Header image
La più grande community Nudista d'Italia!
Forum de iNudisti - Cosa fareste per la promozione del nudismo se...
Forum de iNudisti

Forum de iNudisti
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Racconti e Opinioni
 Sondaggi
 Cosa fareste per la promozione del nudismo se...
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Pagina Precedente
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva
Pagina: di 2

Zeno
iNudistaffezionato

Zeno



266 Messaggi

Inserito il - 17/02/2016 : 10:45:24  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Diamo tutti i 111000 € alla D'Urso ...che ci fa pubblicità tutti i giorni. Una volta che sdoganiamo l'idea nella testa delle signore di una certa età che la guardano, la strada è in discesa verso il parlamento! Questa è una battuta ma neanche tanto; ci son tante persone che ancora giungono all'informazione solo da un certo tipo di tv, poi fatta una base di opinione pubblica con l'appoggio di qualcuno in politica si può fare qualcosa ...
Torna all'inizio della Pagina

mozartiano
iNudistaffezionato


Regione: Trentino - Alto Adige
Prov.: Bolzano


204 Messaggi

Inserito il - 17/02/2016 : 15:10:04  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Ripensando alla tesi sul nudismo cui abbiamo collaborato con il questionario qualche settimana fa, credo che non sarebbe male destinare un po' di soldini a un gruppetto di esperti di chiara fama in molteplici settori (sociologico, storico, psicologico, pediatrico, del turismo, della salute, etc.) affinché analizzino il nudismo e i suoi positivi effetti dai vari punti di vista.
Ne uscirebbe una piccola raccolta di studi o saggi brevi, con la quale corroborare con la forza dell'accademia le richieste dei nudisti agli amministratori pubblici. Senza contare poi che su questa base si potrebbero organizzare convegni di un certo spessore per promuovere il nudismo.

- mozartiano http://www.inudisti.it/it/amici/amico.aspx?id2=32399

Socio A.N.ITA.

Blog: http://esserenudo.net

Torna all'inizio della Pagina

Zeno
iNudistaffezionato

Zeno



266 Messaggi

Inserito il - 17/02/2016 : 15:56:15  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Ottimo mozartiano, sarebbe interessantissimo e io e te ci incontreremmo al convegno a commentare magari il libro che ne deriva .....ma come far giungere l'informazione ai tanti uomini e donne che non leggono neanche un libro all'anno? Che si informano solo su facebook o se più anziani solo con la tv!?
Torna all'inizio della Pagina

mozartiano
iNudistaffezionato


Regione: Trentino - Alto Adige
Prov.: Bolzano


204 Messaggi

Inserito il - 17/02/2016 : 16:31:41  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Zeno ha scritto:

Ottimo mozartiano, sarebbe interessantissimo e io e te ci incontreremmo al convegno a commentare magari il libro che ne deriva .....ma come far giungere l'informazione ai tanti uomini e donne che non leggono neanche un libro all'anno? Che si informano solo su facebook o se più anziani solo con la tv!?


Ma infatti il target di questa (ideale) iniziativa non sarebbe il pubblico indistinto dei "tanti uomini e donne", bensì essenzialmente la ristretta cerchia dei decisori politici, molti dei quali hanno un atteggiamento di chiusura nei confronti del nudismo semplicemente perché non sanno cos'è e sottovalutano le sue potenzialità.

- mozartiano http://www.inudisti.it/it/amici/amico.aspx?id2=32399

Socio A.N.ITA.

Blog: http://esserenudo.net

Torna all'inizio della Pagina

siman
iNudistfedelissimo

siman


Regione: Liguria
Prov.: Savona
Città: Marchesato Del Carretto


10727 Messaggi

Inserito il - 17/02/2016 : 16:52:32  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di siman  Rispondi Quotando
mozartiano ha scritto:


Ma infatti il target di questa (ideale) iniziativa non sarebbe il pubblico indistinto dei "tanti uomini e donne", bensì essenzialmente la ristretta cerchia dei decisori politici, molti dei quali hanno un atteggiamento di chiusura nei confronti del nudismo semplicemente perché non sanno cos'è e sottovalutano le sue potenzialità.



