Header image
La più grande community Nudista d'Italia!
Forum de iNudisti - Il sole è nudo: caccia all'errore
Forum de iNudisti

Forum de iNudisti
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Racconti e Opinioni
 L'angolo dell'artista
 Il sole è nudo: caccia all'errore
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Pagina Successiva
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva
Pagina: di 2

carla77
iNudistfedele

calimero

Regione: Lombardia
Prov.: Lecco
Città: Paderno d'Adda


996 Messaggi

Inserito il - 15/04/2014 : 10:02:49  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di carla77  Rispondi Quotando
Mi sono accorta che ci sono alcuni errorini in alcuni testi.
Ma quello che mi indispettisce è che non mi sono accorta per tempo che ce n'è uno anche nel mio raccontino..

Chi si vuole divertire a scovarli tutti?


La pelle è il naturale rivestimento del corpo, l’abito più morbido ed elegante che si possa desiderare di indossare. Delicata, sinuosa, dolce, la pelle esprime una serie di significati, la pelle seduce, comunica, tende a calamitare, esalta ricordi, magie, momenti. La pelle protegge, arricchisce, crea delle caratterizzazioni specifiche di senso. La pelle è bellezza, sensualità, erotismo, tenerezza. L’epidermide, risponde continuamente agli stimoli esterni ed interni, al caldo, al freddo, ai meccanismi interni ed esterni al corpo, alle emozioni, ai sentimenti. La pelle traspira ogni singola sensazione, la pelle cattura gli sguardi, esprime paura, dolore, gioia, commozione, emozione, tenerezza, dolcezza, sensualità. Come un foglio bianco, sul quale scrivere le emozioni, come la sabbia che cambia forma, colore, consistenza, se bagnata, riscaldata, calpestata, cosi la pelle, modifica la sua condizione in relazione a ciò che si sente, a ciò che vi vede, si ascolta, si tocca. (Cit.)

siman
iNudistfedelissimo

siman


Regione: Liguria
Prov.: Savona
Città: Marchesato Del Carretto


10727 Messaggi

Inserito il - 15/04/2014 : 10:45:43  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di siman  Rispondi Quotando
Prima di tutto, approfittando del tuo assist, posso spiegare come si è svolto il lavoro dall'interno.

1 Ogni racconto ricevuto alla mail del concorso è stato letto, riletto e corretto prima di essere sottoposto ai valutatori; a volte e nel caso di alcuni, la revisione è stata abbastanza approfondita: frasi chilometriche, parole uguali ripetute, virgole e punto e virgola sparsi qua e là con... molta disinvoltura, assenza totale di punto e a capo, tempi verbali che saltavano dal presente al passato senza motivi apparenti, refusi.
2 in sede di valutazione e spesso, i giudici nudisti e non, si accorgevano di qualche ulteriore errore segnalandoli (e correggendoli) prontamente.
3 terminato il concorso, e in più persone, abbiamo riesaminato tutti gli elaborati.

Morale della favola? Abbiamo sbagliato di nostro (ma anche corretto in questo caso), persino a scrivere correttamente il cognome di un'autrice.
Ben vengano le segnalazioni di errori che ci sono sfuggiti; non sono sicuro se riusciremo a correggerli, ma senza dubbio saranno segnalati a Bravi Autori.

Perciò, e ben volentieri, ti invito a inviare una mail a quella del concorso evidenziando la frase contente l'errore e il titolo del racconto relativo.



UN FORUM E' COME UN'ORCHESTRA. MA FAR PARTE DI UN'ORCHESTRA NON SIGNIFICA SAPER COMPORRE UNA SINFONIA.

SII FELICE DA VIVO PERCHE' RIMARRAI MORTO PER UN BEL PEZZO

Semel in anno licet insanire




Modificato da - siman in data 15/04/2014 10:49:54
Torna all'inizio della Pagina

carla77
iNudistfedele

calimero


Regione: Lombardia
Prov.: Lecco
Città: Paderno d'Adda


996 Messaggi

Inserito il - 15/04/2014 : 10:58:02  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di carla77  Rispondi Quotando
Grazie, scrivo sicuramente!
Comunque volevo rassicurare tutti i valutatori che per l'errore in questione la responsabilità è mia, che non ho riletto attentamente dopo le modifiche..


La pelle è il naturale rivestimento del corpo, l’abito più morbido ed elegante che si possa desiderare di indossare. Delicata, sinuosa, dolce, la pelle esprime una serie di significati, la pelle seduce, comunica, tende a calamitare, esalta ricordi, magie, momenti. La pelle protegge, arricchisce, crea delle caratterizzazioni specifiche di senso. La pelle è bellezza, sensualità, erotismo, tenerezza. L’epidermide, risponde continuamente agli stimoli esterni ed interni, al caldo, al freddo, ai meccanismi interni ed esterni al corpo, alle emozioni, ai sentimenti. La pelle traspira ogni singola sensazione, la pelle cattura gli sguardi, esprime paura, dolore, gioia, commozione, emozione, tenerezza, dolcezza, sensualità. Come un foglio bianco, sul quale scrivere le emozioni, come la sabbia che cambia forma, colore, consistenza, se bagnata, riscaldata, calpestata, cosi la pelle, modifica la sua condizione in relazione a ciò che si sente, a ciò che vi vede, si ascolta, si tocca. (Cit.)
Torna all'inizio della Pagina

siman
iNudistfedelissimo

siman


Regione: Liguria
Prov.: Savona
Città: Marchesato Del Carretto


10727 Messaggi

Inserito il - 15/04/2014 : 11:05:31  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di siman  Rispondi Quotando
carla77 ha scritto:

Grazie, scrivo sicuramente!
Comunque volevo rassicurare tutti i valutatori che per l'errore in questione la responsabilità è mia, che non ho riletto attentamente dopo le modifiche..


Figurarsi: l'errore è di tutti sennò che ci siamo stati a fare nell'organizzazione di questo libro?

Ho riletto di corsa il tuo racconto e gli unici errori (poco gravi) che ho visto sono:
"Forse il sole che ci aveva accompagnato... ( accompagnati)"
"...con le piante, con il sole, e con i ciottoli del fiume." La virgola dopo -il sole- non è corretta.

Se, invece, l'errore che hai notato non è tra quelli...ancora meglio puoi capire quanto sia difficile (per dei dilettanti come noi) non farci sfuggire nulla.



UN FORUM E' COME UN'ORCHESTRA. MA FAR PARTE DI UN'ORCHESTRA NON SIGNIFICA SAPER COMPORRE UNA SINFONIA.

