A    D I S C U S S I O N E
ANITA Inserito il - 17/03/2018 : 07:55:32




NUDISTI DENUNCIATI - CERCASI TESTIMONI



A.N.ITA. sta sostenendo il ricorso di due amici naturisti che, la scorsa estate, si sono visti elevare una sanzione di €.3.333,00 per il semplice motivo che prendevano il sole nudi sulla spiaggia di Marina di Bibbona, storicamente frequentata da Naturisti. Come associazione abbiamo già fornito all'avvocato che difende i due malcapitati un ricco dossier di documenti che testimoniano la notorietà della spiaggia Naturista. Stiamo ora raccogliendo disponibilità di persone pronte a testimoniare, davanti al Giudice di Pace, se convocati, raccontando la propria frequentazione di quella spiaggia. Oggi non possiamo dire quando sarà fissata l'udienza, sicuramente sarà in un giorno feriale, a Cecina (LI) e chi sarà convocato dovrà obbligatoriamente presentarsi davanti al Giudice.

Per cercare di avere una sentenza favorevole al Movimento Naturista chiedo ai Naturisti che frequentano o hanno frequentato la spiaggia "Fossa Camilla", tra Marina di Bibbona e Castagneto Carducci, di inviarmi entro il 20 marzo 2018 la propria disponibilità a testimoniare, indicando nome, cognome, residenza, contatto telefonico, e-mail. L'idea dell'avvocato è portare una decina di testimoni, meglio se provenienti da diverse zone d'Italia. A.N.ITA rimborserà le spese di viaggio alle persone chiamate a testimoniare. Inviate le disponibilità con i dati richiesti e una breve descrizione (max 15 righe) della vostra esperienza sulla spiaggia di "Fossa Camilla" a: presidente@naturismoanita.it

Ricordo infine che il fondo di solidarietà "ne abbiamo piene le... sentenze", è sempre aperto a nuove sottoscrizioni. Per saperne di più: http://naturismoanita.it/nudo-news/121-fondo-di-solidarieta-naturista-ne-abbiamo-piene-le-sentenze

Grazie sin da ora per il vostro sostegno a questa strategica vertenza. Saluti a tutti.

Giampietro Tentori
Presidente A.N.ITA.

30   U L T I M E    R I S P O S T E    (in alto le più recenti)
a_fenice Inserito il - 11/09/2019 : 22:19:36
Eroe ha scritto:

Fiden ha scritto:

Io in tribunale per questioni legate al naturismo sono andato cinque volte con diverse udienze. Sono sempre stato assolto e sono contento d'averlo fatto altrimenti mi sarei vergognato di me stesso perchè ero convinto d'aver ragione. E lasio perdere le numerose denunce senza proseguo.

Se per te il naturismo è l'ideale fondamentale della tua vita hai sicuramente fatto bene.
Per me è come fare una passeggiata nei boschi cosa che mi piace tanto ma di ci posso fare a meno se devo passare parte della mia vita nei tribunali. Se almeno l'andare al tribunale fornisse una pietra miliare e una indicazione trasmessa a comuni e forze dell'ordine andarci una volta avrebbe un senso ma andarci ogni tanto così quasi come passatempo o collezione da mostrare agli amici mi sembra soltanto inutile.
è purtroppo questo il nodo del discorso che fidenzio non comprende.
In Italia le sentenze non fanno giurispudenza, come ad esempio negli Stati Uniti D'America.

Ogni causa è fine a se stessa, ogni processo riguarda solo i termini del contendere in quell'occasione, e raramente suscita riflessioni generali. La prova ne è lo stesso Fidenzio, più volte portato in tribunale praticamente per gli stessi motivi, e quasi negli stessi luoghi. Ogni volta assolto, ma ogni volta nessun riferimento al precedente processo ne ne è scaturito un permesso o riconoscimento qualsiasi.
Ne frangente sei in mezzo ad una causa penale, che se va bene durerà anni, e nel frattempo ti scattano diversi divieti. MI raccontava anni fa un amico del veneto, che faceva il rappresentante, che durante il periodo di causa, gli è stato imposto il divieto di espatrio e di porto d'armi. Paccato che rappresentava ditta di gioielli.
La sua fortuna è stata di avere un padrone che ha condiviso il probema, e l'ha aiutato faceodnolo muovere solo in italia e con cataloghi fotografati. Ma ha perso per cinque anni la possibilità di far carriera etc etc.

