Header image
La più grande community Nudista d'Italia!
Home Amici Blog eZine Luoghi Link Regolamento Facebook Instagram
Forum de iNudisti
Forum de iNudisti

Forum de iNudisti
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]
 Tutti i Forum
 Linea diretta con le Associazioni ... e i gruppi
 UNS - Unione Naturisti Siciliani
 Nudisti a Torre Salsa, caso archiviato Il giudice:

Nota: Devi essere registrato per poter inserire un messaggio.
Per registrarti, clicca qui. La Registrazione è semplice e gratuita!

Larghezza finestra:
Nome Utente:
Password:
Icona Messaggio:              
             
Messaggio:

  * Il codice HTML è OFF
* Il Codice Forum è ON

Faccine
Felice [:)] Davvero Felice [:D] Caldo [8D] Imbarazzato [:I]
Goloso [:P] Diavoletto [):] Occhiolino [;)] Clown [:o)]
Occhio Nero [B)] Palla Otto [8] Infelice [:(] Compiaciuto [8)]
Scioccato [:0] Arrabbiato [:(!] Morto [xx(] Assonnato [|)]
Bacio [:X] Approvazione [^] Disapprovazione [V] Domanda [?]
Seleziona altre faccine

   Allega file
  Clicca qui per inserire la tua firma nel messaggio.
Clicca qui per sottoscrivere questa Discussione.
   

V I S U A L I Z Z A    D I S C U S S I O N E
GiuseppePA Inserito il - 21/01/2014 : 18:33:19
Erano stati denunciati ad agosto 2012
Nudisti a Torre Salsa, caso archiviato
Il giudice: “Nessun atto osceno”

“Siamo di fronte a una sentenza che farà storia e di cui si parlerà per molto tempo. Questa archiviazione rappresenta un grande vittoria non solo per gli indagati, ma per tutto il naturismo siciliano”.

Commenta soddisfatto Leonardo Rosso, presidente dell’associazione “Unione naturisti siciliani”, l’accoglimento della richiesta di archiviazione da parte del gip del Tribunale di Agrigento Stefano Zammuto in merito all’accusa di atti osceni in luogo pubblico nei confronti di un gruppo di nudisti presenti sulla spiaggia di Torre Salsa il 5 agosto 2012. Tra i soggetti denunciati dalle forze dell’ordine, gli iscritti all’associazione Uns sono stati rappresentati dall’avvocato Jean Pascal Marcacci, presidente a sua volta dell’associazione Aner e impegnato nella difesa dei naturisti su tutto il territorio nazionale.

La sentenza conferma gli ultimi orientamenti della giurisprudenza, in particolare dopo le assoluzioni che rispettivamente lo scorso ottobre e dicembre hanno riguardato due gruppi di naturisti presso il Lido di Dante in provincia di Ravenna e al Cesano di Senigallia.

A marzo del 2013, il pm aveva avanzato la richiesta di archiviazione parlando di “infondatezza della notizia di reato” e facendo riferimento al “modificarsi dei costumi sull’intero territorio nazionale, mode e mass-media”, nonché delle “diverse, concrete circostanze”.

Dalle fotografie e i filmati presentati, nessun atto di esibizionismo è stato riscontrato nel tratto di litorale all’interno di un’oasi naturista gestita dal Wwf e nella quale viene usualmente praticato il nudismo.

“Alla luce di questa sentenza spero che le forze dell’ordine possano iniziare a fare una giusta distinzione tra naturisti e ‘trasgressivi’ – precisa Leonardo Rosso –, interrompendo quello che a livello nazionale ha tutta l’aria di essere una persecuzione a carico dei naturisti, e focalizzando la loro attenzione solo sui responsabili di atti osceni in luogo pubblico che con i loro comportamenti minacciano la tranquillità dei naturisti stessi”.
10   U L T I M E    R I S P O S T E    (in alto le più recenti)
n/a Inserito il - 12/03/2014 : 10:44:11
Anch'io saluto con piacere la formula di assoluzione.
Bisogna essere contenti.
In particolare Torre Salsa è uno splendore e non può essere rovinato da atteggiamenti lontani ai principi naturisti, compresa la maldicenza e le malintenzioni partecipate dei più.
Ci sono stato l'anno scorso e per tutta l'estensione dell'arenile (che mi ricordava le spiagge caraibiche e per parte quelle africane) non si potrebbe nemmeno insinuare dubbi di altro segno, se non quello purista e sano.
Siete forti amici siciliani.
Evviva!!!
Emanuele Cinelli Inserito il - 24/01/2014 : 18:49:07
Biotto ha scritto:

Emanuele Cinelli ha scritto:
...forze dell'orine...


La furia gialla...


Lapsus freudiano forse eheheheh
No solo tastiera wireless e io che digito troppo velocemente.
maro58 Inserito il - 24/01/2014 : 18:40:52
Con tutte le limitazioni del caso ma direi che sia una sentenza quasi storica ! ! !
Fenice ottimo lo sfogo senza necessità di scusarsi...
...anzi complimenti, da parte mia, per lo sfogo.

