Header image
La più grande community Nudista d'Italia!
Home Amici Blog eZine Luoghi Link Regolamento Facebook Instagram
Forum de iNudisti
Forum de iNudisti

Forum de iNudisti
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]
 Tutti i Forum
 Racconti e Opinioni
 Ecologia & ambiente
 Referendum

Nota: Devi essere registrato per poter inserire un messaggio.
Per registrarti, clicca qui. La Registrazione è semplice e gratuita!

Larghezza finestra:
Nome Utente:
Password:
Icona Messaggio:              
             
Messaggio:

  * Il codice HTML è OFF
* Il Codice Forum è ON

Faccine
Felice [:)] Davvero Felice [:D] Caldo [8D] Imbarazzato [:I]
Goloso [:P] Diavoletto [):] Occhiolino [;)] Clown [:o)]
Occhio Nero [B)] Palla Otto [8] Infelice [:(] Compiaciuto [8)]
Scioccato [:0] Arrabbiato [:(!] Morto [xx(] Assonnato [|)]
Bacio [:X] Approvazione [^] Disapprovazione [V] Domanda [?]
Seleziona altre faccine

   Allega file
  Clicca qui per inserire la tua firma nel messaggio.
Clicca qui per sottoscrivere questa Discussione.
   

V I S U A L I Z Z A    D I S C U S S I O N E
carla77 Inserito il - 09/03/2016 : 09:35:19
Vorrei sapere cosa ne pensate per avere uno scambio serio e obiettivo di opinioni.

http://www.internazionale.it/notizie/2016/02/24/referedum-trivelle

A prima vista non mi sembra molto nocivo rinnovare le concessioni già in atto (anzi!), ma forse sono orba io e hanno ragione quelli che urlano no a rovinare le nostre coste?
30   U L T I M E    R I S P O S T E    (in alto le più recenti)
Fede Inserito il - 25/04/2016 : 16:13:58
Rispetto a molti altri luoghi del mondo siamo molto fortunati!!!
libero13 Inserito il - 25/04/2016 : 12:00:23


"Io non mi sento italiano
ma per fortuna o purtroppo lo sono." Giorgio Gaber[/green]




...anche oggi sono italiano , siamo italiani, purtroppo o per fortuna questo non saprei ormai, ma tristemente lo sono anche a riguardo dei referendum...
Mai perdere i diritti ottenuti col sacrificio di quella gente che ha dato la vita x lasciarci Liberi ! ...
quagliozzi Inserito il - 25/04/2016 : 09:39:20
nick54 ha scritto:

quagliozzi ha scritto:

Nick, forse hai letto male. Il marzo caldo è stato nel 1880, non nel 1850!


A lavà la cap o ciucc, se perd iacq e sapon.


A fronte di queste precise argomentazioni non posso che alzare bandiera bianca.
nick54 Inserito il - 24/04/2016 : 22:20:41
siman ha scritto:

Quando i governatori delle regioni promulgheranno un referendum
contro i versamenti di petrolio nei fiumi/torrenti che


POI




si riverseranno in mare entro


LE DODICI MIGLIA?









Era tutto compreso.......in quello precedente.
nick54 Inserito il - 24/04/2016 : 22:19:28
quagliozzi ha scritto:

Nick, forse hai letto male. Il marzo caldo è stato nel 1880, non nel 1850!


A lavà la cap o ciucc, se perd iacq e sapon.
siman Inserito il - 24/04/2016 : 12:04:11
Quando i governatori delle regioni promulgheranno un referendum
contro i versamenti di petrolio nei fiumi/torrenti che


POI




si riverseranno in mare entro


LE DODICI MIGLIA?








quagliozzi Inserito il - 24/04/2016 : 11:13:50
Fede ha scritto:

E' verosimile che i dati più attendibili sono a noi disponibili solo negli ultimi 50 anni.