Ok affrontiamo un processo, ma che cambia? Veniamo assolti, ma difficilmente il divieto scompare.
Solo nel caso di Vizzola venne riconosciuto che le motivazioni erano sballate e incostituzionali davvero. 5000 € di causa, e il comune prima ha dovuto ritirare la vecchia oridnanza delibera o che cacchio era, poi ne ha fatto un'altra parlando di prostituzione e sesso orgiastico, e al solito gli agenti poi non ti denunciano perchè sei senza mutande, ma perchè stavi facendo altro. Oltre al danno la beffa.

Rilevare al comune una presupposa incostituzionalità inoltre è poco convincente: ricordiamo che la cassazione si è espressa, se non perdo il conto, ben 4 volte sul nudismo, dicendo ogni volta il contrario della precendete, e che comunque al solito non fa giurispudenza, ma solo indirizzo generico, e risponde con obbligo alla sola causa in corso.

Eroe Inserito il - 11/09/2019 : 16:12:51
Fiden ha scritto:

Io in tribunale per questioni legate al naturismo sono andato cinque volte con diverse udienze. Sono sempre stato assolto e sono contento d'averlo fatto altrimenti mi sarei vergognato di me stesso perchè ero convinto d'aver ragione. E lasio perdere le numerose denunce senza proseguo.

Se per te il naturismo è l'ideale fondamentale della tua vita hai sicuramente fatto bene.
Per me è come fare una passeggiata nei boschi cosa che mi piace tanto ma di ci posso fare a meno se devo passare parte della mia vita nei tribunali. Se almeno l'andare al tribunale fornisse una pietra miliare e una indicazione trasmessa a comuni e forze dell'ordine andarci una volta avrebbe un senso ma andarci ogni tanto così quasi come passatempo o collezione da mostrare agli amici mi sembra soltanto inutile.
maurobuio Inserito il - 11/09/2019 : 14:35:48
Fiden ha scritto:

Io in tribunale per questioni legate al naturismo sono andato cinque volte con diverse udienze. Sono sempre stato assolto e sono contento d'averlo fatto altrimenti mi sarei vergognato di me stesso perchè ero convinto d'aver ragione. E lasio perdere le numerose denunce senza proseguo.

OT:
Speriamo che mi vada bene pure a me,
Oggi arrivata lettera di licenziamento........
Fiden Inserito il - 11/09/2019 : 13:51:30
Io in tribunale per questioni legate al naturismo sono andato cinque volte con diverse udienze. Sono sempre stato assolto e sono contento d'averlo fatto altrimenti mi sarei vergognato di me stesso perchè ero convinto d'aver ragione. E lasio perdere le numerose denunce senza proseguo.
ConteMax Inserito il - 11/09/2019 : 11:10:30
maurobuio ha scritto:

[quote]
Ciao Fiden,non tutti se la sentono di portare avanti una causa, è quello che stà succedendo ai miei colleghi che stanno perdendo il lavoro assieme a me, io la porterò in tribunale, costi quello che costi, altri hanno già mollato tutto, andare in tribunale non è una passeggiata.........


Verissimo. Tra l'altro, in Italia non v'è MAI certezza della ragione e se perdi, hai talmente tanto da pagare che rimpiangerai a vita d'averci provato. Ne so qualcosa.......ahimè.
maurobuio Inserito il - 11/09/2019 : 08:00:06
Fiden ha scritto:

Dingopino se non hai capito ti dico che io penso che le associazioni e la Fenait dovrebbero in accordo con il parere di un avvocato se ritiene l'ordinanza sindacale anticostituzionale , innanzitutto cercare qualche naturista colpito anche con l'aiuto della stampa. Poi chiedere al Prefetto n'incontro ritenendo anticostituzionale l’ordinanza sindacale e chiedendo d’intervenire con l’amministrazione comunale. Successivamente vedendo quali sono i risultati si prenderanno. Se necessita, altre iniziative.
Se non fai nulla sei sicuro che per fare naturismo andrai qualche giono lontano da casa o torni tessile come Maurobuio