SII FELICE DA VIVO PERCHE' RIMARRAI MORTO PER UN BEL PEZZO

Semel in anno licet insanire



Torna all'inizio della Pagina

carla77
iNudistfedele

calimero


Regione: Lombardia
Prov.: Lecco
Città: Paderno d'Adda


996 Messaggi

Inserito il - 15/04/2014 : 11:16:14  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di carla77  Rispondi Quotando
siman ha scritto:

carla77 ha scritto:

Grazie, scrivo sicuramente!
Comunque volevo rassicurare tutti i valutatori che per l'errore in questione la responsabilità è mia, che non ho riletto attentamente dopo le modifiche..


Figurarsi: l'errore è di tutti sennò che ci siamo stati a fare nell'organizzazione di questo libro?

Ho riletto di corsa il tuo racconto e gli unici errori (poco gravi) che ho visto sono:
"Forse il sole che ci aveva accompagnato... ( accompagnati)"
"...con le piante, con il sole, e con i ciottoli del fiume." La virgola dopo -il sole- non è corretta.

Se, invece, l'errore che hai notato non è tra quelli...ancora meglio puoi capire quanto sia difficile (per dei dilettanti come noi) non farci sfuggire nulla.

Il primo che segnali non è un errore, si può dire in entrambi i modi.
Il secondo può considerarsi una licenza poetica.
L'errore è complicato spiegarlo qui.. ma ci provo, e sta nella seguente frase, dove nel testo pubblicato manca il CHE:

"Ogni tanto nasce in qualcuno di noi il desiderio di tornare ad esprimerci come un tempo e anche quando uno riesce a intravederne finalmente l’ombra di un ricordo, c’è sempre qualcuno o qualcosa, quasi un deus-ex-machina, come se fosse un’entità malefica che si diverte a costringerci nella sua prigione e che annebbia la vista, CHE ostacola il cammino di quell’uno che poteva condurci verso la luce."

Ma siccome così non fluisce bene (troppi CHE), come mi suggerii qualcuno di nostra conoscenza l'avrei parzialmente rimodificato sul filo dell'originale.

"Ogni tanto nasce in qualcuno di noi il desiderio di tornare ad esprimerci come un tempo e anche quando uno riesce a intravederne finalmente l’ombra di un ricordo, c’è sempre qualcuno o qualcosa - quasi un deus-ex-machina, come se fosse un’entità malefica che si diverte a costringerci nella sua prigione - che annebbia la vista, ostacola il cammino di quell’uno che poteva condurci verso la luce."


La pelle è il naturale rivestimento del corpo, l’abito più morbido ed elegante che si possa desiderare di indossare. Delicata, sinuosa, dolce, la pelle esprime una serie di significati, la pelle seduce, comunica, tende a calamitare, esalta ricordi, magie, momenti. La pelle protegge, arricchisce, crea delle caratterizzazioni specifiche di senso. La pelle è bellezza, sensualità, erotismo, tenerezza. L’epidermide, risponde continuamente agli stimoli esterni ed interni, al caldo, al freddo, ai meccanismi interni ed esterni al corpo, alle emozioni, ai sentimenti. La pelle traspira ogni singola sensazione, la pelle cattura gli sguardi, esprime paura, dolore, gioia, commozione, emozione, tenerezza, dolcezza, sensualità. Come un foglio bianco, sul quale scrivere le emozioni, come la sabbia che cambia forma, colore, consistenza, se bagnata, riscaldata, calpestata, cosi la pelle, modifica la sua condizione in relazione a ciò che si sente, a ciò che vi vede, si ascolta, si tocca. (Cit.)
Torna all'inizio della Pagina

siman
iNudistfedelissimo

siman


Regione: Liguria
Prov.: Savona
Città: Marchesato Del Carretto


10727 Messaggi

Inserito il - 15/04/2014 : 11:26:24  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di siman  Rispondi Quotando
Secondo me la frase "incriminata" scorre più fluida nella versione pubblicata e anzi, sicuramente se ci fosse stato quel "che" sarebbe stato eliminato perché, come tu stessa hai affermato, sarebbe stato troppo ripetitivo.
Per conto mio, e per quel che vale, la frase è perfetta così com'è.

Quanto a: parola, parola, parola, e parola. In brevis: che la successione di "virgola + e" prima del vocabolo finale, possa essere ritenuta una licenza poetica....personalmente nutro seri dubbi.




UN FORUM E' COME UN'ORCHESTRA. MA FAR PARTE DI UN'ORCHESTRA NON SIGNIFICA SAPER COMPORRE UNA SINFONIA.

SII FELICE DA VIVO PERCHE' RIMARRAI MORTO PER UN BEL PEZZO

Semel in anno licet insanire




Modificato da - siman in data 15/04/2014 11:31:20
Torna all'inizio della Pagina

carla77
iNudistfedele

calimero


Regione: Lombardia
Prov.: Lecco
Città: Paderno d'Adda


996 Messaggi

Inserito il - 15/04/2014 : 11:30:12  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di carla77  Rispondi Quotando
Ad ogni modo, quando arriverà la mia copia cartacea, che è in attesa di spedizione, lo correggerò a penna, perchè ora che so, non si può vedere..


La pelle è il naturale rivestimento del corpo, l’abito più morbido ed elegante che si possa desiderare di indossare. Delicata, sinuosa, dolce, la pelle esprime una serie di significati, la pelle seduce, comunica, tende a calamitare, esalta ricordi, magie, momenti. La pelle protegge, arricchisce, crea delle caratterizzazioni specifiche di senso. La pelle è bellezza, sensualità, erotismo, tenerezza. L’epidermide, risponde continuamente agli stimoli esterni ed interni, al caldo, al freddo, ai meccanismi interni ed esterni al corpo, alle emozioni, ai sentimenti. La pelle traspira ogni singola sensazione, la pelle cattura gli sguardi, esprime paura, dolore, gioia, commozione, emozione, tenerezza, dolcezza, sensualità. Come un foglio bianco, sul quale scrivere le emozioni, come la sabbia che cambia forma, colore, consistenza, se bagnata, riscaldata, calpestata, cosi la pelle, modifica la sua condizione in relazione a ciò che si sente, a ciò che vi vede, si ascolta, si tocca. (Cit.)
Torna all'inizio della Pagina

carla77
iNudistfedele

calimero


Regione: Lombardia
Prov.: Lecco
Città: Paderno d'Adda


996 Messaggi

Inserito il - 15/04/2014 : 11:33:18  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di carla77  Rispondi Quotando
siman ha scritto:

Secondo me la frase "incriminata" scorre più fluida nella versione pubblicata e anzi, sicuramente se ci fosse stato quel "che" sarebbe stato eliminato perché, come tu stessa hai affermato, sarebbe stato troppo ripetitivo.
Per conto mio, e per quel che vale, la frase è perfetta così com'è.

