Header image
La più grande community Nudista d'Italia!
Forum de iNudisti - Legge naturismo Lombardia
Forum de iNudisti

Forum de iNudisti
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Servizi e Informazioni
 Leggi, ordinanze, regolamenti
 Legge naturismo Lombardia
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Pagina Successiva
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva
Pagina: di 3

Nudomark
iNudistfedelissimo


Regione: Lombardia
Prov.: Como
Città: Como


2370 Messaggi

Inserito il - 15/09/2015 : 19:27:29  Mostra Profilo Invia a Nudomark un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
http://www.milanotoday.it/cronaca/turismo-naturista-lombardia-nudisti.html

Siamo al corrente della cosa in quanto A.N.ITA. ha collaborato con i consiglieri e i rispettivi Gruppi Consigliari nella stesura della bozza del testo che è molto semplice. L'augurio è che possa essere approvato nelle modalità indicate!


Modificato da - Nudomark in Data 15/09/2015 19:29:41

Marconudista
iNudistamico


Regione: Lombardia
Prov.: Pavia


190 Messaggi

Inserito il - 15/09/2015 : 21:40:31  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Speriamo venga attuata questa legge cosi anche in lombardia si potra adibire piu' struttere al naturismo

Torna all'inizio della Pagina

jarod73
ilNudistBrianzolo

LidodiDante


Regione: Lombardia
Prov.: Milano
Città: Desio


2266 Messaggi

Inserito il - 15/09/2015 : 23:11:57  Mostra Profilo Invia a jarod73 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Era ora. Speriamo.

Torna all'inizio della Pagina

2Tatini
iNudistfedele

2Tatini Felici


Regione: Lombardia
Prov.: Como
Città: Como


734 Messaggi

Inserito il - 16/09/2015 : 06:52:39  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Sperem!!!

Stefano
Il nostro profilo sul sito è: http://www.inudisti.it/it/amici/amico.aspx?id2=35506
Torna all'inizio della Pagina

Nudìvago
iNudistospite

Prov.: Brescia
Città: Iseo


24 Messaggi

Inserito il - 16/09/2015 : 06:55:18  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Le parole con cui si conclude l'articolo „anche "al fine di tutelare coloro che non lo praticano"“ portano a pensare che la pratica nudista sia pericolosa per chi non la pratica:
1) qualunque nudista sa che questo non è vero
2) i nudisti vengono criminalizzati in quanto tali, sono i nuovi Indiani nelle riserve, la legge li qualifica di sotto-uomini e essa stessa induce al disprezzo. In realtà rafforza la mentalità corrente e non rispetta chi (per esperienza) la pensa in modo diverso. Non ho bisogno di una legge che mi imponga come devo sentirmi con me stesso, che mi imponga l'atteggiamento di una maggioranza, o la legge del più forte: non è democratico.

Può anche andar bene che si regolamenti il "turismo nudista/naturista", fatto salvo che questa NON È l'unica forma possibile di pratica del nudismo/naturismo. Chi vuol fare turismo dietro le siepi, lo faccia. Ma che non ci sia una legge che prescriva che questa sia l'unico modo ed esclusivo di pratica del nudismo, cioè che VIETI di fatto tutte le altre forme. CUI PRODEST? Non certo alla diffusione di un'idea sana e positiva del nudismo.
A meno che non si voglia far assumere alla legge il solito atteggiamento mafioso di "protezione" dei nudisti nel ghetto e dei non nudisti di fuori.
E perché protegge solo nudisti associati e non anche i singoli? È per sorvegliarci meglio? Per punirci in qualche modo per le idee che abbiamo? Per insegnarci come si deve stare in società?
Il punto è partire dal presupposto che la vista del nudo sia in qualche modo pericolosa, crei dei danni. Noi che lo pratichiamo siamo qui a smentirlo. Perché ora ce ne dimentichiamo?
Se l'ANITA avalla questo atteggiamento restituisco la tessera perché non mi rappresenta più. E mi farò le vacanze non nei ghetti lombardi, ma sui sentieri austriaci, tedeschi, finlandesi, ungheresi...
Non voglio nemmeno un referendum fra gli iscritti. Se una legge si deve approvare, che tenga conto di tutte le forme di nudismo: non a tutti va (e deve essere rispettata questa sua preferenza) di passare il tempo e godere la natura su una spiaggia, ma può preferire una gita in montagna o in campagna, fare del giardinaggio, leggere sul balcone - da gennaio a dicembre, non solo durante le ferie. E la prima cosa da cambiare è che la vista del nudo in pubblico non è di per sé punibile perché non è dannosa ("neminem laeditur"), non offende, non più di rumori molesti, sgarbi fra automobilisti, sputare per terra, scene di violenza. Anzi al contrario, come dimostrano tutti gli incontri con tessili (adulti e bambini - vedi foto - da www.naktiv.net).

