Header image
La più grande community Nudista d'Italia!
Home Amici Blog eZine Luoghi Link Regolamento Facebook Instagram
Forum de iNudisti
Forum de iNudisti

Forum de iNudisti
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]
 Tutti i Forum
 Eventi
 Eventi pubblici e sociali
 Una mostra che fa riflettere....

Nota: Devi essere registrato per poter inserire un messaggio.
Per registrarti, clicca qui. La Registrazione è semplice e gratuita!

Larghezza finestra:
Nome Utente:
Password:
Icona Messaggio:              
             
Messaggio:

  * Il codice HTML è OFF
* Il Codice Forum è ON

Faccine
Felice [:)] Davvero Felice [:D] Caldo [8D] Imbarazzato [:I]
Goloso [:P] Diavoletto [):] Occhiolino [;)] Clown [:o)]
Occhio Nero [B)] Palla Otto [8] Infelice [:(] Compiaciuto [8)]
Scioccato [:0] Arrabbiato [:(!] Morto [xx(] Assonnato [|)]
Bacio [:X] Approvazione [^] Disapprovazione [V] Domanda [?]
Seleziona altre faccine

   Allega file
  Clicca qui per inserire la tua firma nel messaggio.
Clicca qui per sottoscrivere questa Discussione.
   

V I S U A L I Z Z A    D I S C U S S I O N E
pieros_it Inserito il - 14/02/2020 : 19:42:54
https://galleriafumagalli.com/mostre-ongoing/stefano-scheda-nudo-mani-in-alto

11   U L T I M E    R I S P O S T E    (in alto le più recenti)
trionat Inserito il - 22/02/2020 : 09:26:41
Un occasione da non perdere.
sergino Inserito il - 20/02/2020 : 22:37:34
Giusto ieri la Galleria Fumalli ha contattato A.N.ITA. per una proposta.
Incollo dal forum dell'associazione il posto pubblicato dal presidente:

vivi l'esperienza di dipingere nudo dentro una galleria d'arte.

A.N.ITA., accogliendo la proposta della Galleria Fumagalli e dell'artista Stefano Scheda, invita gli "artisti" Naturisti a essere attori protagonisti della performance.

Non serve essere abili con matita e pennelli, basta avere la voglia di mettersi in gioco, di vivere una nuova dinamica di relazioni tra disegnatori, nudi, una modella, enigmatica e un pubblico vestito.

Per ulteriori informazioni e soprattutto per iscriverti


Allegato: CS_PERFORMANCE.pdf
69,69 KB

Segui tutti gli eventi che proponiamo sul sito www.italianaturista.it

Giampietro Tentori

trionat Inserito il - 20/02/2020 : 09:24:24
Eroe ha scritto:

Quante persone hanno visitato la mostra ed assistito a questa performance?
Anche questo conta ai fini "pubblicitari".
pienamente d'accordo.
Eroe Inserito il - 19/02/2020 : 22:18:41
Quante persone hanno visitato la mostra ed assistito a questa performance?
Anche questo conta ai fini "pubblicitari".
Fede Inserito il - 18/02/2020 : 14:17:06
Ciao ragazzi, vedo che siamo in vena di cultura! Ben venga!
I mostri del passato, fanno molta paura… comunque non dimentichiamoci che anche oggi in un regime denominato democratico, accadono delle violazioni delle libertà personali che fanno paura e fanno ricordare i vecchi tempi passati!
Personalmente, sono convinto che l’arte possa sdoganare una nuova consapevolezza su diversi fronti della vita dell’essere umano.
dingopino Inserito il - 17/02/2020 : 15:17:02
Sarebbe come dire
Almeno ha fatto le autostrade.
La vera fkk comunque stato vietato nel terzo Reich e trasformato in Hitler Jugend
Giovanni di Hitler
E se eri ebreo neanche nudo potevi stare tranquillo
a_fenice Inserito il - 16/02/2020 : 19:34:29
Già, peccato che gli hitler di oggi invece sono ugualmente pericolosi ma affatto nudisti.