PS: grande sto giudice Stefano Zammuto ed il PM Salvatore Vella ( che aveva chiesto l'archiviazione )
Biotto Inserito il - 24/01/2014 : 12:55:33
Emanuele Cinelli ha scritto:
...forze dell'orine...


La furia gialla...
GiuseppePA Inserito il - 23/01/2014 : 12:44:39


Allegato: AG2201-PAG1-25.pdf
111,83 KB
mozartiano Inserito il - 22/01/2014 : 13:22:12
Ottima notizia!

E' possibile reperire il testo della sentenza e magari anche quello della richiesta di archiviazione fatta dal Pubblico Ministero? E i testi dei provvedimenti nei casi di Ravenna e Senigallia?

Credo che queste recenti prese di posizione dei giudici di merito siano importanti perché contribuiscono a creare quella "giurisprudenza costante" che può essere invocata per testimoniare come il nudismo possa venir considerato come "sdoganato" a livello sociale e giudiziale. E il loro valore è tanto maggiore in quanto provengono da chi non è naturista (o magari i giudici in questione lo sono, chissà... ).

Anch'io ritengo, come Emanuele, che la parola "fine" alla persecuzione dei nudisti in Italia potrà essere detta solo con una legge nazionale (che sia quanto più sintetica possibile, altrimenti rischia solo di far danni: basta una piccolissima modifica al codice penale, non un testo unico di regolamentazione del naturismo!), ma al tempo stesso mi rendo conto che è un traguardo ambizioso.

Penso però, da ottimista quale sono, che le varie sentenze dei giudici siano altrettanti piccoli passi di avvicinamento a quel traguardo.

Per questo sarebbe forse utile avere una sorta di piccola "banca dati" con i testi completi delle sentenze e dei vari provvedimenti emessi a favore dei nudisti (ovviamente con l'omissione di nomi e cognomi delle persone coinvolte).
Emanuele Cinelli Inserito il - 22/01/2014 : 07:02:14
Ottimo!!!

Purtroppo le denunce continueranno e con esse, temo, gli interventi delle forze dell'ordine dato che c'è sempre chi non vuole accettare i segni di cambiamento, chi preferisce credere alle voci d'ignoranza piuttosto che informarsi adeguatamente, chi osteggia le cose per partito preso: vedevo ieri un paio di commenti, fatti dalla stessa persona, al post di un amico a proposito della frase di chiusura, il tizio lamentava che così, visti i numeri di guardoni e via dicendo che girano nelle spiagge nudiste, le forze dell'ordine avrebbero avuto un surplus di lavoro notevole, pari solo a quello delle manifestazioni violente.

Sono pochi ma si fanno sentire, a differenza dei nudisti e di quelli che concordano che, invece, se ne stanno malauguratamente in silenzio e così, il peso dei primi pare essere più forte di quello dei secondi.

IL solo modo per dare uno stop definitivo alle denunce è quello di una legge nazionale che chiarisca l'estraneità del nudo, finanche pubblico, agli atti osceni e all'offesa della pubblica morale.

Tamponi provvisori possono essere le leggi regionali, se ben fatte, e una netta reazione delle forze dell'ordine a denunce sbagliate: multa a chi ha fatto la denuncia.
starless Inserito il - 22/01/2014 : 00:10:05
Non avevo dubbi!
Marcolino Inserito il - 21/01/2014 : 23:35:57
Ooooooh benone!!!!
a_fenice Inserito il - 21/01/2014 : 23:21:22
gli ultimi due anni in particolare hanno riportato molti successi come questo. Era ora. Finalmente la mentalità della magistratura in merito stà cambiando. peccato che le forze dell'ordine sprechino ancora i pochi fondi a disposizione a caccia di uccelli senza penne, piuttosto che a caccia di mafiosi, delinquenti e evasori.
O in fondo siamo meno pericolosi noi, quindi la giornata passa con meno rischi, o davvero sarebbe ora si facessero due conti sulla differenza tra atti osceni e offesa del pudore, di chi poi non si sa.
Non è affatto vero che per una beghina o un papà che ha paura che la figlia veda anzitempo (tutto poi da dimostrare), un pisello, questi debba lasciare i loro importatissimi e fondamentali compiti, per dar la caccia al suddetto uccello.
Dovrebbero saperlo ormai che le stagioni di caccia, con le relative aree, hanno dei limiti ben fissati, e che bisogna avere la licenza per cacciarli E loro hanno tutte le licenze possibili, ma non quella di caccia.


Scusate lo sfogo, ma ogni tanto uno sente il bisogno di sfogarsi.

Complimenti ragazzi, avanti a tutta forza. Un'altra battaglia è vinta

Forum de iNudisti © 2006 / 2020 iNudisti Torna all'inizio della Pagina
Snitz Forums 2000