Ma è scorretta grammaticalmente così!

"quasi un deus-ex-machina, come se fosse un’entità malefica che si diverte a costringerci nella sua prigione e che annebbia la vista" è un inciso, dopo serve almeno un pronome relativo per ricollegarsi a a quel "qualcosa o qualcuno" citato prima.


La pelle è il naturale rivestimento del corpo, l’abito più morbido ed elegante che si possa desiderare di indossare. Delicata, sinuosa, dolce, la pelle esprime una serie di significati, la pelle seduce, comunica, tende a calamitare, esalta ricordi, magie, momenti. La pelle protegge, arricchisce, crea delle caratterizzazioni specifiche di senso. La pelle è bellezza, sensualità, erotismo, tenerezza. L’epidermide, risponde continuamente agli stimoli esterni ed interni, al caldo, al freddo, ai meccanismi interni ed esterni al corpo, alle emozioni, ai sentimenti. La pelle traspira ogni singola sensazione, la pelle cattura gli sguardi, esprime paura, dolore, gioia, commozione, emozione, tenerezza, dolcezza, sensualità. Come un foglio bianco, sul quale scrivere le emozioni, come la sabbia che cambia forma, colore, consistenza, se bagnata, riscaldata, calpestata, cosi la pelle, modifica la sua condizione in relazione a ciò che si sente, a ciò che vi vede, si ascolta, si tocca. (Cit.)
Torna all'inizio della Pagina

carla77
iNudistfedele

calimero


Regione: Lombardia
Prov.: Lecco
Città: Paderno d'Adda


996 Messaggi

Inserito il - 15/04/2014 : 11:34:27  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di carla77  Rispondi Quotando
carla77 ha scritto:

siman ha scritto:

Secondo me la frase "incriminata" scorre più fluida nella versione pubblicata e anzi, sicuramente se ci fosse stato quel "che" sarebbe stato eliminato perché, come tu stessa hai affermato, sarebbe stato troppo ripetitivo.
Per conto mio, e per quel che vale, la frase è perfetta così com'è.

Ma è scorretta grammaticalmente così!

"quasi un deus-ex-machina, come se fosse un’entità malefica che si diverte a costringerci nella sua prigione e che annebbia la vista" è un inciso, dopo serve almeno un pronome relativo per ricollegarsi a a quel "qualcosa o qualcuno" citato prima.


Se l'inciso invece si fermasse a "quasi un deus-ex-machina, come se fosse un’entità malefica che si diverte a costringerci nella sua prigione" allora il che c'è già.

Non so se mi sono spiegata.. l'avevo detto che era difficile da spiegare.


La pelle è il naturale rivestimento del corpo, l’abito più morbido ed elegante che si possa desiderare di indossare. Delicata, sinuosa, dolce, la pelle esprime una serie di significati, la pelle seduce, comunica, tende a calamitare, esalta ricordi, magie, momenti. La pelle protegge, arricchisce, crea delle caratterizzazioni specifiche di senso. La pelle è bellezza, sensualità, erotismo, tenerezza. L’epidermide, risponde continuamente agli stimoli esterni ed interni, al caldo, al freddo, ai meccanismi interni ed esterni al corpo, alle emozioni, ai sentimenti. La pelle traspira ogni singola sensazione, la pelle cattura gli sguardi, esprime paura, dolore, gioia, commozione, emozione, tenerezza, dolcezza, sensualità. Come un foglio bianco, sul quale scrivere le emozioni, come la sabbia che cambia forma, colore, consistenza, se bagnata, riscaldata, calpestata, cosi la pelle, modifica la sua condizione in relazione a ciò che si sente, a ciò che vi vede, si ascolta, si tocca. (Cit.)
Torna all'inizio della Pagina

siman
iNudistfedelissimo

siman


Regione: Liguria
Prov.: Savona
Città: Marchesato Del Carretto


10727 Messaggi

Inserito il - 15/04/2014 : 11:34:39  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di siman  Rispondi Quotando
carla77 ha scritto:

Ad ogni modo, quando arriverà la mia copia cartacea, che è in attesa di spedizione, lo correggerò a penna, perchè ora che so, non si può vedere..



L'autrice sei tu ed è sacrosanto tu faccia cosa ritieni giusto.
Nello stile e sintassi desiderati dagli editori in genere, nel medesimo concetto non ci dovrebbero mai essere due parole uguali...tu ne vuoi aggiungere addirittura una terza.

P.S. E per curiosità:
Un racconto, ritenuto idoneo dalla commissione nudista conteneva, quasi in un leit motiv, le parole "ci sono luoghi che..."
Le commissioni di stile non l'hanno accettato...prima Massimo Baglione ci ha perso un paio d'ore per correggerne una parte e senza snaturare lo stile dell'autore, poi altrettanto tempo l'ho impiegato io ma, e nel frattempo, abbiamo inviato una mail avvertendo che dovevamo correggere chiedendo il permesso.
Morale: nessuna risposta da parte dell'autore e racconto scartato senza perderci ulteriore e inutile tempo.



UN FORUM E' COME UN'ORCHESTRA. MA FAR PARTE DI UN'ORCHESTRA NON SIGNIFICA SAPER COMPORRE UNA SINFONIA.

SII FELICE DA VIVO PERCHE' RIMARRAI MORTO PER UN BEL PEZZO

Semel in anno licet insanire




Modificato da - siman in data 15/04/2014 11:44:17
Torna all'inizio della Pagina

carla77
iNudistfedele

calimero


Regione: Lombardia
Prov.: Lecco
Città: Paderno d'Adda


996 Messaggi

Inserito il - 15/04/2014 : 11:36:39  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di carla77  Rispondi Quotando
siman ha scritto:

Secondo me la frase "incriminata" scorre più fluida nella versione pubblicata e anzi, sicuramente se ci fosse stato quel "che" sarebbe stato eliminato


Infatti per me l'ideale è senza quel CHE:
"Ogni tanto nasce in qualcuno di noi il desiderio di tornare ad esprimerci come un tempo e anche quando uno riesce a intravederne finalmente l’ombra di un ricordo, c’è sempre qualcuno o qualcosa - quasi un deus-ex-machina, come se fosse un’entità malefica che si diverte a costringerci nella sua prigione - che annebbia la vista, ostacola il cammino di quell’uno che poteva condurci verso la luce."


