Header image
La più grande community Nudista d'Italia!
Home Amici Blog eZine Luoghi Link Regolamento Facebook Instagram
Forum de iNudisti - Il coraggio di essere liberi
Forum de iNudisti

Forum de iNudisti
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Racconti e Opinioni
 Aspetti e problemi del naturismo e del nudismo
 Il coraggio di essere liberi
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Pagina Successiva
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva
Pagina: di 3

a_fenice
iNudisti Staff - Admin a_fenice@inudisti.it

nuovo

Regione: Umbria
Prov.: Perugia
Città: città di castello


21791 Messaggi

Inserito il - 25/12/2014 : 22:50:54  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di a_fenice Invia a a_fenice un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
https://www.youtube.com/watch?v=IdNOqb6kmVE
https://www.youtube.com/watch?v=78YtWKDQzqk

Cosa c'entrano questi due link col titolo del topic e in un sito di nudismo?
Vi consiglio, prima di proseguire nella lettura del post di apertura, di visionare i due link.
Tra la fine del primo e l'inizio del secondo, c'è la storia di Mosè che libera il popolo ebreo dalla schiavitù egiziana: l'Esodo.
L'esodo è un ricordo storico senza precendenti e senza succedenti.
Un milione di persone, soggette a schiavitù da tempo immemorabile, grazie ad una singola persona, riescono a tornare liberi e incamminarsi per tornare alla propria terra.
I punti salienti: Mosè, per quanto di origine fortunosamente nobile (era stato adottato nella casa del faraone; fortunosamente perchè di nascita ebrea), era un tipo timido, balbuziente, di poco conto e importanza sociale. Nonostante tutto viene designato da Dio "nell'opera unica" che sarà il miracolo più grande avvenuto in tutta la storia.
La storia più o meno la conoscete: Mosè, convinto da Dio, si presenta al Faraone, imperatore d'Egitto, e chiede la liberazione del suo popolo. Al suo diniego, aiutato da Dio e per mezzo dello stesso, scatena le proverbiali dieci piaghe, che porteranno sofferenza, morte, dolore e disperazione agli egiziani, fino a convincere il Faraone a lasciar liberi gli ebrei.
Essi si muoveranno in massa, si dice circa un milione di persone, al seguito di Mosè, per tornare al loro paese d'origine.
Il percorso non è facile, il deserto è duro, il cammino è lungo. Racconta la bibbia che durerà circa 40 anni.
In questo tragitto si arriva al massimo del minimo: ci sarà chi sarà disposto a rinuciare alla propria libertà pur di tornare a mangiare le cipolle egiziane.
Questa sera son capitato per caso su Rai5, dove stavano mandando la replica de I Dieci Comandamenti, spiegati da Benigni.
Quando ho sentito le parole riguardo al racconto di cui sopra, ci ho visto i nudisti di oggi.
Tutti subito pronti a seguire chiunque alza un bastone di guida, pur di guadagnare la propria libertà, la propria condizione di essere liberi, eppure....ai primi scogli, alle prime sofferenze, alle prime conquiste, si cominciano le "lamentazioni", le "mormorazioni", ci si tira indietro, si torna a preferire la spiaggia rubata alla spiaggia autorizzata, si preferisce non esternare chi siamo e cosa ci piace, ma preferiamo evitare problemi, e nasconderci, truccarci da tessili.
Ma si arriva anche a peggio: ad ogni manifestazione di libertà più o meno ben fatta, si diventa moralisti, perbenisti, beghini, intolleranti, talebani, inneggiando alla difesa delle altrui libertà, anteponendole al proprio rispetto e diritto di individualità.
In poche parole siamo più feroci noi contro ogni manifestazione nudista, che non chi è intollerante per natura e istituzione.
Le scusanti son sempre quelle: non è opportuno, non è ammissibile, è esibizionismo, è libertarismo, è un invadare spazi altrui, è un pretendere libertà che verranno sfruttate anche da chi non se le merita. E potrei continuare per ore, a riassumere le scuse che puzzano tanto di vigliaccheria, aggiungendo la paura di dire realmente cosa vogliamo, desideriamo, di mettere la nostra faccia nelle cose che facciamo, di rivelarsi agli altri, di propagandare anche, perchè no, il nostro credo, e non solo dentro le righe protette di un forum nudista, ma ovunque, anche nella nostra vita quotidiana.

Questi sono i due spunti di riflessione che voglio lanciare:

1- quanto vogliamo davvero essere uomini liberi
2- quanto vogliamo impegnarci davvero nella nostra vita per questo obiettivo.

A voi la discussione.... se vi piace diventare davvero uomini liberi

Max Pg- http://www.inudisti.it/it/amici/amico.aspx?id2=990

Libero Pensatore - Ciò che non farei non dovrà mai diventare ciò che non devono fare gli altri. - Stay hungry, stay foolish - Per aspera ad astra - Casa mia e cosa ci puoi trovare http://villafenice.blogspot.com

Nudomark
iNudistfedelissimo


Regione: Lombardia
Prov.: Como
Città: Como


2605 Messaggi

Inserito il - 26/12/2014 : 00:17:41  Mostra Profilo Invia a Nudomark un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Caspita Max che ardito paragone e che grande riflessione ci proponi il giorno di Natale!
Sarò veloce nel rispondere ma tornerò sull'argomento...
1-Ho combattuto tutta la vita (almeno fino ai 30...) con me stesso e con gli altri per la mia libertà...ora sono non libero, liberissimo!
Combatto tutti i giorni, non più per essere libero ma per convincere gli altri a liberarsi dalle oppressioni che ci creiamo nella testa.
2-Se l'obiettivo è non solo la libertà delle proprie idee, del proprio agire ma anche la libertà del proprio essere se stessi, sono in prima linea tutti i giorni!

Campeggiatore
Torna all'inizio della Pagina

siman
iNudistfedelissimo

siman


Regione: Liguria
Prov.: Savona
Città: Marchesato Del Carretto


11637 Messaggi

Inserito il - 26/12/2014 : 01:49:35  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di siman  Rispondi Quotando
Belle parole e anche nobili. Come belle e nobili sono quelle di Nudomark e sicuramente tutte quelle che saranno presumibilmente scritte dai moltissimi che si battono in prima persona.
Ma...appunto, c'è sempre un ma: come esistono nudisti balneari, nudisti in ogni dove, solitari o in gruppo e mille altre tipologie...esistono persone che pur amando il nudismo, non ne fanno una ragione di vita o di lotta.

Per questo, caro Max, reputo nel mio caso esagerato e addirittura ingiusto sentirmi accomunato a persone che hanno rinunciato (nel caso dell'esodo ebraico ammesso e non concesso che sia realmente accaduto cosi come raccontato) ad una libertà ben più diversa da quella pur sacrosanta e capibile, di quella del nudismo.

Personalmente mi sento ben più oppresso dall'attuale iniquità di imposte e doveri dalla scellerata politica di austerty in Europa che dalla non possibilità di poter stare nudo.

Ovviamente rispetto ogni opinione ma non sono concorde e non mi fa piacere ad essere accomunato ad un ignavo se non lotto con lo stesso ardore di altri.

Non lotto x nulla? Non credo...nel mio piccolissimo a grazie soprattutto a molti nudisti son riuscito a far leggere e ancor di più a far scrivere di nudismo a dei tessili.
Certo è che quando sento toni esaltati per alcuni filmetti scialbi o ridicoli in cui c'è nudità come se fosse apparso un "Mosè" mi scandalizzo.
Quando leggo inviti ad intraprendere un viaggio dispendioso per abbattere birilli al bowling senza indossare mutande mi sento preso x un deficente.
Idem vedere in tv un nudista che x parlare di nudismo si mette nudo come un macaco.
La mia idea di lotta sicuramente è errata, o forse non idonea ma non mi piace come si vuole dare x scontato quale sia quella giusta.