Questo è il punto: 50 anni sono un'inezia rispetto ai tempi in cui si verificano le variazioni climatiche subite sulla Terra. Può essere (nessuno ne ha la certezza) che sulla base di questi dati si sia creato un allarmismo tale da far convogliare ingenti somme che andranno a riempire qualche tasca (che non è la nostra).
Fede Inserito il - 24/04/2016 : 10:28:27
Ho letto che si può parlare di anno più caldo in termini di temperature globali, cioè si fa una media di tutte le temperature di quell'anno e su tutti i luoghi della terra.
Nel 1880 non si erano messi d'accordo su tutta la terra per misurare la temperatura tutti insieme e a intervalli regolari.
E' verosimile che i dati più attendibili sono a noi disponibili solo negli ultimi 50 anni.

Mi chiedo sempre se l'uso di combustibili fossili è il responsabile dell'aumento della temperatura globale.

Comunque sono andato a votare "Si" al referendum, soprattutto perché le compagnie petrolifere in questo paese saccheggiano le risorse naturali e lasciano qui pochi spiccioli.
Le royalties:
-in Italia la Total paga allo stato italiano il 7% del valore del prodotto estratto;
-In Nigeria le compagnie pagano il 44% del valore del prodotto estratto;
-in Norvegia le compagnie pagano il 64% del valore del greggio estratto.

Per di più l'Italia non è energeticamente indipendente, eppure il greggio estratto viene venduto all'estero.
I governi italiani degli ultimi 20 anni sono stati soggetti a una forte attività di lobbismo anche dalle big oil.
quagliozzi Inserito il - 22/04/2016 : 19:43:48
Nick, forse hai letto male. Il marzo caldo è stato nel 1880, non nel 1850!
nick54 Inserito il - 22/04/2016 : 17:30:31
Allora cercherò di spiegarti sempre se ci riesco.....

Mettiamo che tu sei nato a gennaio del 1850 , e che hai avuto un forte raffreddore, e che tra le altre cose, hanno dovuto misurarti la febbre.

Ma questo raffreddore purtroppo era persistente. e la febbre, erano costretti a misurartela ogni giorno, e per vedere come evolveva la situazione se la sono scritta su di un bel foglio di carta.

Passavano gli anni, ma questa febbre, invece di scendere saliva e qualcuno diceva , ma adesso è più alta di due anni fa, mano, ma si,guarda è scritto quì.

Senza portarla per le lunghe, arrivati ai giorni nostri, qualcuno ha preso quel bel foglio di carta dove vi erano riportete tutte le linee di febbre che hai avuto, ed ha notato, ma guarda.....E' dal 1850 ANNO IN CUI ABBIAMO COMINCIATO A MISURARGLI LA FEBBRE che non si registrava una temperatura simile!

Quindi inizia pure da che anno vuoi...., ma ti ricordo che quello è solo il punto iniziale, e non il punto più caldo(che come tutti sanno è altrove).
quagliozzi Inserito il - 22/04/2016 : 16:13:52
Il meteo del TG5 di qualche giorno fa mi ha dato l'occasione per riproporre il solito quesito (sò de coccio...): se il rilevamento delle temperature è iniziato nel 1850 (come ha ricordato l'amico nick54), cos'è che nel 1880 ha determinato un marzo con una temperatura più alta di quella del 2016?

nick54 Inserito il - 20/04/2016 : 23:09:00
siman ha scritto:

nick54 ha scritto:

Zeno ha scritto:

Eh lo so Siman ma così il discorso diventa doloroso e frustrante. Se pensiamo a quanti soldi che l'Italia investe nella guerra ...


Non per niente lo sfogo proposto, era quello di un disertore.....



Questa non l'ho capita.





Scusa....era una battuta... guerra >>>>>>> disertore
siman Inserito il - 20/04/2016 : 23:00:27
nick54 ha scritto:

Zeno ha scritto:

Eh lo so Siman ma così il discorso diventa doloroso e frustrante. Se pensiamo a quanti soldi che l'Italia investe nella guerra ...


Non per niente lo sfogo proposto, era quello di un disertore.....