La pelle è il naturale rivestimento del corpo, l’abito più morbido ed elegante che si possa desiderare di indossare. Delicata, sinuosa, dolce, la pelle esprime una serie di significati, la pelle seduce, comunica, tende a calamitare, esalta ricordi, magie, momenti. La pelle protegge, arricchisce, crea delle caratterizzazioni specifiche di senso. La pelle è bellezza, sensualità, erotismo, tenerezza. L’epidermide, risponde continuamente agli stimoli esterni ed interni, al caldo, al freddo, ai meccanismi interni ed esterni al corpo, alle emozioni, ai sentimenti. La pelle traspira ogni singola sensazione, la pelle cattura gli sguardi, esprime paura, dolore, gioia, commozione, emozione, tenerezza, dolcezza, sensualità. Come un foglio bianco, sul quale scrivere le emozioni, come la sabbia che cambia forma, colore, consistenza, se bagnata, riscaldata, calpestata, cosi la pelle, modifica la sua condizione in relazione a ciò che si sente, a ciò che vi vede, si ascolta, si tocca. (Cit.)
Torna all'inizio della Pagina

carla77
iNudistfedele

calimero


Regione: Lombardia
Prov.: Lecco
Città: Paderno d'Adda


996 Messaggi

Inserito il - 15/04/2014 : 11:37:41  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di carla77  Rispondi Quotando
siman ha scritto:

carla77 ha scritto:

Ad ogni modo, quando arriverà la mia copia cartacea, che è in attesa di spedizione, lo correggerò a penna, perchè ora che so, non si può vedere..



L'autrice sei tu ed è sacrosanto tu faccia cosa ritieni giusto.
Nello stile e sintassi desiderati dagli editori in genere, nel medesimo concetto non ci dovrebbero mai essere due parole uguali...tu ne vuoi aggiungere addirittura una terza.

Ma io non voglio aggiungere quel CHE, ma spostare il termine dell'inciso. Leggi sopra.


La pelle è il naturale rivestimento del corpo, l’abito più morbido ed elegante che si possa desiderare di indossare. Delicata, sinuosa, dolce, la pelle esprime una serie di significati, la pelle seduce, comunica, tende a calamitare, esalta ricordi, magie, momenti. La pelle protegge, arricchisce, crea delle caratterizzazioni specifiche di senso. La pelle è bellezza, sensualità, erotismo, tenerezza. L’epidermide, risponde continuamente agli stimoli esterni ed interni, al caldo, al freddo, ai meccanismi interni ed esterni al corpo, alle emozioni, ai sentimenti. La pelle traspira ogni singola sensazione, la pelle cattura gli sguardi, esprime paura, dolore, gioia, commozione, emozione, tenerezza, dolcezza, sensualità. Come un foglio bianco, sul quale scrivere le emozioni, come la sabbia che cambia forma, colore, consistenza, se bagnata, riscaldata, calpestata, cosi la pelle, modifica la sua condizione in relazione a ciò che si sente, a ciò che vi vede, si ascolta, si tocca. (Cit.)

Modificato da - carla77 in data 15/04/2014 11:38:02
Torna all'inizio della Pagina

carla77
iNudistfedele

calimero


Regione: Lombardia
Prov.: Lecco
Città: Paderno d'Adda


996 Messaggi

Inserito il - 15/04/2014 : 11:43:47  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di carla77  Rispondi Quotando
Comunque secondo l'Accademia della Crusca:
http://www.accademiadellacrusca.it/it/lingua-italiana/consulenza-linguistica/domande-risposte/uso-virgola-prima-congiunzione

"normalmente, l'uso della virgola resta una scelta stilistica personale, un modo per dare rilievo espressivo a singoli elementi di un testo, una maniera per conferire un particolare ritmo alla narrazione, ma, soprattutto, una scelta che determina significativamente lo stile comunicativo di un autore."



La pelle è il naturale rivestimento del corpo, l’abito più morbido ed elegante che si possa desiderare di indossare. Delicata, sinuosa, dolce, la pelle esprime una serie di significati, la pelle seduce, comunica, tende a calamitare, esalta ricordi, magie, momenti. La pelle protegge, arricchisce, crea delle caratterizzazioni specifiche di senso. La pelle è bellezza, sensualità, erotismo, tenerezza. L’epidermide, risponde continuamente agli stimoli esterni ed interni, al caldo, al freddo, ai meccanismi interni ed esterni al corpo, alle emozioni, ai sentimenti. La pelle traspira ogni singola sensazione, la pelle cattura gli sguardi, esprime paura, dolore, gioia, commozione, emozione, tenerezza, dolcezza, sensualità. Come un foglio bianco, sul quale scrivere le emozioni, come la sabbia che cambia forma, colore, consistenza, se bagnata, riscaldata, calpestata, cosi la pelle, modifica la sua condizione in relazione a ciò che si sente, a ciò che vi vede, si ascolta, si tocca. (Cit.)
Torna all'inizio della Pagina

siman
iNudistfedelissimo

siman


Regione: Liguria
Prov.: Savona
Città: Marchesato Del Carretto


10727 Messaggi

Inserito il - 15/04/2014 : 11:50:14  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di siman  Rispondi Quotando
carla77 ha scritto:

Comunque secondo l'Accademia della Crusca:
http://www.accademiadellacrusca.it/it/lingua-italiana/consulenza-linguistica/domande-risposte/uso-virgola-prima-congiunzione

"normalmente, l'uso della virgola resta una scelta stilistica personale, un modo per dare rilievo espressivo a singoli elementi di un testo, una maniera per conferire un particolare ritmo alla narrazione, ma, soprattutto, una scelta che determina significativamente lo stile comunicativo di un autore."




Di fronte all'Accademia della Crusca non posso far altro che inchinarmi deferente.

Tuttavia, se mi fossi accorto di quella "virgola + e" nel finale del tuo racconto, la virgola sarebbe stata rimossa.

Inoltre, se fossi al tuo posto, non correggerei a mano nulla: il tuo racconto scorre benissimo così com'è....se correggi a mano, ogni lettore vedrebbe e ricorderebbe soltanto un tuo errore e null'altro.



UN FORUM E' COME UN'ORCHESTRA. MA FAR PARTE DI UN'ORCHESTRA NON SIGNIFICA SAPER COMPORRE UNA SINFONIA.