Ciao Fiden,non tutti se la sentono di portare avanti una causa, è quello che stà succedendo ai miei colleghi che stanno perdendo il lavoro assieme a me, io la porterò in tribunale, costi quello che costi, altri hanno già mollato tutto, andare in tribunale non è una passeggiata.........
Eroe Inserito il - 10/09/2019 : 22:45:04
Fiden ha scritto:

Dingopino se non hai capito ti dico che io penso che le associazioni e la Fenait dovrebbero in accordo con il parere di un avvocato se ritiene l'ordinanza sindacale anticostituzionale , innanzitutto cercare qualche naturista colpito anche con l'aiuto della stampa. Poi chiedere al Prefetto n'incontro ritenendo anticostituzionale l’ordinanza sindacale e chiedendo d’intervenire con l’amministrazione comunale. Successivamente vedendo quali sono i risultati si prenderanno. Se necessita, altre iniziative.
Se non fai nulla sei sicuro che per fare naturismo andrai qualche giono lontano da casa o torni tessile come Maurobuio

Ma perché non gli prepari il programma di lavoro, che secondo te devono fare, e glielo spedisci con raccomandata oltre che a pubblicarlo sul loro sito e sui gruppi social della FENAIT?
Fiden Inserito il - 10/09/2019 : 22:38:14
Dingopino se non hai capito ti dico che io penso che le associazioni e la Fenait dovrebbero in accordo con il parere di un avvocato se ritiene l'ordinanza sindacale anticostituzionale , innanzitutto cercare qualche naturista colpito anche con l'aiuto della stampa. Poi chiedere al Prefetto n'incontro ritenendo anticostituzionale l’ordinanza sindacale e chiedendo d’intervenire con l’amministrazione comunale. Successivamente vedendo quali sono i risultati si prenderanno. Se necessita, altre iniziative.
Se non fai nulla sei sicuro che per fare naturismo andrai qualche giono lontano da casa o torni tessile come Maurobuio
dingopino Inserito il - 10/09/2019 : 22:14:29
Fiden ha scritto:

Dingopino penso che non hai letto più su con attenzione.
A feagire alla sanzione spetta il colpito ed il movimento naturista dovrebbe affiancarlo.
Io ho reagito alle denunce od alle segnalazioni delle forze dell'ordine una decina di volte dal 1979 al 2018 ed ho sempre vinto: la forza pubblica molte volte sbaglia ma poi il giudice decide.
Se non reagivo certamente quel po' di spazio libero di cui possono contare i naturisti in Italia ritengo che non ci sarebbe perchè il Conducator e, non solo lui, non li voleva.

Allora non capisco cosa voi dalle associazioni
Anche loro possono solo aiutare uno che fa opposizione giusto
maurobuio Inserito il - 10/09/2019 : 21:03:47