Mi permetto di aprire una parentesi (così nessuno lo chiama O.T.).

- Dalla mia poca esperienza sull'imprenditoria turistica mi son sempre chiesto come mai nessuno (o pochissimi) abbiano puntato su questa risorsa del terziario.
Beh, non sono un esperto di marketing e neppure (purtroppo) uno che può girare molto ma ho riflettuto su alcune cose.

- In Corsica ci son moltissimi villaggi nudisti. Ho visto solo la realtà di Punta Chiappa. Bellissimo, stupendo, wow, wow, wow finché volete ma...è carente da ogni parte: investimenti per la manutenzione quasi pari a zero.
Noncuranza o poca redditività per mantenerlo piacente? Non lo so.

- In Liguria c'è un campeggio nudista. Non ci sono mai stato e non posso giudicare ma è dalle mie parti e conosco la zona.
30 chilometri dal mare con in più la endemica ardua possibilità di parcheggiare sulla costa se si vuole nuotare in mare.
Neppure montagna (è collinare) e tra l'altro, credetemi, la zona non è tra i molti fiori all'occhiello della mia regione e quindi, come zona di vacanza è (secondo me) un suicidio commerciale investire laggiù. Forse la scelta del nudismo, in questo caso, è stata appunto dettata dalla assoluta mancanza di concorrenza "nudista" da una parte e da quella imbattibile tessile dall'altra.

- Altri campeggi nudisti che non ho mai frequentato, ma di cui ho sentito parlare qui (sia italiani che croati), pare che in alta stagione trasformino buona parte della loro ricettività da nudista a tessile.

- Il "nostro" paradiso di Zello, a quanto ne so, ogni anno ha bisogno della battaglia di Sergio per poter continuare ad essere zona nudista perché i proprietari vorrebbero trasformarlo.

- Non voglio annoiarvi sull'altra celebre località nudista francese (o pseudo nudista per molti di voi) ma, laggiù, a parità di grandezza, bellezza e arredamento degli appartamenti...quelli tranquilli, silenziosi, lontani dalla movida (parliamo di 300 mt e non di chilometri), costano molto meno della metà sia in acquisto che in affitto e a parità di spese condominiali.
C'è da riflettere non credete?


A questo punto mi chiedo:
se io trovassi sotto una piastrella della mia cantina la classica pentola piena di monete d'oro...con simili presupposti, mi butterei su un'avventura imprenditoriale nudista? Oppure farei un qualcosa mirato alla maggioranza dei turisti (tessili) e mi godrei il nudismo personalmente quando in ferie?



Splendida anzi, strepitosa l'idea di usare una considerevole somma da regalare ad un comune in cambio di una zona espressamente e ufficialmente nudista.
Cosa daremmo in cambio nel futuro? Un luogo perennemente tenuto pulito dalle cartacce?
Solo?
Mi pare un po' poco.
I centomila euro ad un comune durano un anno e poi? Che cosa gli ritorna economicamente da quel luogo pubblico destinato al nudismo?
Le giunte comunali durano cinque anni e non è matematico che vengano successivamente rielette le stesse.











UN FORUM E' COME UN'ORCHESTRA. MA FAR PARTE DI UN'ORCHESTRA NON SIGNIFICA SAPER COMPORRE UNA SINFONIA.