SII FELICE DA VIVO PERCHE' RIMARRAI MORTO PER UN BEL PEZZO

Semel in anno licet insanire




Modificato da - siman in data 15/04/2014 11:52:22
Torna all'inizio della Pagina

marcopolo56
iNudistfedele


Regione: Friuli-Venezia Giulia


1123 Messaggi

Inserito il - 15/04/2014 : 11:50:45  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Finalmente scopriamo che dopo tanto svilimento della linguistica, quindi anche grammatica e sintassi, qualcosa sta cambiando. Speriamo questo sia la scoperta di un'esigenza. Gli scottex-libri e internet hanno fatto molto per dare a tutti la sensazione di saper scrivere, che non è saper digitare sulla tastiera qualsiasi strafalcione.

" Il naturismo è un modo di vivere in armonia con la natura, caratterizzato dalla pratica della nudità in comune, allo scopo di favorire il rispetto di se stessi, degli altri e dell'ambiente. "
XIV Congresso FNI, Agde, 1974
Torna all'inizio della Pagina

siman
iNudistfedelissimo

siman


Regione: Liguria
Prov.: Savona
Città: Marchesato Del Carretto


10727 Messaggi

Inserito il - 15/04/2014 : 11:57:40  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di siman  Rispondi Quotando
marcopolo56 ha scritto:

Finalmente scopriamo che dopo tanto svilimento della linguistica, quindi anche grammatica e sintassi, qualcosa sta cambiando. Speriamo questo sia la scoperta di un'esigenza. Gli scottex-libri e internet hanno fatto molto per dare a tutti la sensazione di saper scrivere, che non è saper digitare sulla tastiera qualsiasi strafalcione.



Giusto e sbagliato ciò che scrivi. Lo stile e la grammatica si evolvono col tempo (mi auguro tuttavia che l'uso "internettiano" della K al posto del CH continui ad essere un obbrobrio).
Negli articoli di giornale, per esempio, viene consentito e non è ritenuto un errore, l'uso dell'apostrofo subito prima del rimando a capo.



UN FORUM E' COME UN'ORCHESTRA. MA FAR PARTE DI UN'ORCHESTRA NON SIGNIFICA SAPER COMPORRE UNA SINFONIA.

SII FELICE DA VIVO PERCHE' RIMARRAI MORTO PER UN BEL PEZZO

Semel in anno licet insanire




Modificato da - siman in data 15/04/2014 11:58:27
Torna all'inizio della Pagina

carla77
iNudistfedele

calimero


Regione: Lombardia
Prov.: Lecco
Città: Paderno d'Adda


996 Messaggi

Inserito il - 15/04/2014 : 11:59:36  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di carla77  Rispondi Quotando
siman ha scritto:

carla77 ha scritto:

Comunque secondo l'Accademia della Crusca:
http://www.accademiadellacrusca.it/it/lingua-italiana/consulenza-linguistica/domande-risposte/uso-virgola-prima-congiunzione

"normalmente, l'uso della virgola resta una scelta stilistica personale, un modo per dare rilievo espressivo a singoli elementi di un testo, una maniera per conferire un particolare ritmo alla narrazione, ma, soprattutto, una scelta che determina significativamente lo stile comunicativo di un autore."



Inoltre, se fossi al tuo posto, non correggerei a mano nulla: il tuo racconto scorre benissimo così com'è....se correggi a mano, ogni lettore vedrebbe e ricorderebbe soltanto un tuo errore e null'altro.

Io non sono d'accordo, è una frase sbagliata, e NON SCORRE A ME. Ripeto, non voglio aggiungere un CHE, ma un CHE dopo l'inciso ci deve essere; perciò se il CHE finisce dentro l'inciso, ne serve un altro dopo. Ma visto che così ci sarebbero troppi CHE, meglio accorciare l'inciso e lasciare fuori l'unico CHE che rimane.

Meglio di così non so spiegarlo senza avere di fronte te e il testo.

In ogni caso la copia che correggerei a mano è la mia.


La pelle è il naturale rivestimento del corpo, l’abito più morbido ed elegante che si possa desiderare di indossare. Delicata, sinuosa, dolce, la pelle esprime una serie di significati, la pelle seduce, comunica, tende a calamitare, esalta ricordi, magie, momenti. La pelle protegge, arricchisce, crea delle caratterizzazioni specifiche di senso. La pelle è bellezza, sensualità, erotismo, tenerezza. L’epidermide, risponde continuamente agli stimoli esterni ed interni, al caldo, al freddo, ai meccanismi interni ed esterni al corpo, alle emozioni, ai sentimenti. La pelle traspira ogni singola sensazione, la pelle cattura gli sguardi, esprime paura, dolore, gioia, commozione, emozione, tenerezza, dolcezza, sensualità. Come un foglio bianco, sul quale scrivere le emozioni, come la sabbia che cambia forma, colore, consistenza, se bagnata, riscaldata, calpestata, cosi la pelle, modifica la sua condizione in relazione a ciò che si sente, a ciò che vi vede, si ascolta, si tocca. (Cit.)

Modificato da - carla77 in data 15/04/2014 12:01:46
Torna all'inizio della Pagina

itaindo
iNudistfedelissimo

Ros2


Regione: Lombardia
Prov.: Milano
Città: Rozzan(geles)


2631 Messaggi

Inserito il - 15/04/2014 : 12:04:38  Mostra Profilo Invia a itaindo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Il grande Kerouac,in uno dei suoi libri, ha diverse pagine senza nessun segno di interpunzione:ricordo di averle lette praticamente in apnea ...ma era il grande Kerouac e poteva permetterselo. E' bella questa discussione,spero dia uno spunto di riflessione (a me lo ha dato) per farsi un ripasso sull'uso di punto,virgola (non mia sorella )ecc. Un libro che mi intriga e' "La punteggiatura" di Simone Fornara

Una persona su quattro e' squilibrata. Pensa a tre amici,se ti sembrano ok allora quello squilibrato sei tu.
Associata A.N.ITA
Torna all'inizio della Pagina

siman
iNudistfedelissimo

siman


Regione: Liguria
Prov.: Savona
Città: Marchesato Del Carretto


10727 Messaggi

Inserito il - 15/04/2014 : 12:05:11  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di siman  Rispondi Quotando
carla77 ha scritto:

siman ha scritto:

carla77 ha scritto:

Comunque secondo l'Accademia della Crusca:
http://www.accademiadellacrusca.it/it/lingua-italiana/consulenza-linguistica/domande-risposte/uso-virgola-prima-congiunzione

"normalmente, l'uso della virgola resta una scelta stilistica personale, un modo per dare rilievo espressivo a singoli elementi di un testo, una maniera per conferire un particolare ritmo alla narrazione, ma, soprattutto, una scelta che determina significativamente lo stile comunicativo di un autore."