UN FORUM E' COME UN'ORCHESTRA. MA FAR PARTE DI UN'ORCHESTRA NON SIGNIFICA SAPER COMPORRE UNA SINFONIA.

SII FELICE DA VIVO PERCHE' RIMARRAI MORTO PER UN BEL PEZZO

Semel in anno licet insanire




Modificato da - siman in data 26/12/2014 02:23:04
Torna all'inizio della Pagina

Nudomark
iNudistfedelissimo


Regione: Lombardia
Prov.: Como
Città: Como


2605 Messaggi

Inserito il - 26/12/2014 : 02:13:32  Mostra Profilo Invia a Nudomark un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Siman credo nessuno è ignavo se combatte per qualsiasi tipo di libertà anche nel proprio piccolo...così come anche solo dire io sono naturista e già combattere per il naturismo per il solo fatto di riconoscere di esserlo.

Campeggiatore
Torna all'inizio della Pagina

siman
iNudistfedelissimo

siman


Regione: Liguria
Prov.: Savona
Città: Marchesato Del Carretto


11637 Messaggi

Inserito il - 26/12/2014 : 02:29:52  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di siman  Rispondi Quotando
Nudomark ha scritto:

Siman credo nessuno è ignavo se combatte per qualsiasi tipo di libertà anche nel proprio piccolo...così come anche solo dire io sono naturista e già combattere per il naturismo per il solo fatto di riconoscere di esserlo.


Vedi dove, secondo me, sbagliate? Essere un nudista non presuppone dover combattere pro nudismo o propagandare di esserlo.
Un nudista è colui che ama o ha piacere di stare nudo punto e basta.
Chi desidera farlo (onore al merito) non è un nudista "più" è solo un nudista impegnato.

Allo stesso modo chi non vuole scendere in campo o non vuole far sapere della sua nudità non è un nudista "meno".





UN FORUM E' COME UN'ORCHESTRA. MA FAR PARTE DI UN'ORCHESTRA NON SIGNIFICA SAPER COMPORRE UNA SINFONIA.

SII FELICE DA VIVO PERCHE' RIMARRAI MORTO PER UN BEL PEZZO

Semel in anno licet insanire




Modificato da - siman in data 26/12/2014 02:32:18
Torna all'inizio della Pagina

maro58
iNudistfedelissimo

mio


Regione: Lombardia
Città: milano


3214 Messaggi

Inserito il - 26/12/2014 : 10:03:06  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Non è perchè è Natale e bisogna essere più buoni (scusate la battuta) ma condivido quasi al 100% quanto scritto da siman.
Ognuno di noi nel suo piccolo fa quello che può e ritiene giusto per la "causa".... (scusate la bruttura) senza per questo stilare classifiche o attribuire punteggi.
Onore e stima per chi come i componenti di ANITA tentano di diffondere in ogni modo "il credo".

vivi come pensi o finirai col pensare a come hai vissuto - vivi come puoi, perchè come vuoi non puoi - marino

Modificato da - maro58 in data 26/12/2014 10:08:43
Torna all'inizio della Pagina

a_fenice
iNudisti Staff - Admin a_fenice@inudisti.it

nuovo


Regione: Umbria
Prov.: Perugia
Città: città di castello


21791 Messaggi

Inserito il - 26/12/2014 : 10:44:17  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di a_fenice Invia a a_fenice un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Siman, da uno che legge tanto mi aspettavo una risposta migliore, meno "piccata", perché quello che ho esposto non è una condanna a chi non mette la faccia in pubblico, ma anche a chi non la mette nel privato.
Non è una condanna a chi ritiene un filmato non idoneo alla causa, ma a chi odia il nudo in pubblico in toto tranne che nella sua spiaggetta di comodo.
Non è una condanna a chi non ha capacità di lotta o di condottiero, ma quando, anche nel suo piccolo, rimane in ombra è nascosto.
Non è una condanna a chi usa i nick, ma a chi, se poi incontra o conosce qualcuno, arriva a usare nomi falsi pur di proteggersi non si sa bene da cosa.
Di fatto non si può essere tutti degli Alessandri o dei Cesari, c'è anche chi fa la sua piccola battaglia tra le mura di casa, ed è utilissimo lo stesso alla causa, ma c'è gente che vuole essere un nudista, spogliandosi solo in doccia …
Ho visto negli anni tessili che a modo loro avevano tanti motivi per contrastarci, eppure hanno capito e apprezzato il nostro modo di vivere, ma ho visto ancor più nudisti che hanno speranze segrete di volere tanto, di voler vivere liberi, ma poi si riducono appunto alla sola doccia, e contrastano gli altri nudisti come è peggio di quelli che avrebbero le loro ragioni per farlo. Insomma la classica zappa sui piedi.
Ho visto pure la gente che fa il doppio gioco, che nella sua vita fa di tutto e di più, ma quando la trascini in area pubblica, anche nel solo forum, rinnegano se stessi, e se anche il gallo ha cantato ormai non tre volte, ma trenta, continuano nelle loro negazioni, e diversi di essi sono addirittura usciti dal sito o hanno smesso di scrivere nel forum, pur di non avallare nulla (si fa ma non si dice). Di fatto autonegazione di ciò che effettivamente è, e la cosa mi rattrista ancor di più.

Si ho usato l'esempio di Mosè, ma per avere uno spunto di riflessione, non per far dottrina. Ogni fatto della vita, reale o presunto, può darci stimoli di riflessione diversi, assonanze di ragionamenti su cui poter riflettere.
È la storia di un popolo che cessa la sua schiavitù, e che ad un certo punto preferirebbe tornare schiavo pur di avere vantaggi in più, mi ha fatto vedere un popolo di nudisti da 15 giorni l'anno, da estero e basta, le cui motivazioni posso capirle, ma non accettarle, né mi convincono affatto.
Non sto parlando di modi di vista diversi, ma di sentirsi ed essere diversi, dei "negazionisti" di se stessi.
Sono, vorrei, ma siccome, allora strillo li, ma mi nascondo altrove. Anche se te hai idee diverse dalle mie, sei un contestatore su alcuni aspetti, non ti tiri indietro: vedi l'esempio del libro, più atto pubblico di quello!!!
Non dico che potresti diventare di più è diverso, tutti potremmo, ma tutti.
Io volevo solo riflettere su color che temono… anche la loro ombra, che sono tanti, ma tanti, ma tanti, e mi fa sembrare che tutto il gioco sia praticamente inutile.