Questa non l'ho capita.








nick54 Inserito il - 20/04/2016 : 22:45:49
Zeno ha scritto:

Eh lo so Siman ma così il discorso diventa doloroso e frustrante. Se pensiamo a quanti soldi che l'Italia investe nella guerra ...


Non per niente lo sfogo proposto, era quello di un disertore.....
Zeno Inserito il - 20/04/2016 : 22:08:19
Eh lo so Siman ma così il discorso diventa doloroso e frustrante. Se pensiamo a tutti gli sprechi amministrativi o a quanti soldi che l'Italia investe nella guerra ...
siman Inserito il - 20/04/2016 : 11:14:18
Vero che ormai il referendum è acqua passata ma noto in rete ancora molte recriminazioni sui delusi dalla scarsa adesione degli italiani (se non erro, due non-votanti su tre).

Ho trovato questa spiegazione/sfogo in internet da parte di una di quelle persone che ha disertato il seggio e la posto di seguito:


300 milioni di euro sprecati per far credere agli italiani di avere una coscienza civica ed ecologica. Con gli stessi soldi, si poteva stanziare un fondo per la costruzione, ad esempio, di impianti fotovoltaici privati:

300 milioni di euro / 7500 euro (costo medio in Italia per un'impianto di produzione privata) = 40.000 famiglie. Potenza generata: 120 megawatt (40.000 x 3500 watt per impianto= 120 MILIONI di watt, cioè 120 megawatt). La produzione di energia di una piccola centrale nucleare. Energia che oltre a essere impiegata attivamente, può essere VENDUTA, generando profitto.

Si poteva fare anche altro: incentivare e potenziare il trasporto pubblico, donarli alla ricerca su fonti rinnovabili per sviluppare nuovi materiali e nuovi progetti, offrire 5 medie a testa ad ogni italiano, progettare lanciare e gestire con l'ESA una missione spaziale a basso costo, oppure darli in beneficenza, cazzo.

"Io non mi sento italiano
ma per fortuna o purtroppo lo sono." Giorgio Gaber




a_fenice Inserito il - 19/04/2016 : 19:58:50
decesp....ohi mamma
nick54 Inserito il - 19/04/2016 : 11:00:34
a_fenice ha scritto:

@nick54. Depilazione intima? Sempre pronto a insegnarti qualcosa… ma in altro che topic


Purtroppo sei arrivato tardi.....ho già provveduto col decespugliatore.... ho fatto male
a_fenice Inserito il - 18/04/2016 : 23:32:14
@nick54. Depilazione intima? Sempre pronto a insegnarti qualcosa… ma in altro che topic
a_fenice Inserito il - 18/04/2016 : 23:29:47
Bene a la sfida è stata lanciata e il topic aperto. Ne ho creato uno solo pluritematico, perche ho paura e sentore che durerà poco.
Spero ci sia chi mi smentisca e diventi così prolisso da dover dividere i temi.
Vediamo se siamo davvero vicini alla natura o sappiamo solo millantare durante i referendum.

Polemico? Si , volutamente, perché finora son rimasto solo deluso da tanti che si riempiono la bocca ma poi… fatti zero.

Dimostriamo che la natura che ci interessa non sia solo quella di patate e piselli, per una buona volta.
mario Inserito il - 18/04/2016 : 22:59:19
Max prima di riparlare di peli e mutande,

fammi postare questo pensiero....sul referendum

Ritornando ai peli sai che io me li tengo volentieri..... perché senza mi sentirei nudo





Oggi leggendo qualche commento in un paio di social, non o potuto fare a meno di pensare, quanto sia meschino, e vergognoso lamentarsi e accusare chi a votato no "e sopratutto chi si è astenuto" per non aver raggiunto il Quorum