Inoltre, se fossi al tuo posto, non correggerei a mano nulla: il tuo racconto scorre benissimo così com'è....se correggi a mano, ogni lettore vedrebbe e ricorderebbe soltanto un tuo errore e null'altro.

Io non sono d'accordo, è una frase sbagliata. Ripeto, non voglio aggiungere un CHE, ma un CHE dopo l'inciso ci deve essere; perciò se il CHE finisce dentro l'inciso, ne serve un altro dopo. Ma visto che così ci sarebbero troppi CHE, meglio accorciare l'inciso e lasciare fuori l'unico CHE che rimane.

Meglio di così non so spiegarlo senza avere di fronte te e il testo.

In ogni caso la copia che correggerei a mano è la mia.


Ho capito perfettamente il tuo pensiero.

Non concordo sulla tua volontà di apporre cancellazioni e aggiunte a mano sul testo stampato. Al limite (ma io non lo farei) puoi avvertire la persona a cui farai leggere il libro, che una tua frase è stata stampata in modo diverso da come l'avevi scritta.
Ricordati che un racconto si legge per quello che vuole esprimere (e il tuo racconto ci riesce in pieno) e non per esaminare al microscopio piccole imperfezioni.



UN FORUM E' COME UN'ORCHESTRA. MA FAR PARTE DI UN'ORCHESTRA NON SIGNIFICA SAPER COMPORRE UNA SINFONIA.

SII FELICE DA VIVO PERCHE' RIMARRAI MORTO PER UN BEL PEZZO

Semel in anno licet insanire



Torna all'inizio della Pagina

carla77
iNudistfedele

calimero


Regione: Lombardia
Prov.: Lecco
Città: Paderno d'Adda


996 Messaggi

Inserito il - 15/04/2014 : 12:11:08  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di carla77  Rispondi Quotando
siman ha scritto:

carla77 ha scritto:

siman ha scritto:

carla77 ha scritto:

Comunque secondo l'Accademia della Crusca:
http://www.accademiadellacrusca.it/it/lingua-italiana/consulenza-linguistica/domande-risposte/uso-virgola-prima-congiunzione

"normalmente, l'uso della virgola resta una scelta stilistica personale, un modo per dare rilievo espressivo a singoli elementi di un testo, una maniera per conferire un particolare ritmo alla narrazione, ma, soprattutto, una scelta che determina significativamente lo stile comunicativo di un autore."



Inoltre, se fossi al tuo posto, non correggerei a mano nulla: il tuo racconto scorre benissimo così com'è....se correggi a mano, ogni lettore vedrebbe e ricorderebbe soltanto un tuo errore e null'altro.

Io non sono d'accordo, è una frase sbagliata. Ripeto, non voglio aggiungere un CHE, ma un CHE dopo l'inciso ci deve essere; perciò se il CHE finisce dentro l'inciso, ne serve un altro dopo. Ma visto che così ci sarebbero troppi CHE, meglio accorciare l'inciso e lasciare fuori l'unico CHE che rimane.

Meglio di così non so spiegarlo senza avere di fronte te e il testo.

In ogni caso la copia che correggerei a mano è la mia.


Ho capito perfettamente il tuo pensiero.

Non concordo sulla tua volontà di apporre cancellazioni e aggiunte a mano sul testo stampato. Al limite (ma io non lo farei) puoi avvertire la persona a cui farai leggere il libro, che una tua frase è stata stampata in modo diverso da come l'avevi scritta.
Ricordati che un racconto si legge per quello che vuole esprimere (e il tuo racconto ci riesce in pieno) e non per esaminare al microscopio piccole imperfezioni.

Sì, forse hai ragione.. è che quando me ne sono accorta ci son rimasta un pò male.. perchè l'ho scritto io così, modificando l'originale che secondo me andava bene, per giunta.


La pelle è il naturale rivestimento del corpo, l’abito più morbido ed elegante che si possa desiderare di indossare. Delicata, sinuosa, dolce, la pelle esprime una serie di significati, la pelle seduce, comunica, tende a calamitare, esalta ricordi, magie, momenti. La pelle protegge, arricchisce, crea delle caratterizzazioni specifiche di senso. La pelle è bellezza, sensualità, erotismo, tenerezza. L’epidermide, risponde continuamente agli stimoli esterni ed interni, al caldo, al freddo, ai meccanismi interni ed esterni al corpo, alle emozioni, ai sentimenti. La pelle traspira ogni singola sensazione, la pelle cattura gli sguardi, esprime paura, dolore, gioia, commozione, emozione, tenerezza, dolcezza, sensualità. Come un foglio bianco, sul quale scrivere le emozioni, come la sabbia che cambia forma, colore, consistenza, se bagnata, riscaldata, calpestata, cosi la pelle, modifica la sua condizione in relazione a ciò che si sente, a ciò che vi vede, si ascolta, si tocca. (Cit.)
Torna all'inizio della Pagina

siman
iNudistfedelissimo

siman


Regione: Liguria
Prov.: Savona
Città: Marchesato Del Carretto


10727 Messaggi

Inserito il - 15/04/2014 : 12:13:49  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di siman  Rispondi Quotando
itaindo ha scritto:

Il grande Kerouac,in uno dei suoi libri, ha diverse pagine senza nessun segno di interpunzione:ricordo di averle lette praticamente in apnea...



Quando si diventa (per merito per carità) artisti conclamati, si può fare e disfare ciò che si vuole.

Un noto pittore/scultore italiano, ha defecato dentro dei barattoli di latta facendoli poi chiudere ermeticamente come i normali barattoli delle conserve alimentari e sull'etichetta assieme al nome dell'autore c'è scritto: "MERDA D'AUTORE". Quelle...opere, sono andate a ruba.

Sicuramente io non mi intendo d'arte, tuttavia mi suona buffo (se non peggio) immaginare qualche appassionato d'arte moderna, prendere in mano una di quelle lattine acquistate con parecchio denaro e mostrarle orgoglioso.

Da Wikipedia:
"....è stato sottolineato anche un lato poetico, quello della cessione da parte dell'artista di una parte di sé"
E poi c'è gente al mondo, come Matteone, che odia le poesie (!)
http://it.wikipedia.org/wiki/Merda_d'artista



UN FORUM E' COME UN'ORCHESTRA. MA FAR PARTE DI UN'ORCHESTRA NON SIGNIFICA SAPER COMPORRE UNA SINFONIA.