spiagge si,
spiagge no, ormai è diventata una telenovella.
per fortuna sono tornato a fare il Tessile
al massimo mi daranno una multa per divieto di sosta
Andrea vi Inserito il - 10/09/2019 : 20:42:12
pure le fake news adesso pur di andare contro le associazioni
Fiden Inserito il - 10/09/2019 : 16:33:17
Ancora denunce a Torri del Benaco
L'Arena di oggi riporta che a Brancolino,a sud del centro storico di Torri, al confine con Garda nella zona preferita dai nudisti, un blitz dei vigili ha pizzicato otto persone che lungo alcune spiagge praticavano il naturismo.
Il movimento naturista continuerà a fregarsene o penserà a qualche iniziativa in difesa del naturismo?
Fiden Inserito il - 10/09/2019 : 16:29:36
Ancora denunce a Torri del Benaco
L'Arena di oggi riporta che a Brancolino,a sud del centro storico di Torri, al confine con Garda nella zona preferita dai nudisti, un blitz dei vigili ha pizzicato otto persone che lungo alcune spiagge praticavano il naturismo.
Il movimento naturista continuerà a fregarsene o penserà a qualche iniziativa in difesa del naturismo?
Fiden Inserito il - 21/08/2019 : 10:46:51
Dingopino penso che non hai letto più su con attenzione.
A feagire alla sanzione spetta il colpito ed il movimento naturista dovrebbe affiancarlo.
Io ho reagito alle denunce od alle segnalazioni delle forze dell'ordine una decina di volte dal 1979 al 2018 ed ho sempre vinto: la forza pubblica molte volte sbaglia ma poi il giudice decide.
Se non reagivo certamente quel po' di spazio libero di cui possono contare i naturisti in Italia ritengo che non ci sarebbe perchè il Conducator e, non solo lui, non li voleva.
dingopino Inserito il - 20/08/2019 : 23:48:01
Fiden fai un esposto visto che sei sicuro almeno ci fai vedere che spagliano noi a non fidarsi di fiden
Fiden Inserito il - 20/08/2019 : 18:32:32
anche te a Fenice sei più tosto di un ceppo d’acacia.
a_fenice Inserito il - 20/08/2019 : 15:04:42
Sei più tosto di un ceppo d’acacia.
Ormai te l’ho ripetuto 100 volte, ma te fai come i politici, ci girano intorno e non rispondi, parli senza dati certi, quindi smetto di sprecare tempo e spazio, come già stanno facendo tutti gli altri.
Ciao


Fiden Inserito il - 20/08/2019 : 10:58:15
a_fenice ha scritto:


Te dici che queste ordinanze sono illegali, tutte. Possibile non ci sia un prefetto che se ne sia accorto? Tutti ciechi?



Io dico in base, ritengo,ad alcuni fatti, che questo tipo d’ordinanza sia illegale perché lo dice pure la sentenza della Corte costituzionale n° 115 del 2011 ( a parte Cinelli nel 2009) e certamente c’è
stato qualcuno che se né accorto .
Il Prefetto non c’entra nulla è spetta a chi viene sanzionato difendersi. Il sindaco che fa applicare una vecchia ’ordinanza antinaturista , ritengo, che non rischiando in proprio la faccia applicare ugualmente .
Questo è il mio pensiero ed un movimento naturista vero dovrebbe , allo scopo di difendere i diritti dei naturisti, sentire un legale di fiducia in merito ed eventualmente agire.

Io non ho astio per nessuno: dico solo e lo ripeto che da cinquant’anni il movimento naturista italiano , guardando i fatti , ha fatto ben poco per difendere i diritti dei naturisti.
a_fenice Inserito il - 19/08/2019 : 19:54:05
Vedi, ricominci col “dovrebbero”.
Anche io direi volentieri “governo padri, ci affossi di tasse, voglio più stipendio, più servizi, meno tasse”, e mille altre menate simili. Però se sono il primo che andando da qualcuno, prestatore d’opera in genere, e non mi faccio dare scontrino o ricevuta, evadiamo in due e poi non posso pretendere che chi ci governa (male di qualunque colore) possa poi far miracoli anche avesse voglia di governare bene.
Certo non sei te quello a cui va rivolta una critica del genere, essendo sempre sul piede di guerra è molto attento al mondo nudista.
Però, a queste federazioni associazioni gente di volontà una mano possiamo dargliela.
Te dici che queste ordinanze sono illegali, tutte. Possibile non ci sia un prefetto che se ne sia accorto? Tutti ciechi?
Ammettiamolo pure, ma ripeto, prima troviamola, poi chiediamo un consulto avvocatizio, o mandiamola alla federazione associazione ponendo in evidenza il nodo del contendere, poi se nessuno fa nulla, allora sì che possiamo discutere sulla volontà di fare qualcosa.
Con ciò non voglio difendere nessuno, anzi, se te ne dici una, io avrei da dirne parecchie, ma ogni battaglia va combattuta con decenza e prove alla mano.
Te hai invece questo astio atavico che ti porta ad accusare di inefficenza prima ancora di sapere se c’è materia da combattere, basandosi solo su dei presupposti.
Se poi ti dicono che rompi le palle e basta, non è mancanza di rispetto, ma dirti, dopo mille lamentele, smetti che sei tu che, senza prove, senza dati di fatto, stai mancando di rispetto.
Comincia col primo passo, poi vediamo gli altri. Non gridare al lupo al lupo senza lupi, che alla fine vieni mangiato.