La Rivoluzione si fa nelle piazze con il popolo, e non con queste buffonate, riempendo i social di immaggini di animali sporchi di petrolio..... Ma il cambiamento vero e proprio, si fa dentro una cabina elettorale con una matita in mano..... E quella matita, più forte di qualsiasi arma, più pericolosa di una lupara, e più affilata di un coltello.....Non si e rivelata tale..... (Neanche in mano al popolo dei Si, è dei tanti ambientalisti improvvisati, al punto di lasciare quel segno indelebile della vittoria che si aspettavano)

Forse perche, la gente abbia sentito puzza di bruciato? E non a voluto sottostare ai giochetti a trabocchetto di questo "inutile referendum" perche la campagna televisiva sulla questione, è stata pari a zero, e sopratutto piena di informazioni false e deviate, dal vero nocciolo della situazione?

(Come per dire..... tu ai un 1.000.000 di euro, e sei convinto di farci delle determinate cose.... faresti mai scegliere ad un'altro di spenderli in modo sbagliato, facendoti però credere, di spenderli nel modo giusto?)

Infatti si son visti pochi tg, e poche trasmissioni televisive, che abbiano dedicato una serata intera a spiegare agli Italiani stò cavolo di referendum a cosa serviva veramente

Vedi invece come ti rompono i co....ioni quando ci sono le elezioni Nazionali con programmi 24h fino al vomito.....

Forse perche...... Ogni cosa che è scomoda viene censurata?

Ma viviamo ormai da 70 anni, in un paese libero e in una democrazia sufficientemente consolidata (dove il voto e anzitutto un diritto esercitabile o meno)
"Non viviamo in Corea del Nord, dove il voto è obbligatorio, ma ad esito scontato"

Quindi il fatto di rivendicare il nostro diritto all’astensione, di partecipare a un processo elettorale..... credo sia un modo legittimo "Forse perché gli italiani hanno cervello e non hanno voluto sostenere un referendum politicizzato?" e soprattutto nel caso in questione, che da tutti e stato considerato, un danno molto grave per la società e l’economia italiana, portando a uno spreco di denaro di milioni di euro, che potevano essere usati per ben altri scopi, nell'aiutare milioni di famiglie Italiane "ripeto Italiane" che ogni giorno si devono inventare come arrivare a fine mese?

E poi onestamente!!!!!! Anche sè eventualmente il voto sarebbe stato a favore dei Si..... A fine concessione lo smantellamento delle piattaforme sarebbe spettato, all'ultimo che le abbia utilizzate "e fidatevi che nessun co....ione, avrebbe fatto nulla.... perché costerebbe troppo"

E quindi, avendo finito le bacchette magiche nel negozio di Herry Potter..... sarebbero state abbandonate a sè stesse (come cattedrali in mezzo al mare, con anni e anni di cause litigiose, tra Eni, Regioni, Comuni e Stato)

Senza dimenticarci, quanti rifiuti tossici, e scarichi chimici, sono stati sono stati abbandonati in mare..... Ne avete idea?

Insomma per concludere, non siamo ancora diventati degli incapaci di prendere decisioni autonome con responsabilità.

Quindi, ritengo giusto e sacrosanto tutelarci dagli avvoltoi, e come una buona parte degli Italiani, e per fortuna troppa....... Anch'io mi sono ASTENUTO
siman Inserito il - 18/04/2016 : 22:52:16
No, dai, non scherziamo: basta depilazioni più o meno intime.
Piuttosto parliamo di tasse.



nick54 Inserito il - 18/04/2016 : 22:30:01
a_fenice ha scritto:

bene, proviamo ad andare avanti allora, nel nostro piccolo?

Però non come è successo coi vegetariani. Finchè c'è stato da sparlare degli onnivori, ogni giorno c'era un post, un articolo, un riferimento.
Appena ho proposto di cominciare a mettere, come partenza, delle ricette vegetariane, che magari potevo isticìgare anche carnivori come me a provare, a assaporare, di cosa si stava parlando.... non solo non è arrivata nessuna ricetta, ma son scomaprse pure le reprimende in tema

Ora si parla di energie. C'è stato un topic sul Tasla, poi deviato sui pannelli, qualche preventivo, e poi più nulla di fatto.