SII FELICE DA VIVO PERCHE' RIMARRAI MORTO PER UN BEL PEZZO

Semel in anno licet insanire




Modificato da - siman in data 15/04/2014 12:28:02
Torna all'inizio della Pagina

siman
iNudistfedelissimo

siman


Regione: Liguria
Prov.: Savona
Città: Marchesato Del Carretto


10727 Messaggi

Inserito il - 15/04/2014 : 12:17:21  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di siman  Rispondi Quotando
carla77 ha scritto:

Sì, forse hai ragione.. è che quando me ne sono accorta ci son rimasta un pò male.. perchè l'ho scritto io così, modificando l'originale che secondo me andava bene, per giunta.



Goditi la soddisfazione di essere letta e di aver contribuito alla nascita di un libro: è la cosa più importante!



UN FORUM E' COME UN'ORCHESTRA. MA FAR PARTE DI UN'ORCHESTRA NON SIGNIFICA SAPER COMPORRE UNA SINFONIA.

SII FELICE DA VIVO PERCHE' RIMARRAI MORTO PER UN BEL PEZZO

Semel in anno licet insanire



Torna all'inizio della Pagina

carla77
iNudistfedele

calimero


Regione: Lombardia
Prov.: Lecco
Città: Paderno d'Adda


996 Messaggi

Inserito il - 15/04/2014 : 12:18:39  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di carla77  Rispondi Quotando
siman ha scritto:

carla77 ha scritto:

Sì, forse hai ragione.. è che quando me ne sono accorta ci son rimasta un pò male.. perchè l'ho scritto io così, modificando l'originale che secondo me andava bene, per giunta.



Goditi la soddisfazione di essere letta e di aver contribuito alla nascita di un libro: è la cosa più importante!


La pelle è il naturale rivestimento del corpo, l’abito più morbido ed elegante che si possa desiderare di indossare. Delicata, sinuosa, dolce, la pelle esprime una serie di significati, la pelle seduce, comunica, tende a calamitare, esalta ricordi, magie, momenti. La pelle protegge, arricchisce, crea delle caratterizzazioni specifiche di senso. La pelle è bellezza, sensualità, erotismo, tenerezza. L’epidermide, risponde continuamente agli stimoli esterni ed interni, al caldo, al freddo, ai meccanismi interni ed esterni al corpo, alle emozioni, ai sentimenti. La pelle traspira ogni singola sensazione, la pelle cattura gli sguardi, esprime paura, dolore, gioia, commozione, emozione, tenerezza, dolcezza, sensualità. Come un foglio bianco, sul quale scrivere le emozioni, come la sabbia che cambia forma, colore, consistenza, se bagnata, riscaldata, calpestata, cosi la pelle, modifica la sua condizione in relazione a ciò che si sente, a ciò che vi vede, si ascolta, si tocca. (Cit.)
Torna all'inizio della Pagina

carla77
iNudistfedele

calimero


Regione: Lombardia
Prov.: Lecco
Città: Paderno d'Adda


996 Messaggi

Inserito il - 15/04/2014 : 12:37:47  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di carla77  Rispondi Quotando
siman ha scritto:
"....è stato sottolineato anche un lato poetico, quello della cessione da parte dell'artista di una parte di sé"

Posso fare la rompi e dire che per me è scorretto affermare ciò?
Noi assimiliano il cibo, cioè lo rendiamo simile a noi e lo incorporiamo. Tutto quello che non assimiliamo, e cioè che non diventa come noi e quindi parte di noi, lo espelliamo, sono scarti. Quindi questa cosiddetta "merda d'autore" per me non è una parte dell'autore. Si tratterebbe di una parte di sè se decidesse di targliarsi, che ne so, una fetta di chiappa.


La pelle è il naturale rivestimento del corpo, l’abito più morbido ed elegante che si possa desiderare di indossare. Delicata, sinuosa, dolce, la pelle esprime una serie di significati, la pelle seduce, comunica, tende a calamitare, esalta ricordi, magie, momenti. La pelle protegge, arricchisce, crea delle caratterizzazioni specifiche di senso. La pelle è bellezza, sensualità, erotismo, tenerezza. L’epidermide, risponde continuamente agli stimoli esterni ed interni, al caldo, al freddo, ai meccanismi interni ed esterni al corpo, alle emozioni, ai sentimenti. La pelle traspira ogni singola sensazione, la pelle cattura gli sguardi, esprime paura, dolore, gioia, commozione, emozione, tenerezza, dolcezza, sensualità. Come un foglio bianco, sul quale scrivere le emozioni, come la sabbia che cambia forma, colore, consistenza, se bagnata, riscaldata, calpestata, cosi la pelle, modifica la sua condizione in relazione a ciò che si sente, a ciò che vi vede, si ascolta, si tocca. (Cit.)
Torna all'inizio della Pagina

itaindo
iNudistfedelissimo

Ros2


Regione: Lombardia
Prov.: Milano
Città: Rozzan(geles)


2631 Messaggi

Inserito il - 15/04/2014 : 12:39:28  Mostra Profilo Invia a itaindo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
A me e' stata consigliata qualche modifica:ho capito benissimo il discorso e ne avrei discusso volentieri,sia riguardo la punteggiatura sia sulla costruzione di certe frasi,sia sul titolo.Ma non avevo tempo (ne' molta voglia) di fare modifiche sostanziali allo scritto inviato:mi e' rimasta la soddisfazione di aver partecipato ma soprattutto quella di aver messo per iscritto,al volo e senza nessuna pretesa, un ricordo bambino che mi ha fatto bene recuperare;se non ci fosse stata questa iniziativa probabilmente sarebbe rimasto solo un bel ricordo lontano,avrebbe perso forza e importanza. Se mai avro' altre velleita' letterarie vedro' di elaborarlo,ma a me rimane comunque la sensazione di una bella esperienza.