Max Pg- http://www.inudisti.it/it/amici/amico.aspx?id2=990

Libero Pensatore - Ciò che non farei non dovrà mai diventare ciò che non devono fare gli altri. - Stay hungry, stay foolish - Per aspera ad astra - Casa mia e cosa ci puoi trovare http://villafenice.blogspot.com

Torna all'inizio della Pagina

dingopino
iNudistfedelissimo

con faccia

Prov.: Lucca


1694 Messaggi

Inserito il - 26/12/2014 : 12:05:50  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Max, non credere che è tutto inutile. Se pensi di aver liberato solo uno, hai già vinto e strapagato questo forzo che stai facendo qui.
Io prima di iscrivermi qui non ero del tutto sicuro di essere normale a svestirmi completamente appena entro in casa, che non ho smesso neanche quando le temperature basse non mi davano più un alibi. Ho cominciato di fare delle passeggiate in libertà. E tutto grazie a questo forum che non mi faceva sentire solo.
Certo che facevano bene anche le voci "mormorosi" come li chiamava Begnini, perché animano una discussione e me lo facevano vedere da tutti punti di vista.
Se ogni uno cominciasse da se e esprimere solo quello che sente, e lasciasse alle altri di spiegare cosa sentano loro, sarebbe già un grande passo avanti.
Ma, Max ti do ragione nel fatto che noi naturisti siamo spesso i più agguerriti contestatori di un filmetto o di una posizione preso da un altro.
Come esempio del film del naturista al lavoro. E tutto legittimo se uno dice che non sente un bisogno di lavorare nudo Punto. Ma se poi comincia a rampicarsi sulle specchi per dimostrare che è un comportamento spagliato per tutti, solo per nascondere che uno stesso avrebbe un problema di vedere uno nudo al lavoro. Parliamo delle cose vere sentite e smettiamo di pensare con la testa dei altri

nudo e semplicemente bello
Torna all'inizio della Pagina

siman
iNudistfedelissimo

siman


Regione: Liguria
Prov.: Savona
Città: Marchesato Del Carretto


11637 Messaggi

Inserito il - 26/12/2014 : 18:12:20  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di siman  Rispondi Quotando
a_fenice ha scritto:

Siman, da uno che legge tanto mi aspettavo una risposta migliore, meno "piccata", perché quello che ho esposto non è una condanna a chi non mette la faccia in pubblico, ma anche a chi non la mette nel privato...



Affermare che tra noi due, prima ancora che una profonda amicizia è nato il rispetto pur tra alcuni punti di vista discordanti, credo non sia un'eresia.

Vero che leggo (quasi) tutti gli argomenti del forum e che mi hai insegnato a leggere anche tra le righe...ma posso assicurarti che prima di postare ho letto più volte il tuo tread e così come l'hai impostato (magari senza volerlo) hai dato l'impressione di asserire una specie di aut aut. Non condividendolo, ho avuto piacere di dirtelo.
Risposta piccata? Forse si.
Se l'avesse scritta un'altra persona che non conosco bene come te?...sicuramente sarebbe stata con più... peperoncino.

Tornando in tema...o meglio in uno dei tanti temi toccati, mi fa piacere spiegare come ragiono io:
quando ascolto qualche teoria su come propagandare il nudismo mi metto nei "miei" panni come se fossi un tessile e da questo punto di vista espongo le mie reazioni.

Perciò la richiesta da parte dei nudisti di poter praticare senza essere accomunati a immorali o sporcaccioni la trovo (e la troverei se fossi un tessile) molto giusta e degna di sostegno incondizionato.

Quando sento che il nudismo dovrebbe essere così libero che ognuno possa stare nudo "ovunque", (ragionando da tessile) mi irrigidisco.
Devo dire che anche da nudista sono piuttosto categorico e mi spiego meglio...
quando sono in una struttura nudista tipo Punta Chiappa o a Cap d'Agde che, ricordiamoci bene, è solo un quartiere della vastissima città TESSILE di Agde, amo passeggiare e stare nudo il più possibile ma, se in Francia arrivo al limite del territorio nudista, non proseguo oltre perchè ci sono dei tessili in spiaggia TESSILE.
Non voglio imporre il mio nudismo a nessuno.
Allo stesso modo, quando sono nella spiaggia nudista e dei tessili proseguono la loro passeggiata nella zona nudista, provo un senso di fastidio.
Per questo, personalmente, sono per la creazione di zone assolutamente e obbligatoriamente nudiste. So benissimo che molti nudisti queste zone le sentono come dei ghetti.
Per come ragiono e sento il nudismo io, ciò che molti chiamano ghetti, per me si chiamano isole di libertà.

Tornando a bomba su un altro punto, per me chi ama stare nudo (fosse anche un solo giorno all'anno) è un nudista a tutti gli effetti e non deve (o dovrebbe) sentirsi in colpa se per sua scelta o suo carattere personale, non desidera mettere a conoscenza nessuno della sua passione.

Questo in sintesi il mio ragionamento.
Nessuna polemica, nessuna offesa voluta ma solo e solamente come ragiono sull'argomento.






UN FORUM E' COME UN'ORCHESTRA. MA FAR PARTE DI UN'ORCHESTRA NON SIGNIFICA SAPER COMPORRE UNA SINFONIA.

SII FELICE DA VIVO PERCHE' RIMARRAI MORTO PER UN BEL PEZZO

Semel in anno licet insanire




Modificato da - siman in data 26/12/2014 18:37:30
Torna all'inizio della Pagina

dingopino
iNudistfedelissimo

con faccia

Prov.: Lucca


1694 Messaggi

Inserito il - 26/12/2014 : 20:00:37  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Siman, parlo con te perché ti senti il personaggio in centro della discussione di Max, ho letto quello che hai scritto- Allora mi spieghi come fai a entrare nella testa di un tessile (supponendo che esista IL TESSILE)ma come fai? Io conosco dei non naturisti che sono molto apperto verso di noi e quando li ho fatto veder il film hanno riso e basta nessuno ha fatto un dramma. Ma tornando sul pensare con la testa degli altri. Magari sono tonto io ma non riesco neanche a capire cosa succede dentro la testa della mia moglie che sono sposato 25 anni

nudo e semplicemente bello
Torna all'inizio della Pagina

maro58
iNudistfedelissimo

mio


Regione: Lombardia
Città: milano


3214 Messaggi

Inserito il - 26/12/2014 : 20:14:16  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
siman ha scritto:
Per questo, personalmente, sono per la creazione di zone assolutamente e obbligatoriamente nudiste. So benissimo che molti nudisti queste zone le sentono come dei ghetti.
Per come ragiono e sento il nudismo io, ciò che molti chiamano ghetti, per me si chiamano isole di libertà.

Mi hanno sempre definito un amante dei "ghetti" indi condivido assolutamente la tesi.
Con vari distinguo e precisazioni ma il buon senso, a mio avviso porta o dovrebbe portare su questa strada.
....meglio poco che niente...

vivi come pensi o finirai col pensare a come hai vissuto - vivi come puoi, perchè come vuoi non puoi - marino

Modificato da - maro58 in data 26/12/2014 20:15:54
Torna all'inizio della Pagina

siman
iNudistfedelissimo

siman


Regione: Liguria
Prov.: Savona
Città: Marchesato Del Carretto


11637 Messaggi

Inserito il - 26/12/2014 : 21:05:19  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di siman  Rispondi Quotando
dingopino ha scritto:

Siman, parlo con te perché ti senti il personaggio in centro della discussione di Max, ho letto quello che hai scritto- Allora mi spieghi come fai a entrare nella testa di un tessile (supponendo che esista IL TESSILE)ma come fai? Io conosco dei non naturisti che sono molto apperto verso di noi e quando li ho fatto veder il film hanno riso e basta nessuno ha fatto un dramma. Ma tornando sul pensare con la testa degli altri. Magari sono tonto io ma non riesco neanche a capire cosa succede dentro la testa della mia moglie che sono sposato 25 anni


Assolutamente non mi sento e pretendo di esser al centro di nulla; solo che quando dico un'opinione...forse sbagliando...dico ciò che è "secondo me" e non secondo altri.

Per il resto...davvero trovi così difficile pensare:
"se io fossi un non nudista come reagirei?"





UN FORUM E' COME UN'ORCHESTRA. MA FAR PARTE DI UN'ORCHESTRA NON SIGNIFICA SAPER COMPORRE UNA SINFONIA.