Vogliamo ritirare su esempi pratici di come possiamo fare di più e meglio, ogni giorno su mille aspetti diversi? Ma cose pratiche, realizzabili, non i soli massimi sistemi di cui tutti parlano ma di cui nessuna sa un ciufolo.....

O vogliamo solo tornare a peli e mutande, unica cosa che sembra interessare davvero tutti?

Lancio la sfida..... vediamo se c'è qualcuno di quei 12 milini di votanti tra noi che sia realmente e non solo Renzianamente interessato alla cosa


No! dai!

A parte il fatto che la cucina per me è qualcosa di sacro, è un rito.
Sono sempre lì tra i fornelli, a deliziare chiunque si presenti a tavola.

Per quanto riguarda i pannelli fotovoltaici, devo dire che adesso sono più abbordabili di qualche anno addietro.

Come fonte energetica è da un pò che stò seguendo le pompe di calore
per quanto riguarda il riscaldamento(a pavimento, quindi a bassa temperatura), e la produzione di acqua calda, coadiuvato da qualche pannello di solare termico.

Sui peli e le mutande ero sicuro che ci saremmo ritornati al più presto. anzi, all'inizio invece di rispondere sul tema referendum, stavo per aprire un 3d " su depilazione delle parti intime...croce e deliza dei forumisti alle prime armi "
a_fenice Inserito il - 18/04/2016 : 22:11:32
bene, proviamo ad andare avanti allora, nel nostro piccolo?

Però non come è successo coi vegetariani. Finchè c'è stato da sparlare degli onnivori, ogni giorno c'era un post, un articolo, un riferimento.
Appena ho proposto di cominciare a mettere, come partenza, delle ricette vegetariane, che magari potevo isticìgare anche carnivori come me a provare, a assaporare, di cosa si stava parlando.... non solo non è arrivata nessuna ricetta, ma son scomaprse pure le reprimende in tema

Ora si parla di energie. C'è stato un topic sul Tasla, poi deviato sui pannelli, qualche preventivo, e poi più nulla di fatto.

Vogliamo ritirare su esempi pratici di come possiamo fare di più e meglio, ogni giorno su mille aspetti diversi? Ma cose pratiche, realizzabili, non i soli massimi sistemi di cui tutti parlano ma di cui nessuna sa un ciufolo.....

O vogliamo solo tornare a peli e mutande, unica cosa che sembra interessare davvero tutti?

Lancio la sfida..... vediamo se c'è qualcuno di quei 12 milini di votanti tra noi che sia realmente e non solo Renzianamente interessato alla cosa
nick54 Inserito il - 18/04/2016 : 21:44:47
a_fenice ha scritto:

rischio di ripetermi ma....

vedi nick, non contesto chi è andato a votare, e son convinto che chi ha votato lo ha fatto col trasporto di un'idea pulita del mondo.