Nudìvago - Vittorio


Immagine:

454,41 KB

Mi vesto del sol che la natura mi diè

Modificato da - Nudìvago in data 16/09/2015 06:57:50
Torna all'inizio della Pagina

siman
iNudistfedelissimo

siman


Regione: Liguria
Prov.: Savona
Città: Marchesato Del Carretto


10728 Messaggi

Inserito il - 16/09/2015 : 08:50:48  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di siman  Rispondi Quotando
Nudìvago ha scritto:

Le parole con cui si conclude l'articolo „anche "al fine di tutelare coloro che non lo praticano"“ portano a pensare che la pratica nudista sia pericolosa per chi non la pratica:
1) qualunque nudista sa che questo non è vero
2) i nudisti vengono criminalizzati in quanto tali, sono i nuovi Indiani nelle riserve, la legge li qualifica di sotto-uomini e essa stessa induce al disprezzo. In realtà rafforza la mentalità corrente e non rispetta chi (per esperienza) la pensa in modo diverso. Non ho bisogno di una legge che mi imponga come devo sentirmi con me stesso, che mi imponga l'atteggiamento di una maggioranza, o la legge del più forte: non è democratico.

Può anche andar bene che si regolamenti il "turismo nudista/naturista", fatto salvo che questa NON È l'unica forma possibile di pratica del nudismo/naturismo. Chi vuol fare turismo dietro le siepi, lo faccia. Ma che non ci sia una legge che prescriva che questa sia l'unico modo ed esclusivo di pratica del nudismo, cioè che VIETI di fatto tutte le altre forme. CUI PRODEST? Non certo alla diffusione di un'idea sana e positiva del nudismo.
A meno che non si voglia far assumere alla legge il solito atteggiamento mafioso di "protezione" dei nudisti nel ghetto e dei non nudisti di fuori.
E perché protegge solo nudisti associati e non anche i singoli? È per sorvegliarci meglio? Per punirci in qualche modo per le idee che abbiamo? Per insegnarci come si deve stare in società?
Il punto è partire dal presupposto che la vista del nudo sia in qualche modo pericolosa, crei dei danni. Noi che lo pratichiamo siamo qui a smentirlo. Perché ora ce ne dimentichiamo?
Se l'ANITA avalla questo atteggiamento restituisco la tessera perché non mi rappresenta più. E mi farò le vacanze non nei ghetti lombardi, ma sui sentieri austriaci, tedeschi, finlandesi, ungheresi...
Non voglio nemmeno un referendum fra gli iscritti. Se una legge si deve approvare, che tenga conto di tutte le forme di nudismo: non a tutti va (e deve essere rispettata questa sua preferenza) di passare il tempo e godere la natura su una spiaggia, ma può preferire una gita in montagna o in campagna, fare del giardinaggio, leggere sul balcone - da gennaio a dicembre, non solo durante le ferie. E la prima cosa da cambiare è che la vista del nudo in pubblico non è di per sé punibile perché non è dannosa ("neminem laeditur"), non offende, non più di rumori molesti, sgarbi fra automobilisti, sputare per terra, scene di violenza. Anzi al contrario, come dimostrano tutti gli incontri con tessili (adulti e bambini - vedi foto - da www.naktiv.net).

Nudìvago - Vittorio







Le tue considerazioni sono le stesse di moltissimi altri "storici" nudisti qui dentro.
Tralasciando chi vorrebbe poter passeggiare nudo anche in città che mi pare un'esagerazione, ho letto spesso il rincrescimento di Max che si lamenta di non poter (parliamo dello status attuale del nudismo in Italia) stare nudo in riva ad un ruscello senza sentirsi un fuorilegge.

Però, come ho già detto altrove, bisognerebbe guardare il bicchiere mezzo pieno; intanto e finalmente la legislazione prende atto che esiste il nudismo.
Al momento lo relega nei recinti? Vero ma almeno lo riconosce.
Forse più avanti lo ammetterà solo in riserve? Pazienza ma almeno in quei luoghi si potrà stare nudi senza timore di veder arrivare il solito cercatore di verbali contro la pubblica decenza.
Inoltre, visto che è una piaga assai lamentata (giustamente per carità) qui dentro, ci sarà anche più tranquillità dalla presenza dei guardoni e/o sessuomani a cielo aperto in quanto zone controllate

Quanto all'ultima frase da te citata
(„anche "al fine di tutelare coloro che non lo praticano")
l'avrei inserita anche io nel testo della proposta di legge pur essendo un nudista.
Perché? Semplice: è un modo per far "digerire" meglio la cosa ad eventuali contrari al nudismo...
gli si fa credere che, in questo modo, si tutelano i non nudisti.