SII FELICE DA VIVO PERCHE' RIMARRAI MORTO PER UN BEL PEZZO

Semel in anno licet insanire



Torna all'inizio della Pagina

dingopino
iNudistfedelissimo

con faccia

Prov.: Lucca


1694 Messaggi

Inserito il - 26/12/2014 : 22:47:50  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
si Siman lo trovo molto difficile perche non esite il tessile standard, sono come noi ce il simile dingopino e il simile Siman il simile max e il simile maro. Come noi siamo diversi uno dal altro lo sono anche quellir con le mutande. Per quello penso che e piu saggio ragionare proprio con il proprio credo e non pensare che si può prendere la vece di tutta una massa di gente neanche omogeneo. Anche nel paese da dove vengo io ci sono tessili e naturisti. Ma nei parchi di Monaco stanno bene insieme senza zone dedicate.

nudo e semplicemente bello
Torna all'inizio della Pagina

a_fenice
iNudisti Staff - Admin a_fenice@inudisti.it

nuovo


Regione: Umbria
Prov.: Perugia
Città: città di castello


21791 Messaggi

Inserito il - 26/12/2014 : 23:22:00  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di a_fenice Invia a a_fenice un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
"se io fossi un non nudista come reagirei?" io me lo metterei davanti agli occhi e al cervello se stessi facendo una cosa sbagliata e inopportuna.
E l'essere nudi è sbagliato solo per le menti sbagliate di chi ci vede dietro solo sesso e null'altro.
Cose cosi sbagliate che condizionano la vita di molti, e non solo per via del sesso.
Le donne che vengono sturate con la scusa che erano "nude e accattivanti, quindi se la sono cercata".
Un vecchio conoscente che si beccò un tumore ai testicoli, fino ad averne uno di circa 1,5 kg, e non si è mai fatto vedere perchè.... farsi vedere nudo era sbagliato.... da un medico!!!
Porto esempi limite, ma se guardiamo tutta la nostra civiltà, possiamo tranquillamente vedere che la "sconvenienza" di essere nudo, viene messa in pratica ovunque da noi, mentra ha ambiti precisi e situazioni su cui è tranquilla l'acquisione del concetto "qui non va bene".
Maro che ti sostiene in questa forma di autocastrazione, dovrebbe ben ricordarsi un giorno particolare. Si era in quel di Gardacqua, a fare il nostro raduno. In area benessere, dove tutti erano nudi, c'era lo strano patto, per non convenienza, di girare per i corridoi senza un accappatoio, perchè il nudo andava bene in sauna, ma non 10 centimetri fuori da essa, perchè in quel momento non serviva essere nudi. Lui aveva indossato un bermuda da mare, e stava a torso nudo. Non aveva il volatile a spasso, aveva solo il torace nudo. Eppure, davanti a me, venne ripreso perchè doveva coprirsi il torace. Maro, in quell'occasione, pur non facendo te nulla di male, sei stato ripreso, accusato, condannato e appeso alla corda della reprimenda. E non stavi nemmeno esercitando un libertà qualsiasi.
Questa è l'ipocrisia tutta italiana. In altri paesi, pur rispettando le stesse regole, non si è cosi talebani. Vien capita l'assurdità per cui ci son posti dove davvero non è opportuno star nudi, ma non viene cosi generalizzato al punto da castrare la libertà di chi ci vuol stare, nudo.

Si, il nudo non era necessario fuori delle saune, ma mi spiega qualcuno dove stava la differenza, l'assurdo, di essere nudi sotto gli occhi di tutti, dentro di esse, ma si doveva stare vestiti, tra le stesse identiche persone, pochi centimetri più in là?
Questa non è correttezza, non è essere inoppotuni, non è cercare nudo o altro, E' SOLO ESSERE DEI PALESI IPOCRITI CHE LEGANO OGNI FORMA DI NUDO AL SESSO, RITENENDOLO PERTANTO INPOPPORTUNO IN SIFATTA SITUAZIONE.

Io non contesto se te o altri vogliono stare nudi un giorno all'anno, o solo in determinati luoghi, sono beatissimi problemi tuoi, ma pensando a me, pensando alla nudistà di un corpo, ritengo e sostengo che l'essere umano nudo, ha la stessa valenza di uno vestito, e la sua considerazione cambia solo a seconda di ciò che stà facendo, e non solo perchè ci sono patate e piselli al vento.

E arrivare ad avere un traguardo cosi utopico, ma su cui sogno, che mi spinge ancora a essere qui dentro, e a cercare di ampiare la mente e l'idea della libertà di ognuno di voi.

Quando combattevo col comitato cittadino di Lido di Dante, uno dei consiglieri mi disse: "io voglio la libertà di non fare vedere a mia figlia un uomo nudo o in mutande".
Rispetto tale libertà, ma a parole, e la combatterò con ogni mia forza. Perchè quella libertà invocata è solo la paura di uno che ritiene che sua figlia si sarebbe attizzata, si sarebbe pervertita, solo alla vista di genitali nudi. Con questa libertà, ritiene che sua figlia ha un cervellino d'oca, per cui la sola visione di un pipo la farebbe diventare una donna di facili costumi.

"se io fossi un non nudista come ragirei"

Questo pensiero deve attraversarci quando sono in gioco cose ben diverse, che devono essere ambivalenti, a doppio senso.

Te dici: se io fossi un non nudista.... ma prova a pansarla anche al contrario.... essendo io un nudista....
La propria libertà non deve mai scavalcare quella degli altri, ma anche quella degli altri finisce dove inizia la mia.
E se per me essere nudo è una condizione di vita, quindi cosa importante, per un tessile, non vedere me nudo, ma accettare ogni altra forma di nudità ovunque presente, diventa di fatto una discriminazione personale. Se lui vede o non vede nudo cambia poco, visto che di nudo si ciba come ogni essere vivente nel pianeta, ma se io devo star vestito, per me cambia e molto.
Qual'è la libertà in gioco più importante, o che ci rimette di più, in questo rapporto sbilanciato?

Comunque il tema del topic non era tanto il luogo o la modalità dove si può o non si può stare nudi, dove è opportuno o dove non lo è.
Ma quanto apprezziamo questa libertà, e quanto siamo davvero disposti a impegnarci per raggiungerla, ovvero, quanto siamo invece bendisposti a fare marcia indietro ogni qualvolta qualcuno fa BAU, o peggio ancora, quanto siamo autolesionisti e sappiamo rinuciare alla nostra idea, pur di avallare quelle di altri, e in modalità peggiori di quelle usate da chi ci contrasta, insomma tutti quei casi in cui NOI siamo per primi BIGOTTI o MORALISTI verso NOI STESSI.


Max Pg- http://www.inudisti.it/it/amici/amico.aspx?id2=990

Libero Pensatore - Ciò che non farei non dovrà mai diventare ciò che non devono fare gli altri. - Stay hungry, stay foolish - Per aspera ad astra - Casa mia e cosa ci puoi trovare http://villafenice.blogspot.com

Torna all'inizio della Pagina

a_fenice
iNudisti Staff - Admin a_fenice@inudisti.it

nuovo


Regione: Umbria
Prov.: Perugia
Città: città di castello


21791 Messaggi

Inserito il - 26/12/2014 : 23:40:40  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di a_fenice Invia a a_fenice un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
proseguendo nella visione dei commenti di Benigni, stasera ho sentito un'altra frase topica che potrebbe farci riflettere.


"non bisogna avere paura della morte, ma bisognerebbe avere il coraggio di vivere, per non campare da morti"

Max Pg- http://www.inudisti.it/it/amici/amico.aspx?id2=990

Libero Pensatore - Ciò che non farei non dovrà mai diventare ciò che non devono fare gli altri. - Stay hungry, stay foolish - Per aspera ad astra - Casa mia e cosa ci puoi trovare http://villafenice.blogspot.com

Torna all'inizio della Pagina

Nudomark
iNudistfedelissimo


Regione: Lombardia
Prov.: Como
Città: Como


2605 Messaggi

Inserito il - 27/12/2014 : 00:23:19  Mostra Profilo Invia a Nudomark un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ho un pensiero forte ma non voglio scriverlo, temo troppo fraintendimenti dovuti alla scrittura. Mi piacerebbe un giorno parlarne a voce con un po' di frequentatori del forum. Facciamoci un nodo al fazzoletto per il prossimo raduno...