Sono solo convinto che:
A- non è questo il sistema, o il modo
B- che il referendum in questione non risolveva nulla, anzi, semmai di ventava pericoloso
C- Sono per le battaglie propositive, che tendano a mitigare tutto ciò che è possibile in fatto inquinatorio
D- sono ancor più convinto che di quel prodotto, pensando agli attuali utilizzi, non si potrà mai fare a meno (pensavo oggi solo a due aspetti, plastica e vernici.....)e ho paura di cosa faremo il giorno che le pompe rimarranno a secco.
E- nel frattempo dobbiamo, tutti, spingere affinchè se ne usi il meno possibile, razionalizzando, adottando alternative, sia per mantenere quanto c'è il più a lungo possibile, sia soprattutto e in primis per lasciare un mondo il più possibile pulito a chi verrà dopo. Però per far questo dobbiamo mettere a tacere gli ostruzionismi ideologici di altri "benefattori".
Animalisiti: non vogliono le pellicce, e hanno ragione da vendere, ma le pellicce ecologiche son fatte di plasitica, alias petrolio
Ambientalisti: vogliono panorami puliti, ma se vogliamo certi tipi di energia, tipo eolica e pannelli, pur sperando che arrivi il genio che inventi qualcosa di piccolo e altamente produttivo, bisogna legargli le mani quando contrastano tali impianti
Ambientalisti/ecologisti: vogliono far cessare i trasposti su gomma, però poco si fa per usare prodotti locali, preferendo quelli che arrivano da oltre oceano, e si oppongono alla creazione di linee ferroviarie, perchè.... si vede una galleria e un viadotto in una valle.....
Cioè... il viraggio verso fonti rinnovabili, non si otterrà mai facendo solo compostaggio e raccolta differenziata. Tutto serve, anche un solo passo fa parte di un viaggio di mille miglia, ma se ad ogni passo, trovi qualcuno che ti ributta indietro, teniamoci caro quanto abbiamo, e piuttosto che dividerci tra noi, facciamo capire a questi "fratelli ribelli", che da qualche parte bisogna cedere: la coperta è corta.


Max , ti ho capito, e ti ho detto che mi trovo d'accordo con quanto dici, ma da qualche parte dobbiamo pure iniziare....
come abbiamo già detto, iniziamo da noi stessi, facendo delle piccole cose, nel nostro fare quotidiano, e se a qualcuno piace, sicuramente ci seguirà, e come mettersi nudo in una spiaggia deserta...sono sicuro che chi verrà dopo di te, ti seguirà.
nick54 Inserito il - 18/04/2016 : 21:30:22
siman ha scritto:

nick54 ha scritto:

Quindi in sintesi da tutto quello che abbiamo dibattuto, è venuto fuori, che la maggioranza degli italiani non è informata abbastanza sulla questione referendaria, una vera e propria disinformazione, che starebbe alla base del non recarsi alle urne.



In parte si e in parte no.


Io capisco la delusione dei tanti ecologisti delusi da questo flop elettorale (leggi: quorum non raggiunto).
Ma purtroppo, e lo dico con vero rammarico, ciò che avevo pensato e alla luce dei commenti post 23 di ieri, si è rivelato corretto:
a nessuno (tolti i movimenti ecologisti che neppure, tuttavia, avevano promosso questo referendum) della questione ecologica non importava un fico secco.
Ecco, secondo me, dove ha perso l'ecologia...è stata sfruttata per altri fini e questa è davvero la sconfitta degli più o meno 80% degli elettori che hanno scritto SI.

Il governatore della Puglia (dove neppure nella sua regione è stato raggiunto il quorum) parlava di vittoria contro l'attuale governo (del suo stesso partito!....boh...pare che in Italia possiamo vantarci di avere una politica davvero naif!).
Il blog dei grilletti ringrazia i 15 milioni di italiani che gli hanno dato fiducia (quindi, seguendo il ragionamento, tutti quelli che son andati a votare SI sono loro elettori (oppure se ne sono bellamente "impadroniti").

Qui, perciò, sta il punto. Forse non era SOLO il "socratiano" sapere di non sapere che ha spinto all'astensione ma anche o soprattutto (e che è capitato a me, per esempio) la volontà di non voler essere sfruttato (spendendo soldi anche miei per indire un referendum) per una vera e propria indagine di mercato/voti sulle vere forze politiche in seno, ancora più grave, ad una stessa coalizione.

Qui, secondo me, andrebbe diretto il vero ragionamento.

La mia astensione perciò, è un "andate a fanculo!" diretto a tutti (TUTTI!!!) i politici in generale.

P.S.
Senza contare che qualche piattaforma estrattiva chiusa tra 10 o più anni (su moltissime che rimarranno attive indipendentemente dall'esito referendario) rispetto a polveri sottili varie, inquinamento da carbone e legna combusta, inquinamento sonoro, inquinamento da altri materiali combusti, discariche varie, inquinamento da fertilizzanti vari e chi più ne ha più ne metta, non avrebbero certo risolto i problemi ambientali.