Ma sinceramente, anche se filo nudisti, preferisco non avere attorno ne i vecchi ne i nuovi.

trionat Inserito il - 16/02/2020 : 18:01:45
Non dimentichiamo che il nudonaturismo nacque in Germania verso la fine dell'1800 per poi svilupparsi nei vari stati d'Europa. Detto questo forse non tutti sanno che Hitler era un salutista, vegetariano, sempre lontano dagli alcolici e dal fumo, grande amante degli animali e che odiava la medicina universitaria del suo tempo. Leggendo il libro di Giorgio Galli: Hitler e il nazismo magico (edito da Rizzoli) ho saputo che nel 1934 fu inaugurato a Dresda un ospedale naturista intitolato a Rudolf Hess (quel Rudolf Hess che nell 44 se ricordo bene si fece paracadutare in Inghilterra in gran segreto per raggiungere un accordo di pace che non avvenne, prima della grande catastrofe) per studiare tutti i metodi terapeutici alternativi come l'idroterapia, il vegetarianismo, la talassoterapia, l'aeroterapia, il nudismo. Leggo ancora che da quel momento queste discipline o scienze qualsivoglia ebbero un tale impulso che fu fondato un sindacato dagli estimatori e seguaci con tanto di albo professionale chiamato Heilpraktriker Bund. In seguito a questa realtà che oramai aveva preso piede e tanta influenza ebbe sull'opinione pubblica furono fondate vere e proprie cittadine di nudisti con più di diecimila abitanti come quella di Kladow nei pressi di Berlino. Detto questo e non essendo nè critico d'arte (ahimè) nè simpatizzante del nazismo forse l'autore della mostra a proposito del tema in quei saluti romani ha voluto dire: anche allora io c'ero. Pertanto trovo giusto che l'implicazione sociale di Stefano Scheda non debba prescindere neppure e soprattutto da quel periodo perchè proprio allora mancò quella fratellanza dovuta alla quella complessità della vita che segnò quel periodo storico.
dingopino Inserito il - 16/02/2020 : 10:23:55
a_fenice ha scritto:

Domanda amletica, in cui la risposta è: probabile!!

Ma perché è probabile?

Perché in una nazione che è il maggior consumatore di porno, viagra e prostituzione, poi fuori diventa sessuofobica, e il nudo viene ancora visto come sesso.

Credo fortemente che più il nudo viene sdoganato, in ogni forma e sostanza, più diventi alla fine normale. Per assurdo anche cose più prettamente sessuali, sia per far capire la differenza, sia per far capire che ognuno è libero di fare ciò che vuole, nel rispetto degli altri, e che uno fa qualcosa, non significa che anche gli altri la fanno o debbano farla.

Ieri sera (finalmente ho cambiato l’antenna tv) ho guardato un film su “cielo”. Spagnolo, serie “Espagna carnal”, il titolo credo “castello di carte”. Tre giovani studenti artisti che si innamorano, e iniziano un percorso poliamoroso. Nudi palesi integrali così come scene di sesso mimate, ovviamente, ma senza tante “lenzuola” a coprire chissà cosa. Nessuna volgarità, nessuna porcheria gratuita, ma nessun problema a far vedere sia i nudi, sia il sesso misto, sia le ovvie difficoltà mentali psicologiche e pratiche di un tale rapporto, con una fine che lascia il mistero su come proseguirà la storia.
Guardato da chi aborra ogni cosa riguardi l’anormalità (nel solo senso di non consueto o non comune) sarebbe stato scandalo.
Guardato da coloro per cui della pelle nuda già è tragedia, vedere pure piselli, per quanto a riposo, sarebbe scesa la censura e le sentinelle in piedi e forse anche tutto l’entourage di voga al momento.
Guardato con spirito critico e fornito di giudizio, da invece una visione ampia e ben ragionata di una delle tante forme di amore, della naturalità del corpo, della non tragedia del parlare di sesso, per quanto inconsueto (inconsueto poi solo nella forma di condivisione accettata e reale di un rapporto fisso, perché se pensiamo alla marea di cuckold, di scambisti etc etc, di inconsueto non c’è proprio nulla).