Campeggiatore
Torna all'inizio della Pagina

siman
iNudistfedelissimo

siman


Regione: Liguria
Prov.: Savona
Città: Marchesato Del Carretto


11637 Messaggi

Inserito il - 27/12/2014 : 09:08:33  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di siman  Rispondi Quotando
Nudomark ha scritto:

Ho un pensiero forte ma non voglio scriverlo, temo troppo fraintendimenti dovuti alla scrittura. Mi piacerebbe un giorno parlarne a voce con un po' di frequentatori del forum. Facciamoci un nodo al fazzoletto per il prossimo raduno...



Eh no caro Nudomark. Rimaniamo in tema please...il fazzoletto è cosa assolutamente da tessili e noi qui siamo nudisti.
Se proprio vuoi fare un nodo...devi usare qualcos'altro.



UN FORUM E' COME UN'ORCHESTRA. MA FAR PARTE DI UN'ORCHESTRA NON SIGNIFICA SAPER COMPORRE UNA SINFONIA.

SII FELICE DA VIVO PERCHE' RIMARRAI MORTO PER UN BEL PEZZO

Semel in anno licet insanire




Modificato da - siman in data 27/12/2014 09:09:24
Torna all'inizio della Pagina

siman
iNudistfedelissimo

siman


Regione: Liguria
Prov.: Savona
Città: Marchesato Del Carretto


11637 Messaggi

Inserito il - 27/12/2014 : 10:49:06  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di siman  Rispondi Quotando
a_fenice ha scritto:

"se io fossi un non nudista come reagirei?" io me lo metterei davanti agli occhi e al cervello se stessi facendo una cosa sbagliata e inopportuna.
E l'essere nudi è sbagliato solo per le menti sbagliate di chi ci vede dietro solo sesso e null'altro.
Cose cosi sbagliate che condizionano la vita di molti, e non solo per via del sesso.
Le donne che vengono sturate con la scusa che erano "nude e accattivanti, quindi se la sono cercata".
Un vecchio conoscente che si beccò un tumore ai testicoli, fino ad averne uno di circa 1,5 kg, e non si è mai fatto vedere perchè.... farsi vedere nudo era sbagliato.... da un medico!!!
Porto esempi limite, ma se guardiamo tutta la nostra civiltà, possiamo tranquillamente vedere che la "sconvenienza" di essere nudo, viene messa in pratica ovunque da noi, mentra ha ambiti precisi e situazioni su cui è tranquilla l'acquisione del concetto "qui non va bene".
Maro che ti sostiene in questa forma di autocastrazione, dovrebbe ben ricordarsi un giorno particolare. Si era in quel di Gardacqua, a fare il nostro raduno. In area benessere, dove tutti erano nudi, c'era lo strano patto, per non convenienza, di girare per i corridoi senza un accappatoio, perchè il nudo andava bene in sauna, ma non 10 centimetri fuori da essa, perchè in quel momento non serviva essere nudi. Lui aveva indossato un bermuda da mare, e stava a torso nudo. Non aveva il volatile a spasso, aveva solo il torace nudo. Eppure, davanti a me, venne ripreso perchè doveva coprirsi il torace. Maro, in quell'occasione, pur non facendo te nulla di male, sei stato ripreso, accusato, condannato e appeso alla corda della reprimenda. E non stavi nemmeno esercitando un libertà qualsiasi.
Questa è l'ipocrisia tutta italiana. In altri paesi, pur rispettando le stesse regole, non si è cosi talebani. Vien capita l'assurdità per cui ci son posti dove davvero non è opportuno star nudi, ma non viene cosi generalizzato al punto da castrare la libertà di chi ci vuol stare, nudo.

Si, il nudo non era necessario fuori delle saune, ma mi spiega qualcuno dove stava la differenza, l'assurdo, di essere nudi sotto gli occhi di tutti, dentro di esse, ma si doveva stare vestiti, tra le stesse identiche persone, pochi centimetri più in là?
Questa non è correttezza, non è essere inoppotuni, non è cercare nudo o altro, E' SOLO ESSERE DEI PALESI IPOCRITI CHE LEGANO OGNI FORMA DI NUDO AL SESSO, RITENENDOLO PERTANTO INPOPPORTUNO IN SIFATTA SITUAZIONE.

Io non contesto se te o altri vogliono stare nudi un giorno all'anno, o solo in determinati luoghi, sono beatissimi problemi tuoi, ma pensando a me, pensando alla nudistà di un corpo, ritengo e sostengo che l'essere umano nudo, ha la stessa valenza di uno vestito, e la sua considerazione cambia solo a seconda di ciò che stà facendo, e non solo perchè ci sono patate e piselli al vento.

E arrivare ad avere un traguardo cosi utopico, ma su cui sogno, che mi spinge ancora a essere qui dentro, e a cercare di ampiare la mente e l'idea della libertà di ognuno di voi.

Quando combattevo col comitato cittadino di Lido di Dante, uno dei consiglieri mi disse: "io voglio la libertà di non fare vedere a mia figlia un uomo nudo o in mutande".
Rispetto tale libertà, ma a parole, e la combatterò con ogni mia forza. Perchè quella libertà invocata è solo la paura di uno che ritiene che sua figlia si sarebbe attizzata, si sarebbe pervertita, solo alla vista di genitali nudi. Con questa libertà, ritiene che sua figlia ha un cervellino d'oca, per cui la sola visione di un pipo la farebbe diventare una donna di facili costumi.

"se io fossi un non nudista come ragirei"

Questo pensiero deve attraversarci quando sono in gioco cose ben diverse, che devono essere ambivalenti, a doppio senso.

Te dici: se io fossi un non nudista.... ma prova a pansarla anche al contrario.... essendo io un nudista....
La propria libertà non deve mai scavalcare quella degli altri, ma anche quella degli altri finisce dove inizia la mia.
E se per me essere nudo è una condizione di vita, quindi cosa importante, per un tessile, non vedere me nudo, ma accettare ogni altra forma di nudità ovunque presente, diventa di fatto una discriminazione personale. Se lui vede o non vede nudo cambia poco, visto che di nudo si ciba come ogni essere vivente nel pianeta, ma se io devo star vestito, per me cambia e molto.
Qual'è la libertà in gioco più importante, o che ci rimette di più, in questo rapporto sbilanciato?

Comunque il tema del topic non era tanto il luogo o la modalità dove si può o non si può stare nudi, dove è opportuno o dove non lo è.
Ma quanto apprezziamo questa libertà, e quanto siamo davvero disposti a impegnarci per raggiungerla, ovvero, quanto siamo invece bendisposti a fare marcia indietro ogni qualvolta qualcuno fa BAU, o peggio ancora, quanto siamo autolesionisti e sappiamo rinuciare alla nostra idea, pur di avallare quelle di altri, e in modalità peggiori di quelle usate da chi ci contrasta, insomma tutti quei casi in cui NOI siamo per primi BIGOTTI o MORALISTI verso NOI STESSI.




No, Max. Quella di Maro e mia non è autocastrazione come allo stesso modo, saremmo felici se si raggiungesse il nudismo che tu auspichi
Ma se rileggi le prime righe del tuo ultimo intervento, riesci a capire ciò che intendevamo e che sicuramente non siamo riusciti ad esprimere:
SI allo sforzo di far intendere cosa è veramente il nudismo...ma procediamo a piccoli passi.
Alle elementari ti insegnano che se hai due mele e compri altre due mele, avrai quattro mele e non come si calcola il coseno della radice quadrata di un integrale applicato.