Quando e se sarà indetto un referendum serio (questo, perdonatemi, era e come si è dimostrato, di una stupidità e inutilità pazzesca) allora ben volentieri andrò a esprimere una mia opinione.



Sono daccordo.

Sulle motivazioni politiche, che hanno veramente "inquinato"
questo referendum, caricandolo di significati inesistenti.

Come spesso accade , i politici hanno fatto di tutto per ingarbugliare il vero significato del referendum, al quale bisogna aggiungere le varie beghe politiche, all'interno dello stesso partito, per non parlare dell'opposizione, e delle varie associazioni ambientaliste che hanno condito il tutto con immagini che non ci appartengono direttamente , ma che gli sono tornate indietro come un boomerang.

Io non sono un estremista, in nessun ambito, sia nudista che naturista, ma cerco nel mio piccolo, di prestare attenzione all'ambiente che mi circonda, adottando tutte quelle cautele per arrecare meno danno.

Non capisco, e non capirò mai, chi a fronte di una concessione ricevuta, per sfruttare i vari giacimenti, e pagata una cacata (mi scuso ma è quello che penso), debba pure arrogarsi il diritto di inquinare quando gli pare e piace, questo perchè non vengono messe in atto tutte le varie
misure di controllo, o se effettuate, risultano stranamente sempre nella norma.

La magistratura, alla fine riesce a metterci una pezza, ma è un andazzo che non sò fino a che punto può reggere.

Ecco perchè in questo paese c'è bisogno di una democrazia partecipata!
a_fenice Inserito il - 18/04/2016 : 21:25:17
rischio di ripetermi ma....

vedi nick, non contesto chi è andato a votare, e son convinto che chi ha votato lo ha fatto col trasporto di un'idea pulita del mondo.

Sono solo convinto che:
A- non è questo il sistema, o il modo
B- che il referendum in questione non risolveva nulla, anzi, semmai di ventava pericoloso
C- Sono per le battaglie propositive, che tendano a mitigare tutto ciò che è possibile in fatto inquinatorio
D- sono ancor più convinto che di quel prodotto, pensando agli attuali utilizzi, non si potrà mai fare a meno (pensavo oggi solo a due aspetti, plastica e vernici.....)e ho paura di cosa faremo il giorno che le pompe rimarranno a secco.
E- nel frattempo dobbiamo, tutti, spingere affinchè se ne usi il meno possibile, razionalizzando, adottando alternative, sia per mantenere quanto c'è il più a lungo possibile, sia soprattutto e in primis per lasciare un mondo il più possibile pulito a chi verrà dopo. Però per far questo dobbiamo mettere a tacere gli ostruzionismi ideologici di altri "benefattori".
Animalisiti: non vogliono le pellicce, e hanno ragione da vendere, ma le pellicce ecologiche son fatte di plasitica, alias petrolio
Ambientalisti: vogliono panorami puliti, ma se vogliamo certi tipi di energia, tipo eolica e pannelli, pur sperando che arrivi il genio che inventi qualcosa di piccolo e altamente produttivo, bisogna legargli le mani quando contrastano tali impianti
Ambientalisti/ecologisti: vogliono far cessare i trasposti su gomma, però poco si fa per usare prodotti locali, preferendo quelli che arrivano da oltre oceano, e si oppongono alla creazione di linee ferroviarie, perchè.... si vede una galleria e un viadotto in una valle.....
Cioè... il viraggio verso fonti rinnovabili, non si otterrà mai facendo solo compostaggio e raccolta differenziata. Tutto serve, anche un solo passo fa parte di un viaggio di mille miglia, ma se ad ogni passo, trovi qualcuno che ti ributta indietro, teniamoci caro quanto abbiamo, e piuttosto che dividerci tra noi, facciamo capire a questi "fratelli ribelli", che da qualche parte bisogna cedere: la coperta è corta.
nick54 Inserito il - 18/04/2016 : 20:50:31
a_fenice ha scritto:

Non sono d'accordo nick, affatto.
La questione referendaria era fallata in tutto.
Non era: cessazione immediata di ogni estrazione, che poteva anche essere discussa, ma solo: finite a scadenza e non a termine.
Falsa questione, dal punto di vista energetico e inquinatorio.