SII FELICE DA VIVO PERCHE' RIMARRAI MORTO PER UN BEL PEZZO

Semel in anno licet insanire




Modificato da - siman in data 17/02/2016 17:19:44
Torna all'inizio della Pagina

Nudomark
iNudistfedelissimo


Regione: Lombardia
Prov.: Como
Città: Como


2370 Messaggi

Inserito il - 17/02/2016 : 18:36:08  Mostra Profilo Invia a Nudomark un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Siman non immagini quanta richiesta c'è di strutture naturiste!
La Croazia non fa più testo perché sta aprendo ai turisti dell'est abitualmente non avvezzi al naturismo.
Quello italiano che si tramuta in tessile in agosto non fa più testo perché ormai abbandonato dalla clientela per questo motivo.
Il campeggio ligure, pur svantaggiato dalla posizione si sta ampliando e ogni anno presenta nuove strutture, è gestito da giovani molto intraprendenti e sta riscuotendo grande successo da parte degli olandesi che amano le strutture meno commerciali di quelle francesi.
Stanno aprendo strutture in Puglia e ci sono richieste in zone che nessuno penserebbe.
Credimi se avessimo gli accessi al mare della Francia e della Spagna avremmo la corsa ad investire nel naturismo.
E' su questo che bisogna lavorare.
Spiagge libere che attirano chi va all'estero e di conseguenza gli investitori.


Modificato da - Nudomark in data 17/02/2016 18:39:23
Torna all'inizio della Pagina

siman
iNudistfedelissimo

siman


Regione: Liguria
Prov.: Savona
Città: Marchesato Del Carretto


10727 Messaggi

Inserito il - 17/02/2016 : 21:51:43  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di siman  Rispondi Quotando
Marco, io non remavo contro. Ci mancherebbe.
Ho solo riflettuto su ciò che conosco e su ciò che è stato raccontato qui.
Da imprenditore, probabilmente sbagliando, andrei con i piedi di piombo.







UN FORUM E' COME UN'ORCHESTRA. MA FAR PARTE DI UN'ORCHESTRA NON SIGNIFICA SAPER COMPORRE UNA SINFONIA.

SII FELICE DA VIVO PERCHE' RIMARRAI MORTO PER UN BEL PEZZO

Semel in anno licet insanire



Torna all'inizio della Pagina

Nudomark
iNudistfedelissimo


Regione: Lombardia
Prov.: Como
Città: Como


2370 Messaggi

Inserito il - 17/02/2016 : 22:18:02  Mostra Profilo Invia a Nudomark un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
siman ha scritto:

Marco, io non remavo contro. Ci mancherebbe.
Ho solo riflettuto su ciò che conosco e su ciò che è stato raccontato qui.
Da imprenditore, probabilmente sbagliando, andrei con i piedi di piombo.



Certo avevo compreso! Al giorno d'oggi poi per iniziare qualsiasi attività o si hanno le spalle ben coperte o è davvero problematico e rischioso!

Torna all'inizio della Pagina

Saturn
iNudistospite



49 Messaggi

Inserito il - 18/02/2016 : 11:49:57  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Siman, le tue considerazioni sono interessanti. L'idea che mi sono fatto io è che, almeno in passato e all'estero, dare la possibilità di fare nudismo sia stato visto ANCHE come il modo per attirare turismo balneare (o simile) in zone meno favorite da altri punti di vista: Croazia, Francia atlantica o interna, Germania ecc.
I posti come l'Italia in cui i turisti venivano comunque non avevano lo stimolo per aprirsi in questo senso. Per lo stesso motivo le maggiori città d'arte italiane offrono servizi peggiori di quelle meno frequentate in italia o all'estero.

Ora però i nudisti italiani sono qualcosa di più di una nicchia e le poche iniziative presenti hanno un buon successo quindi forse è più appetibile anche come investimento. Certo però che chi non è mosso anche da una personale passione e quindi pronto anche a affrontare malumori, opposizioni, difficoltà, in mancanza di una legislazione esplicita preferirà andare sul sicuro ed a aprire strutture tessili.
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 2 Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
Pagina Precedente
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
Forum de iNudisti © 2006 / 2015 iNudisti Torna all'inizio della Pagina
Snitz Forums 2000