UN FORUM E' COME UN'ORCHESTRA. MA FAR PARTE DI UN'ORCHESTRA NON SIGNIFICA SAPER COMPORRE UNA SINFONIA.

SII FELICE DA VIVO PERCHE' RIMARRAI MORTO PER UN BEL PEZZO

Semel in anno licet insanire




Modificato da - siman in data 27/12/2014 10:51:30
Torna all'inizio della Pagina

a_fenice
iNudisti Staff - Admin a_fenice@inudisti.it

nuovo


Regione: Umbria
Prov.: Perugia
Città: città di castello


21791 Messaggi

Inserito il - 27/12/2014 : 11:30:10  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di a_fenice Invia a a_fenice un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
A parte che ho scritto che avrei cura di metterle davanti agli occhi se stessi facendo una cosa sbagliata, ma non essendo così…

Piccoli passi? Veramente quello di cui sto parlando non è la velocità di viaggio, ma il fatto che stiamo facendo i gamberi.
Oggi come oggi, siamo i primi noi, se non gli unici, che parlano male di nudismo.
Troviamo tutte le scuse possibili, ci arrampichiamo su ogni specchio pur di darci la zappa addosso. A nulla contano raduni, firme per le spiagge, e tante altre cose importanti, quando poi, qui e nella vita di ogni giorno, facciamo di tutto per essere carbonari e darci addosso da soli.


Vi rendete conto, no, altrimenti fareste il contrario, che se un giornalista oggi viene a leggere il nostro forum, darebbe ragione piena ai tessili bigotti, in quanto per primi esprimiamo paure e deduzioni sbagliate sul mondo nudista?

Max Pg- http://www.inudisti.it/it/amici/amico.aspx?id2=990

Libero Pensatore - Ciò che non farei non dovrà mai diventare ciò che non devono fare gli altri. - Stay hungry, stay foolish - Per aspera ad astra - Casa mia e cosa ci puoi trovare http://villafenice.blogspot.com

Torna all'inizio della Pagina

dingopino
iNudistfedelissimo

con faccia

Prov.: Lucca


1694 Messaggi

Inserito il - 27/12/2014 : 12:09:36  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Max ha ragione Benigni quando parla dei egiziani che preferiscono le cipolle dalla libertà. Un piccolo passo per uno e uno grande per un altro. esempio facile, nudo nel parco della città a prendere il solo per qualcuno e la fine del percorso per un altro si colloca al inizio. Ma uguale dove sta, importante a fare capire a chi lo detesta che è la suo fantasia che e detestabile non la nostra realtà. Non so se si capisce

nudo e semplicemente bello
Torna all'inizio della Pagina

maro58
iNudistfedelissimo

mio


Regione: Lombardia
Città: milano


3214 Messaggi

Inserito il - 27/12/2014 : 14:09:46  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
....meglio poco che niente...
a_fenice ha scritto:
…Maro che ti sostiene in questa forma di autocastrazione, dovrebbe ben ricordarsi un giorno particolare. Si era in quel di Gardacqua, a fare il nostro raduno. In area benessere, dove tutti erano nudi, c'era lo strano patto, per non convenienza, di girare per i corridoi senza un accappatoio, perchè il nudo andava bene in sauna, ma non 10 centimetri fuori da essa, perchè in quel momento non serviva essere nudi. Lui aveva indossato un bermuda da mare, e stava a torso nudo. Non aveva il volatile a spasso, aveva solo il torace nudo. Eppure, davanti a me, venne ripreso perchè doveva coprirsi il torace. Maro, in quell'occasione, pur non facendo te nulla di male, sei stato ripreso, accusato, condannato e appeso alla corda della reprimenda. E non stavi nemmeno esercitando un libertà qualsiasi.

Hai ragione max, ma allora anziché far finta di nulla, per il quieto vivere, e coprirmi il torace, avrei dovuto esprimere il mio dissenso ad alta voce e rimanere come stavo ?
Anzi, meglio ancora, scrivere a vari giornali dell’ accaduto e della privazione di un mio “diritto” ?
Dubbio amletico: quanti giornali avrebbero riportato mai tale notizia e la mia lettera di protesta al direttore, da pubblicarsi in piccolo in ultima pagina perché non sono nessuno ?
Sarò poco rivoluzionario ma ho preferito così.
Magari farò presente al marco (presidente ANITA) di quanto accaduto e di scrivere al Guardacqua che anche fuori dalla sauna se uno sta “biotto” non accade nulla.
Non è neppure offesa al comune senso del pudore in quanto in piscina ed ancor più in sauna è abbastanza naturale vedere parti del corpo umano nude.
Calma.
Con questo non voglio dire che si debba accettare tutto, assolutamente NO.
Vi sono i dovuti modi e le situazioni idonee per protestare e tentare di far valere i propri diritti.
Troppo soft ?
Ok allora tutti in piazza del duomo, ovviamente nudi, con il cartello al collo “a maro è stato negato un diritto chiediamo tutela per i nudisti” !!
A parte il clima, oggi nevica, e che non ho più l’età per certe contestazioni ritengo sarebbe solo una grossa sciocchezza che farebbe solo il gioco di che è contro il nudismo.
Tentiamo solo, come ho sempre ribadito, nel nostro piccolo di non nascondere le nostre idee e di aiutare, anche con cose piccole, banali ma concrete, chi cerca di portarle avanti. (leggasi ANITA)
Contemporaneamente magari supportare chi si adopera affinché i famosi ghetti restino aperti.



vivi come pensi o finirai col pensare a come hai vissuto - vivi come puoi, perchè come vuoi non puoi - marino
Torna all'inizio della Pagina

Nudomark
iNudistfedelissimo


Regione: Lombardia
Prov.: Como
Città: Como


2605 Messaggi

Inserito il - 27/12/2014 : 14:18:45  Mostra Profilo Invia a Nudomark un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
siman ha scritto:

Nudomark ha scritto:

Ho un pensiero forte ma non voglio scriverlo, temo troppo fraintendimenti dovuti alla scrittura. Mi piacerebbe un giorno parlarne a voce con un po' di frequentatori del forum. Facciamoci un nodo al fazzoletto per il prossimo raduno...



Eh no caro Nudomark. Rimaniamo in tema please...il fazzoletto è cosa assolutamente da tessili e noi qui siamo nudisti.
Se proprio vuoi fare un nodo...devi usare qualcos'altro.


OT
Come sai che riesco a farci il nodo?

Campeggiatore
Torna all'inizio della Pagina

siman
iNudistfedelissimo

siman


Regione: Liguria
Prov.: Savona
Città: Marchesato Del Carretto


11637 Messaggi

Inserito il - 27/12/2014 : 15:30:32  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di siman  Rispondi Quotando
Nudomark ha scritto:

siman ha scritto:

Nudomark ha scritto:

Ho un pensiero forte ma non voglio scriverlo, temo troppo fraintendimenti dovuti alla scrittura. Mi piacerebbe un giorno parlarne a voce con un po' di frequentatori del forum. Facciamoci un nodo al fazzoletto per il prossimo raduno...



Eh no caro Nudomark. Rimaniamo in tema please...il fazzoletto è cosa assolutamente da tessili e noi qui siamo nudisti.
Se proprio vuoi fare un nodo...devi usare qualcos'altro.


OT
Come sai che riesco a farci il nodo?


Non lo so. Ma siccome siamo amici vado ottimisticamente sulla fiducia.






UN FORUM E' COME UN'ORCHESTRA. MA FAR PARTE DI UN'ORCHESTRA NON SIGNIFICA SAPER COMPORRE UNA SINFONIA.