La pubblicità era falsa, fondata su danni petroliferi non esistenti.

I retroscena, i motivi di indizione erano altrettanto falsi, essendo solo fondati sul dio denaro e non su motivi ecologici.

Sulle questioni tecniche gli italiani non se la sono sentita di esprimersi? Direi più che legittimo, se tanto di esperti plurilaureati la pensano in mille modi diversi.

Non possiamo pensare che uno diventi esperto solo perché deve votare, altrimenti da domattina possiamo chiamare tutti dottori plurilaureati.

Sulle questioni energetiche pure. Non è chiudendo due anni prima 20 trivelle che si smuove il panorama delle energie alternative.

Sulle questioni inquinatorio idem. Ciò che non ha fatto danni per oltre 30 anni non potrà farne nei prossimi 10

Sulla questione politica economica… le regioni avranno i loro poteri dalla prossima legislatura, e quella sarà la sede dove potranno farsi valere. Pensiamo forse di essere così esperti noi per discutere come risanare una economia che nessuno al mondo riesce a fare? E pensiamo di riuscire a farlo chiudendo prima del tempo qualche trivella?

Ci sarebbe invece una marea da dire su una certezza che c'era sin dall'inizio: 400.000.000 buttati dalla finestra, mentre ci potevano uscire tanti incentivi al rinnovabile, o un buon extra per le pensioni minime. E questo è un dato di fatto, l'unico su cui riflettere davvero


Ho espresso il mio punto di vista, e mi sono soffermato soprattutto
sull'esercizio democratico da parte dei cittadini relativamente al referendum, invitando comunque a partecipare.

Di tutto quanto il resto ne abbiamo dibattuto abbastanza e nonostante
ci siamo trovati d'accordo sui vari temi che abbiamo toccato:

sia politici;
economici;
inquinamento;

e via discorrendo...facendoti anche notare che il petrolio e il gas che si estrae, non é nostro, ma delle compagnie che lo estraggono, le quali ci pagano una miseria di royalty , ovvero il 10% contro il 75% del mare del nord.

E questo avviene anche per le cave di marmo, per le spiaggie e via discorrendo.....perchè il governo fà sempre gli interessi di pochi, a discapito di tutti noi, e si capisce anche il perchè.

L'unica differenza tra noi due, é , che io ho scelto di esercitare il mio diritto di voto.

siman Inserito il - 18/04/2016 : 19:01:41
maro58 ha scritto:

Sarebbe troppo banale e serio siman.
Milano: con quattro decisioni assolutamente impopolari sistemeresti l'inquinamento di auto e riscaldamento.
Ma chi mai le adotterebbe ?
Nessuno, perchè sarebbero per i più impopolari.
Allora avanti a referendum insensati (pardon) per i quali buttiamo un po' di soldi di tutti noi.




Impopolari? Sicuramente.

Ma anche scassare i cabasisi (per dirla come il commissario Montalbano) per due piattaforme estrattive marine e montare tutta questa manfrina mica è poco.

Detesto (nessun riferimento ai presenti qui dentro) gli ecologisti a convenienza o intermittenza.






maro58 Inserito il - 18/04/2016 : 18:43:57
Sarebbe troppo banale e serio siman.
Milano: con quattro decisioni assolutamente impopolari sistemeresti l'inquinamento di auto e riscaldamento.
Ma chi mai le adotterebbe ?
Nessuno, perchè sarebbero per i più impopolari.
Allora avanti a referendum insensati (pardon) per i quali buttiamo un po' di soldi di tutti noi.

Forum de iNudisti © 2006 / 2020 iNudisti Torna all'inizio della Pagina
Snitz Forums 2000