Fiden Inserito il - 19/08/2019 : 12:22:43
Io sono convinto che quel tipo d'ordinanza sia illegale e che quindi non ha nessun valore la data in cui è stata ermessa.
Però se nessuno ricorre essa viene applicata per far contento qualcuno.
Un po' come se io ti rubo il portafoglio quando t'incontro se tu non fai denuncia io te lo rubo tutte le volte che t'incontro.
Per le ordinanze di Torri del Benaco e di altri comuni, ribadisco che dovrebbe (ho detto dovrebbe) esprimere un parere il movimento naturistae (non ho dato scadenze) fare chiarezza verso gli iscritti e naturisti in generale.
Ricordo che io esprimo le mie convinzioni guardando i fatti che ritengo debbano aver importanza facendo critiche costruttive. Vedp però che alcuni le ritengono offese e per me sbagliano e penso che loro non accettano la critica: comportamento che a me (dico a me) non considero rispettoso.
maurobuio Inserito il - 19/08/2019 : 07:34:42
a_fenice ha scritto:

Di certo so che in nessun luogo di Garda c’è una qualsiasi possibilità.



aggiungerei anche che, la costa viene pattugliata di continuo.....
sopratutto per questo motivo......
poi mettiamoci anche i pattugliatori TESSILI, turisti o della zona.......
a_fenice Inserito il - 18/08/2019 : 22:41:28
L’ordinanza potrebbe essere stata rinnovata, il giornalista potrebbe aver aggiunto di suo, anche “facendolo dire” al sindaco.

Non sei un novellino, prima di iniziare qualsiasi discorso bisognerebbe avere le carte in mano, aver sentito in merito un legale, e poi protestare, arrivare finanche al TAR.

Detta per sentito dire, può essere anche vero, ma può essere tuffa o tutta un’altra cosa, e ci abbiamo buttato due pagine di forum sul nulla o sul non certo.
Io sono andato sul sito del comune, impossibile trovare qualcosa.
Di certo so che in nessun luogo di Garda c’è una qualsiasi possibilità. E la legge sul naturiamo Veneto da ragione a tutti loro e non certo a noi.

Quello che non vorrei, è avere dei j’accuse, senza aver prove certe sull’accaduto. Succede già sui giornali, di continuo, di leggere stronzate spacciate per vere, oggi chiamate fake news. Al di là di tutti i discorsi successivi di chi debba occuparsene o meno.


Fiden Inserito il - 18/08/2019 : 21:34:11
A fenice non possiedo la copia dell’ordinanza del comune di Torri del Benaco ma nei link che riporta la natuzia da me allegati si dice chiaramente anche per bocca del sindaco di Torri del Benaco che i naturisti avrebbero violato l’ordinanza del 2006 che vieta di stare nudi.
Ti ricordo che nel blog Mondo Nudo Emanuele Cinelli riporta quanto scrisse nel luglio 2009 su Manerba e non solo nel suo sito:

“Il Sindaco (diverso da quello attuale, ma alla fine le cose non sono cambiate) ad emanare una sua specifica Ordinanza (preciso che tale tipo di Ordinanza, l’Ordinanza del Sindaco, può essere emessa solo per situazioni particolarmente gravi e urgenti che non avendo preciso riscontro nelle correnti leggi non possono essere altrimenti gestite, cosa che appare dubbia per la questione in ballo alla Rocca) .

Affermazioni sull’ordinanza di quel tipo che pure io ho fatto più volte.
a_fenice Inserito il - 18/08/2019 : 15:23:18
Ma te hai il testo di quella ordinanza? E sei sicuro che non sia stata rinnovata?