SII FELICE DA VIVO PERCHE' RIMARRAI MORTO PER UN BEL PEZZO

Semel in anno licet insanire



Torna all'inizio della Pagina

siman
iNudistfedelissimo

siman


Regione: Liguria
Prov.: Savona
Città: Marchesato Del Carretto


11637 Messaggi

Inserito il - 27/12/2014 : 15:40:59  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di siman  Rispondi Quotando
A max...
Sul fatto che spesso (nel forum) si dia un'impressione di pericolo nel nudismo può essere anche vero ma non solo da un punto di vista di ignavia:
da quando son iscritto qui, temo di aver letto le parole "segaioli, guardoni,depravati ecc ecc" molto più spesso che parole tipo "Corsica, Croazia, spiaggia, famiglie ecc ecc".




UN FORUM E' COME UN'ORCHESTRA. MA FAR PARTE DI UN'ORCHESTRA NON SIGNIFICA SAPER COMPORRE UNA SINFONIA.

SII FELICE DA VIVO PERCHE' RIMARRAI MORTO PER UN BEL PEZZO

Semel in anno licet insanire




Modificato da - siman in data 27/12/2014 15:42:24
Torna all'inizio della Pagina

84giulia
iNudistaffezionato

giuliavatar


Regione: Emilia Romagna


598 Messaggi

Inserito il - 27/12/2014 : 16:52:23  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Messaggio di a_fenice
Questi sono i due spunti di riflessione che voglio lanciare:
1- quanto vogliamo davvero essere uomini liberi
2- quanto vogliamo impegnarci davvero nella nostra vita per questo obiettivo.
A voi la discussione.... se vi piace diventare davvero uomini liberi



1) Io non voglio assolutamente esere un uomo libero. Sono una donna e mi reputo già una donna libera.


2) Nella mia vita io m'impegno istante dopo istante per mantenere la mia libertà. Purtroppo mi pare che ci stiamo addentrando sempre più in una cultura comportamentale che ci induce ad esigere e farci riconoscere i nostri diritti. I diritti, in quanto tali ed una volta riconosciuti, non dovrebbero avere bisogno di ulteriori lotte.



:) i sorrisi sono gratis e fanno sempre bene :)
Torna all'inizio della Pagina

a_fenice
iNudisti Staff - Admin a_fenice@inudisti.it

nuovo


Regione: Umbria
Prov.: Perugia
Città: città di castello


21791 Messaggi

Inserito il - 27/12/2014 : 17:06:55  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di a_fenice Invia a a_fenice un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
@ Maro. Non ho detto cosa dovevi o non dovevi fare, ma ho espresso un dato di fatto. Una palese ipocrisia, che se mal tollerabile in condizioni di comune utilizzo con la normale clientela, diventava assurda quando li eravamo tutti nudisti. E comunque sono il sintomo di un dato di fatto: nudo dove consentito, perché al di fuori di esso diventa inidoneo o addirittura depravazione. E il fatto che i due luoghi fossero tutti negli stessi 100mq, fa non sorridere, ma piangere.

@ Giulia. Apprezzo la battuta, perché spero sia tale. Quando si parla di umanità, ci si esprime al maschile, con uomo e uomini, comprendendo tutti, uomini, donne, e anche trans
La tua frase finale è significativa. I diritti una volte riconosciuti non vanno di nuovo in discussione. Ma il problema è proprio questo. Non siamo né riconosciuti ne condannati, semplicemente ignorati e continuamente bistrattati e denunciati (per fortuna, finora, mai condannati)
A me piacerebbe un mondo per cui, se esco sul mio giardino, e per il caldo falcio l'erba stando nudo, nessuno debba da ridire nulla. Idem in altre mille situazioni. Non pretendo di girare nudo per piazza, anche se non ci vedrei nulla di male, ma almeno in una buona parte di vita normale, si.

Tempo fa pensavo ai luoghi dove si poteva dire: qui non è proprio il caso. E pensavo ad esempio ad un luogo di culto.
Oggi vedevo un filmato di Atlantide, sulle festa dell'epoca in in Etiopia. Festa in cui vengono portate in processione le tavole della legge. Cioè, assieme all'eucarestia, quanto di più sacro possa esistere per i cristiani. Alla fine della festa, fanno il rinnovamento battesimale. Mettono una croce galleggiante su un casco e, tipo laghetto, e molti si tuffano per bagnarsi e rinnovare il sacramento… e lo fanno nudi quasi tutti, grandi e piccini.
Quando non c'è malvagità e malizia il nudo non è peccato. E a ben pensarci, Dio ci conosce fin nel midollo, figurati che paura ha delle nostre nudita.

Max Pg- http://www.inudisti.it/it/amici/amico.aspx?id2=990

Libero Pensatore - Ciò che non farei non dovrà mai diventare ciò che non devono fare gli altri. - Stay hungry, stay foolish - Per aspera ad astra - Casa mia e cosa ci puoi trovare http://villafenice.blogspot.com

Torna all'inizio della Pagina

84giulia
iNudistaffezionato

giuliavatar


Regione: Emilia Romagna


598 Messaggi

Inserito il - 27/12/2014 : 18:22:47  Mostra Profilo  Rispondi Quotando

a_fenice ha scritto:
@ Giulia. Apprezzo la battuta, perché spero sia tale. Quando si parla di umanità, ci si esprime al maschile, con uomo e uomini, comprendendo tutti, uomini, donne, e anche trans

Era una mezza battuta. L'altra metà del significato della frase fa parte del mio impegno costante nel non cedere di un centimetro nel difendere il mio diritto a non essere generalizzata come uomo, se non come genere umano, in quanto derivante convenzionalmente dal termine scientifico in latino. Mi fermo al non pretendere di modificare anche la tassonomia mondiale.


A me piacerebbe un mondo per cui, se esco sul mio giardino, e per il caldo falcio l'erba stando nudo, nessuno debba da ridire nulla.

Se non ricordo male, c'era almeno un altro topic che trattava della nudità nelle pertinenze domestiche, anche con riferimenti legislativi.


Personalmente non ho alcun tipo di problema ad uscire nuda sul balcone per stendere la biancheria od innaffiare i fiori, perché potrebbero vedermi bene solo intenzionalmente o con un binocolo o quelli del piano di sopra sporgendosi dai loro terrazzi.


Tempo fa pensavo ai luoghi dove si poteva dire: qui non è proprio il caso. E pensavo ad esempio ad un luogo di culto.

I luoghi di culto cattolici spesso mostrano il nudo raffigurato su ogni parete, a meno che non si tratti di chiese nuove e moderne senza affreschi o dipinti d'epoca.


Per mia esperienza personale, ho trovato molta più comprensione, accettazione, apertura e tolleranza al nudo in contesti generalmente afferenti la sfera di religione cristiana (indipendentemente dal credo specifico) che in altri ambiti.


Diversa è la situazione per quel che riguarda altre religioni e non limitatamente ai luoghi di culto, come ad esempio per i seguaci delle varie fedi musulmane.


In altre culture ancore, il nudo nella religione ed il fallo, esibito senza nodi per coadiuvare gli ammanchi di memoria, è un obbligo: http://it.wikipedia.org/wiki/Simbolismo_fallico


Infine, riprendendo il titolo del topic, a mio parere occorre molto più coraggio a non essere libere/i/s che ad esserlo, perché la libertà è come la salute: se ne comprende l'importanza soltanto quando manca.