Una persona su quattro e' squilibrata. Pensa a tre amici,se ti sembrano ok allora quello squilibrato sei tu.
Associata A.N.ITA

Modificato da - itaindo in data 15/04/2014 12:44:17
Torna all'inizio della Pagina

siman
iNudistfedelissimo

siman


Regione: Liguria
Prov.: Savona
Città: Marchesato Del Carretto


10727 Messaggi

Inserito il - 15/04/2014 : 12:48:39  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di siman  Rispondi Quotando
itaindo ha scritto:

A me e' stata consigliata qualche modifica:ho capito benissimo il discorso e ne avrei discusso volentieri,sia riguardo la punteggiatura sia sulla costruzione di certe frasi,sia sul titolo.Ma non avevo tempo (ne' molta voglia) di fare modifiche sostanziali allo scritto inviato:mi e' rimasta la soddisfazione di aver partecipato ma soprattutto quella di aver messo per iscritto,al volo e senza nessuna pretesa, un ricordo bambino che mi ha fatto bene recuperare;se non ci fosse stata questa iniziativa probabilmente sarebbe rimasto solo un bel ricordo lontano,avrebbe perso forza e importanza. Se mai avro' altre velleita' letterarie vedro' di elaborarlo,ma a me rimane comunque la sensazione di una bella esperienza.


Il tuo racconto, pubblicato o no, è rimasto comunque l'unico (tra tutti quelli giunti )ad aver esplorato il tema nudista con occhi e parole di un bimbo e questo, al di là di tutto, è un tuo merito.

Come avevo scritto in qualche post: il bello dello scrivere e partecipare, è quello di mettersi in gioco. L'eventuale pubblicazione o meno è in secondo piano.

Meno merito è il non aver voluto trovare un paio d'ore per riassemblarlo secondo i consigli che ti sono arrivati, tramite me, da molte persone nudiste e non.



UN FORUM E' COME UN'ORCHESTRA. MA FAR PARTE DI UN'ORCHESTRA NON SIGNIFICA SAPER COMPORRE UNA SINFONIA.

SII FELICE DA VIVO PERCHE' RIMARRAI MORTO PER UN BEL PEZZO

Semel in anno licet insanire




Modificato da - siman in data 15/04/2014 12:50:29
Torna all'inizio della Pagina

itaindo
iNudistfedelissimo

Ros2


Regione: Lombardia
Prov.: Milano
Città: Rozzan(geles)


2631 Messaggi

Inserito il - 15/04/2014 : 13:11:04  Mostra Profilo Invia a itaindo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ma magari ho dato spunto a qualcuno piu' bravo e malleabile di me

Una persona su quattro e' squilibrata. Pensa a tre amici,se ti sembrano ok allora quello squilibrato sei tu.
Associata A.N.ITA
Torna all'inizio della Pagina

siman
iNudistfedelissimo

siman


Regione: Liguria
Prov.: Savona
Città: Marchesato Del Carretto


10727 Messaggi

Inserito il - 15/04/2014 : 13:15:30  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di siman  Rispondi Quotando
itaindo ha scritto:

Ma magari ho dato spunto a qualcuno piu' bravo e malleabile di me


Impossibile.
Nessuno (tra i pochi che lo hanno letto) può pubblicare la rivisitazione del tuo racconto senza il tuo consenso.



UN FORUM E' COME UN'ORCHESTRA. MA FAR PARTE DI UN'ORCHESTRA NON SIGNIFICA SAPER COMPORRE UNA SINFONIA.

SII FELICE DA VIVO PERCHE' RIMARRAI MORTO PER UN BEL PEZZO

Semel in anno licet insanire



Torna all'inizio della Pagina

itaindo
iNudistfedelissimo

Ros2


Regione: Lombardia
Prov.: Milano
Città: Rozzan(geles)


2631 Messaggi

Inserito il - 15/04/2014 : 13:42:11  Mostra Profilo Invia a itaindo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Non parlo di rivisitazione, parlo di spunto,che e' ben diverso. Non credo di essere stata l'unica al mondo ad aver visto miei coetanei nudi (a tre anni) in spiaggia senza che venisse allertata l'Interpol

Una persona su quattro e' squilibrata. Pensa a tre amici,se ti sembrano ok allora quello squilibrato sei tu.
Associata A.N.ITA
Torna all'inizio della Pagina

siman
iNudistfedelissimo

siman


Regione: Liguria
Prov.: Savona
Città: Marchesato Del Carretto


10727 Messaggi

Inserito il - 15/04/2014 : 14:21:17  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di siman  Rispondi Quotando
itaindo ha scritto:
... Non credo di essere stata l'unica al mondo ad aver visto miei coetanei nudi (a tre anni) in spiaggia senza che venisse allertata l'Interpol


Assolutamente no.
Però sei stata l'unica tra una cinquantina di autori, ad aver avuto la fantasia e l'intuizione di approcciare il nudismo da quell'ottica.

Non è difficile scrivere, l'arduo è avere delle buone ispirazioni.

Nella raccolta di idee durante il concorso, ci sono stati due racconti tra quelli "non impeccabili" meritevoli di essere rivisti.
Uno (il tuo) è andato purtroppo perso, l'altro (con il permesso del suo ideatore) è presente nell'antologia.



UN FORUM E' COME UN'ORCHESTRA. MA FAR PARTE DI UN'ORCHESTRA NON SIGNIFICA SAPER COMPORRE UNA SINFONIA.

SII FELICE DA VIVO PERCHE' RIMARRAI MORTO PER UN BEL PEZZO

Semel in anno licet insanire




Modificato da - siman in data 15/04/2014 14:27:45
Torna all'inizio della Pagina

itaindo
iNudistfedelissimo

Ros2


Regione: Lombardia
Prov.: Milano
Città: Rozzan(geles)


2631 Messaggi

Inserito il - 15/04/2014 : 15:25:33  Mostra Profilo Invia a itaindo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Evvabeh,non avendo velleita'/capacita' letterarie non ho fatto altro che partecipare ad un'iniziativa che ritenevo valida e a cui ho aderito d'istinto,per diffondere un po' di entusiasmo.
L'idea era quella di mandare qualcosa e di affidarsi ad un comitato giudicante,non di proporre e poi di definire/rifinire/discutere in modo da far pubblicare,quello potrei farlo se volessi a tutti i costi pubblicare qualcosa di mio.
Mi fa piacere,ovviamente,che quello che ho scritto sia stato preso seriamente in considerazione ma mi fate sentire quasi in colpa per non averci messo troppe aspettative .
Sara' per una prossima volta,l'importante e' che si sia arrivati alla pubblicazione.
Aggiungo una "chiosa",assolutamente non polemica:sinceramente sono contenta di non essere stata pubblicata piuttosto che trovarmi impelagata in questioni di punteggiatura.

Una persona su quattro e' squilibrata. Pensa a tre amici,se ti sembrano ok allora quello squilibrato sei tu.
Associata A.N.ITA
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 2 Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
Pagina Successiva
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
Forum de iNudisti © 2006 / 2015 iNudisti Torna all'inizio della Pagina
Snitz Forums 2000