Fiden Inserito il - 18/08/2019 : 14:47:43
Andrea vi ha scritto:

della questione in cd non ne abbiamo parlato ma posso comunque fare alcune considerazioni a titolo personale:
1 non abbiamo idea di chi siano i multati e non abbiamo l'intelligence per scoprirlo
2 nessuno dei multati ci ha chiesto aiuto per cui deduco che nessuno abbia intenzione di fare ricorso
3 non essendo spiaggia storicamente e notoriamente frequentata da nudisti l'unica difesa possibile sarebbe quella dell'assenza di cartelli che rendono nota l'ordinanza di divieto,cosa di non grande utilità visto che un precedente positivo c'è già ottenuto da JPM a Manerba,fra l'altro per quello che ne so la multa è per la violazione dell'ordinanza e non per il 726 quindi un po'inutile per sostenere la liceità del naturismo
4 il famoso fondo è già stato prosciugato con la causa di Cecina quindi visto che non siamo ricchi senza ulteriori offerte non saremo in grado di fare altre battaglie legali
5 l'Anita non ha un avvocato fra i propri soci,per un'azione legale deve ingaggiarlo e pagarlo come tutti



Anche se avrei da dire, ripetendo anche cose dette in passato, sulle considerazioni di Andrea vi io ricordo che dal mio post iniziale sul caso del Garda non mi riferivo a denunce per presunta violazione dell'art.726 del c.p. verso alcuni naturisti di Torri del Benaco che non hanno ricevuto ma, del fatto che sarebbero stati sanzionati per una presunta violazione di un'ordinanza sindacale del 2006 che vieta di prendere il sole nudi sulle spiagge torresane del Garda.
Avevo detto che queste ordinanze le ritengo illegali in base alla sentenza della Corte Costituzionale n° 115 del 2011 per il fatto che le ordinanze devono avere carattere di provvisorietà (non 13 anni) e vanno emesse per urgenti problemi di salute e sicurezza. Inoltre viene messa in atto una grave discriminazione verso una minoranza non rispettando nel caso dei naturisti, il diritto costituzionale di manifestare la propria idea non essendo presente nel comune un’area a loro destinata.
Successivamente ho chiesto che fosse fatto charezza verso gli iscritti alle associazioni naturiste da un avvocato di fiducia (a parte la difesa dei naturisti del Garda denunciati) perchè in diversi comuni vige questa ordinanza che fa male al naturismo e, quindi, sarebbe da combatterla se ci sono i presupposti per abolirla e non spingere altri comuni a fare altrettanto.
Ritengo che lottare per rimuovere gli ostacoli per una diffusione del naturismo sia uno dei motivi fondamentali per l'esistenza di una federazione od associazione naturista.
sergino Inserito il - 18/08/2019 : 13:41:25
Ho avuto la colpa di non leggere il forum, scusate ma a ferragosto qualche assenza è giustificata.
Concordo che questa sezione del forum essendo dedicata all'associazione meriti attenzione dall'associazione stessa e Fidenzio ben fa a porre questioni, magari in modo meno provocatorio, ma pretendere risposte immediate con chi è in ferie e magari impossibilitato a rispondere...

Comunque se Fidenzio avesse mandato una mail al presidente, magari avrebbe ottenuto qualche risposta anche concreta da parte dell'associazione!
maurobuio Inserito il - 18/08/2019 : 07:28:43
a_fenice ha scritto:

maurobuio ha scritto:

Perché alcune persone continuano ad andare a prendere il sole dove STORICAMENTTE, si sà che si corre il rischio di essere sanzionati?
Perché bisognerebbe spendere risorse di A.N.I.T.A,per difendere chi (battuta),parcheggia in divieto sosta?
si e no.

Difendere chiunque, costi e impegno a parte, sarebbe una battaglia inutile, assurda, e indice, come dici te, di istigazione a “delinquere” , “ tanto poi ci pensiamo noi”. E non può essere così.
Diverso è quando i beccati sono davvero in zone già riconosciute. Li, oltre a difendere il nudista, il socio, si combatte anche per la zona. Una assoluzione non fa giurisprudenza, ma da tanta storia.