:) i sorrisi sono gratis e fanno sempre bene :)
Torna all'inizio della Pagina

a_fenice
iNudisti Staff - Admin a_fenice@inudisti.it

nuovo


Regione: Umbria
Prov.: Perugia
Città: città di castello


21791 Messaggi

Inserito il - 27/12/2014 : 20:26:59  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di a_fenice Invia a a_fenice un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
siman ha scritto:

A max...
Sul fatto che spesso (nel forum) si dia un'impressione di pericolo nel nudismo può essere anche vero ma non solo da un punto di vista di ignavia:
da quando son iscritto qui, temo di aver letto le parole "segaioli, guardoni,depravati ecc ecc" molto più spesso che parole tipo "Corsica, Croazia, spiaggia, famiglie ecc ecc".


proprio perchè siamo peggio dei talebani tessili. Già non bastase quanti ne scoprono loro, ci mettiamo anche noi a tirare via l'acqua dal nostro mulino.

Vedi, la cosa che mi sa di assurdo, è che siamo i primi a condannarci. Si condannarci, proprio perchè non riusciamo a parlare di noi, senza tirare in ballo le cose distorte, come e peggio di chi ci vuol male.
Ricordi il servizio delle jene su Cap? A parte una prima piccola parte, anche ben fatta, tutto è finito a tarallucci e vino tirando in ballo i club privè. E quel servizio ha fatto epoca. Te non immagini quanto i proprietari dei club privèè italiani sognano pubblicità come quelle. Ma gli italioti, circondati da luoghi dedicati a sesso per tutte le salse, dalle pippe mascherate da massaggi, ai club privèè, alle disco dove chi non cucca è un fesso, dalle varie saune e circoli privati, etero, gay e quant'altro, non si scandalizzano per ciò che c'è in casa propria in quantità industriale, e si fissano sulle poche cose che trovano dove siamo noi.
E dare continuamente corda a queste "pedanterie", fa si che ci sputiamo addosso.

E ora ti do, a te e agli altri, una chicca fresca fresca
Ricordi il centro Spa umbro che sarebbe stato disposto a darci serate tutte nostre? Bene, una... non saprei come definirla, diciamo bigotta, o ignorante dal verbo ignorare, non so come ha trovato il mio topic in merito. Ne ha fatto una copia, e l'ha portata al proprietario del centro. Risultato oggi, visto che hanno aperto puntuali, sono andato a visitarli, e lui mi ha fatto vedere questa "spiata". Mi ha detto di aver risposto che è cosi che si fa nei centri a 5 stelle, e lui HA un centro a cinque stelle. Però mi ha anche chiesto di stare attenti a ciò che diciamo.
Conclusione? Nelle nostre pagine arriva anche chi non dovrebbe arrivare, e legge ANCHE le cazzate con cui sputiamo sul piatto, che non sono norme di attenzione e rispetto, ma solo le autocastrazioni a cui mi riferivo.
Vogliamo continuare a dire che le cene non van bene, che il nudismo va praticato solo all'estero, che va fatto solo negli spazi canonici e nei luoghi canonici?
Ok, continuiamo a farci male da soli, questi sono i risultati.

Max Pg- http://www.inudisti.it/it/amici/amico.aspx?id2=990

Libero Pensatore - Ciò che non farei non dovrà mai diventare ciò che non devono fare gli altri. - Stay hungry, stay foolish - Per aspera ad astra - Casa mia e cosa ci puoi trovare http://villafenice.blogspot.com

Torna all'inizio della Pagina

a_fenice
iNudisti Staff - Admin a_fenice@inudisti.it

nuovo


Regione: Umbria
Prov.: Perugia
Città: città di castello


21791 Messaggi

Inserito il - 27/12/2014 : 20:36:55  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di a_fenice Invia a a_fenice un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
@ giulia Infine, riprendendo il titolo del topic, a mio parere occorre molto più coraggio a non essere libere/i/s che ad esserlo, perché la libertà è come la salute: se ne comprende l'importanza soltanto quando manca.

Già.... sentire il morso della fame quando non hai da mangiare, fa apprezzare di più ciò che hai, anzi, sigh, avevi.
Anche il povero Pinocchio lo imparò a sue spese, quando dovette mangiarsi bucce e torsolo, pur di sfamarsi, e il poco gli sembrò nettare divino.

Ma non lo chiamerei coraggio, ma "botta di c... ehm, fortuna", quello di finire in miseria, per poter apprezzare la ricchezza.


E non siamo molto lontani da questo. I siti, per vari motivi, ma più o meno li collegati, chiudono.
Le leggi pronudismo, stanno di fatto vietando il medesimo in giro (leggi Emilia Romagna e Veneto, presto pure Piemonte, se passasse la proposta Assonatura), se un campeggio apre al nudismo sperando in una ventata nuova, altri stanno meditando di chiudere questo capitolo.
E non solo in Itala. Anche nella nudissima Croazia, non ricordo ora il nome, qualche anno fa chiuse uno dei più grandi.
In un tempo in cui si sperava di progredire, stiamo tornando indietro, e di brutto. Facciamo dieci passi avanti su un fronte, e ne subiamo altri dieci indietro su un altro.

Max Pg- http://www.inudisti.it/it/amici/amico.aspx?id2=990

Libero Pensatore - Ciò che non farei non dovrà mai diventare ciò che non devono fare gli altri. - Stay hungry, stay foolish - Per aspera ad astra - Casa mia e cosa ci puoi trovare http://villafenice.blogspot.com

Torna all'inizio della Pagina

a_fenice
iNudisti Staff - Admin a_fenice@inudisti.it

nuovo


Regione: Umbria
Prov.: Perugia
Città: città di castello


21791 Messaggi

Inserito il - 27/12/2014 : 21:01:49  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di a_fenice Invia a a_fenice un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
e dato che siamo qui in tre a raccontarsela, vi mando uno spaccato di una email che ho inviato poc'anzi su un argomento simile, ma che credo si adatti al tema.


omissis....I nudisti...spesso hanno paura di parlare del sesso per via dei fraintendimenti, però ne fanno al 90 %, in tutte le salse. Ne conosco che in quel di ****, durante i raduni, giorno o notte, son andati a ...raccogliere margheritine nei prati, salvo poi fare gli integralisti nel forum
Il problema lo sai benissimo da solo quel'è in effetti: la troppa paura di parlare del sesso, al punto che li fa arrivare a decidere di chiudersi anche al nudo, pur di apparire neutri e integerrimi.
Non riscono a staccarsi dal rapportare nudo a perversione, più che al sesso.
Hanno cosi tanta voglia di apparire "puliti", che diventano assurdi, non credibili, ipocriti

Max Pg- http://www.inudisti.it/it/amici/amico.aspx?id2=990

Libero Pensatore - Ciò che non farei non dovrà mai diventare ciò che non devono fare gli altri. - Stay hungry, stay foolish - Per aspera ad astra - Casa mia e cosa ci puoi trovare http://villafenice.blogspot.com

Torna all'inizio della Pagina

dingopino
iNudistfedelissimo

con faccia

Prov.: Lucca


1694 Messaggi

Inserito il - 27/12/2014 : 21:21:31  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
a_fenice ha scritto:

e dato che siamo qui in tre a raccontarsela, vi mando uno spaccato di una email che ho inviato poc'anzi su un argomento simile, ma che credo si adatti al tema.
.........

Insomma eravamo di più di tre, ma nella foga dei discorsi qualcuno che non e da anni qui viene tranquillamente dimenticato o ignorato. Magari e anche per quello che sembrano tutti qui dentro contro il nudismo se le voci fori dal coro non vengano neanche viste. Ich kann eigentlich auch in Deutsch schreiben, ließt ja sowieso keiner.

nudo e semplicemente bello
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 3 Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
Pagina Successiva
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
Forum de iNudisti © 2006 / 2019 iNudisti Torna all'inizio della Pagina
Snitz Forums 2000