Ecco credo che una nazione ormai abituata agli scandaletti dal gf etc, dalle pubblicità fondate solo su donne nude, da maree di giornali e pubblicità inneggianti alle corna più in voga dei vip, se avesse possibilità di guardare più di materiale come questo, forse capirebbe che i tempi di Adamo ed eva son finiti da migliaia di anni, ed è giunta l’ora di essere meno intransigenti è più tolleranti



Unico che per me è strano la svelta della mano alzato come saluto fascista
Ma magari non voluto e vedo io fantasmi
A proposito film c'è sul amazon prime nudisti per caso
Filmettino sul nudo e anche sesso nulla di oscurato
Non un grande film ma visto che film di nudo non che si vede tanto....
a_fenice Inserito il - 15/02/2020 : 19:17:54
Domanda amletica, in cui la risposta è: probabile!!

Ma perché è probabile?

Perché in una nazione che è il maggior consumatore di porno, viagra e prostituzione, poi fuori diventa sessuofobica, e il nudo viene ancora visto come sesso.

Credo fortemente che più il nudo viene sdoganato, in ogni forma e sostanza, più diventi alla fine normale. Per assurdo anche cose più prettamente sessuali, sia per far capire la differenza, sia per far capire che ognuno è libero di fare ciò che vuole, nel rispetto degli altri, e che uno fa qualcosa, non significa che anche gli altri la fanno o debbano farla.

Ieri sera (finalmente ho cambiato l’antenna tv) ho guardato un film su “cielo”. Spagnolo, serie “Espagna carnal”, il titolo credo “castello di carte”. Tre giovani studenti artisti che si innamorano, e iniziano un percorso poliamoroso. Nudi palesi integrali così come scene di sesso mimate, ovviamente, ma senza tante “lenzuola” a coprire chissà cosa. Nessuna volgarità, nessuna porcheria gratuita, ma nessun problema a far vedere sia i nudi, sia il sesso misto, sia le ovvie difficoltà mentali psicologiche e pratiche di un tale rapporto, con una fine che lascia il mistero su come proseguirà la storia.
Guardato da chi aborra ogni cosa riguardi l’anormalità (nel solo senso di non consueto o non comune) sarebbe stato scandalo.
Guardato da coloro per cui della pelle nuda già è tragedia, vedere pure piselli, per quanto a riposo, sarebbe scesa la censura e le sentinelle in piedi e forse anche tutto l’entourage di voga al momento.
Guardato con spirito critico e fornito di giudizio, da invece una visione ampia e ben ragionata di una delle tante forme di amore, della naturalità del corpo, della non tragedia del parlare di sesso, per quanto inconsueto (inconsueto poi solo nella forma di condivisione accettata e reale di un rapporto fisso, perché se pensiamo alla marea di cuckold, di scambisti etc etc, di inconsueto non c’è proprio nulla).

Ecco credo che una nazione ormai abituata agli scandaletti dal gf etc, dalle pubblicità fondate solo su donne nude, da maree di giornali e pubblicità inneggianti alle corna più in voga dei vip, se avesse possibilità di guardare più di materiale come questo, forse capirebbe che i tempi di Adamo ed eva son finiti da migliaia di anni, ed è giunta l’ora di essere meno intransigenti è più tolleranti

Eroe Inserito il - 15/02/2020 : 14:04:28
Aiuta a sdoganare il naturismo o almeno la "normalità" di un corpo nudo? Forse. Nel mondo dell'arte ormai passa qualunque cosa come se fosse un mondo a se per cui il ritorno positivo nel mondo reale non è del tutto automatico. Però chi ha assistito a questa performance poi in spiaggia chiamerà le forze dell'ordine se vede uno nudo steso a prendere il sole? Forse no ma forse si sopratutto se a dei bimbi con se a cui bisogna mantenere dei misteri altrimenti crescendo hanno meno curiosità maniacali o ai suoi confini nei confronti del nudo.

Forum de iNudisti © 2006 / 2020 iNudisti Torna all'inizio della Pagina
Snitz Forums 2000