Ho capito il tuo ragionamento, ma credimi sul Garda, è una causa persa, da moltissimi anni molte persone hanno cercato un buco dove spogliarsi (A mio modo di vedere, questo non è naturismo), con il risultato......
Mi ricordo che un po' di tempo fà, fu messo in piedi un argomento dove si chiedeva cosa si poteva fare per promuovere il nudonaturismo e farci conoscere qui in Italia....... Ecco secondo me questo( Cioè farci beccare nudi, in luoghi non autorizzati), non ci porta da nessuna parte, salvo qualche eccezzione, dove alla fine si è riusciti a regolarizzare la spiaggia stessa(ma con quante multe alle spalle)?
È come se io quest'anno a Jesolo, allimprovviso mi fossi tolto il costume per appropriarmi di un pezzo di spiaggia, Non è il modo giusto per farci conoscere....... Bisognerebbe voltare pagina, e sistema..... Ma anche queste saranno state parole buttate al VENTO.....
Fiden Inserito il - 17/08/2019 : 23:58:58
Bene da quel che ho letto sopra tutto il movimento naturista deve solo dare i bollini FNI/INF, salvo qualce eccezzione di tanto in tanto da parte dell'ANITA.
E' ben poco per un buon futuro ma è così da sempre.
Forse vi siete dimenticati che io non sono presidente dell'ANER dal 2001 e l'Avv. Marcacci che mi ha sostituito io credevo facesse molto, ma mi ha deluso ed io dopo 5 - 6 anni in cui cercavo di spingerlo ad agire per i diritti dei naturisti l'ho abbandonato vedendo in lui cose che non mi sembravano pulite.
Ho lasciato a Marcacci una spiaggia naturista di oltre 2km partendo quasi da 0, i sindici, e non solo, dal 1985 a noi favorevoli che ponevano servizi di pulizia giornaliera e nel 1997 pure i servizi igienici che poi per problemi finanziari del comune accettai di lasciar perdere perchè pochissimi li usavano, la promessa del sindaco Mercatali di riconoscere la spiaggia al termine della legislatura se non veniva approvata la legge nazionale sul naturismo da me promossa promessa che poi mantenne nell'estate 2002in cui era presidente Marcacci che commise un grave errore specialmente come avvocato, un bel gruppo di soci che anche a Ferragosto ci si trovava in più di settanta a fare una bel pranzo assieme a Lido di Dante, ecc..
Ed ora è rimasta una spiaggia di circa 400 mt strettissima alla quale si aggiunono 600 mt a fine luglio quando non servono più per il fatto che a fine luglio tanti naturisti pendolari fanno le vacanze altrove.
Questa spiaggia è rimasta grazie solo ai pronunciamenti della magistratura che sempre, quando ingiustamente denunciati,ha archiviato od assolto la nosta presenza in nudità.
a_fenice Inserito il - 17/08/2019 : 20:34:05
maurobuio ha scritto:

Perché alcune persone continuano ad andare a prendere il sole dove STORICAMENTTE, si sà che si corre il rischio di essere sanzionati?
Perché bisognerebbe spendere risorse di A.N.I.T.A,per difendere chi (battuta),parcheggia in divieto sosta?
si e no.

Difendere chiunque, costi e impegno a parte, sarebbe una battaglia inutile, assurda, e indice, come dici te, di istigazione a “delinquere” , “ tanto poi ci pensiamo noi”. E non può essere così.
Diverso è quando i beccati sono davvero in zone già riconosciute. Li, oltre a difendere il nudista, il socio, si combatte anche per la zona. Una assoluzione non fa giurisprudenza, ma da tanta storia.


a_fenice Inserito il - 17/08/2019 : 20:30:53
Nudomark ha scritto:

A parte che sono in toto d'accordo con Max, aggiungo solo che di avvocati in Anita mi risulta ce ne siano solo che fuori zona non lavorano gratis e purtroppo sono amici dell'ex presidente. Meglio immagino prenderne di esterni.
come dicevo… c’è gia un presidente avvocato nella sua (ex) associazione, ma insiste sempre e solo con Anita, non si capisce il perché. Ormai le associazioni sono decine, e presenti in ogni regione… al massimo scrivesse a quella di zona di competenza, no?

E detto tra noi, che al Garda ogni zona e interdetta, sia prima, ma soprattuto dopo la famosa legge veneta sul nudismo, dove è in soldoni riaffermato che dove non è concesso è vietato… e visto che la zona è di competenza di trevenat, fautori della stessa legge, chi meglio di loro?





Forum de iNudisti © 2006 / 2019 iNudisti Torna all'inizio della Pagina
Snitz Forums 2000