UN FORUM E' COME UN'ORCHESTRA. MA FAR PARTE DI UN'ORCHESTRA NON SIGNIFICA SAPER COMPORRE UNA SINFONIA.

SII FELICE DA VIVO PERCHE' RIMARRAI MORTO PER UN BEL PEZZO

Semel in anno licet insanire



Torna all'inizio della Pagina

spagna
iNudistamico



183 Messaggi

Inserito il - 16/09/2015 : 09:28:17  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Nudìvago ha scritto:
Non ho bisogno di una legge che mi imponga come devo sentirmi con me stesso, che mi imponga l'atteggiamento di una maggioranza, o la legge del più forte: non è democratico.

Concordo, però c'è bisogno di una legge che autorizzi degli spazi, non credo che sia possibile passare dal "vietato in tutti luoghi" ad "autorizzato in tutti luoghi" con una legge.
Come dice il "buon Siman" cerchiamo di vedere il bicchiere il mezzo pieno, al momento è stato fatto un piccolo passo, che di sicuro non accontenta tutti, ma è un inizio, un buon inizio secondo me.
Torna all'inizio della Pagina

siman
iNudistfedelissimo

siman


Regione: Liguria
Prov.: Savona
Città: Marchesato Del Carretto


10728 Messaggi

Inserito il - 16/09/2015 : 09:50:27  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di siman  Rispondi Quotando
spagna ha scritto:

Nudìvago ha scritto:
Non ho bisogno di una legge che mi imponga come devo sentirmi con me stesso, che mi imponga l'atteggiamento di una maggioranza, o la legge del più forte: non è democratico.

Concordo, però c'è bisogno di una legge che autorizzi degli spazi, non credo che sia possibile passare dal "vietato in tutti luoghi" ad "autorizzato in tutti luoghi" con una legge.
Come dice il "buon Siman" cerchiamo di vedere il bicchiere il mezzo pieno, al momento è stato fatto un piccolo passo, che di sicuro non accontenta tutti, ma è un inizio, un buon inizio secondo me.



Grazie.

Senza contare che "l'atteggiamento della maggioranza" e "la legge del più forte (se inteso di chi ha avuto più voti)" è DEMOCRAZIA.
Siamo 4 gatti noi nudisti...pretendere cose che infatti non ci sono, è utopia.




UN FORUM E' COME UN'ORCHESTRA. MA FAR PARTE DI UN'ORCHESTRA NON SIGNIFICA SAPER COMPORRE UNA SINFONIA.

SII FELICE DA VIVO PERCHE' RIMARRAI MORTO PER UN BEL PEZZO

Semel in anno licet insanire



Torna all'inizio della Pagina

Nudìvago
iNudistospite

Prov.: Brescia
Città: Iseo


24 Messaggi

Inserito il - 16/09/2015 : 10:01:24  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Il fatto è che c'è il pericolo di avere una legge che volendo normare un tipo di turismo, legifera sul nudismo in generale - e questo va oltre le sue competenze e attribuzioni. Legiferi, ma lasci intatto quel che finora non è ancora normato nella fattispece: per questo serve una legge nazionale o la definizione chiara dell'articolo 726 c.p. ("atti contrari alla pubblica decenza").
Per quanto riguarda il bicchiere: direi che siamo nati col bicchiere pieno, che poi crescendo ci viene bevuto da altri (cultura dominante, moralismi, credenze, poteri, progetti sociali settari che poi si sono generalizzati - ma se qualcuno si nega per motivi suoi una parte del bicchiere, sono affari suoi e non può pensare di imporre le proprie scelte forte del numero di "likes" che la sua scelta ha ottenuto, questo non nega per nulla il mio diritto a poter usufruire in toto del mio diritto naturale e personale. Data la minoranza che siamo, non vedo il pericolo di sconvolgimenti sociali, rivoluzioni, problemi di ordine pubblico - come non sono accaduti in Spagna. A me che sono vegetariano "provoca un senso di disgusto, disagio, disdegno o disapprovazione" (per citare una sentenza della Corte di Cassazione Cass. Pen., Sez. III, n. 15678/2010) vedere una trota appesa a una lenza o un cervo e il suo piccolo su un pik-up in Val di Genova (domenica scorsa) e non c'è nessuno che mi difende. E io stesso non vado in piazza, non m'indigno (cosa che potrebbe essere la reazione normale all'osceno, come dice Ludwig Marcuse nel suo libro "Obszön. Geschichte einer Entrüstung" del 1962): se pescare o cacciare è un diritto, non può essere cancellato da quel che ne provo io: porto a casa e mosche. E lo stesso valga per chi ci vede nudi lungo i sentieri.

Mi vesto del sol che la natura mi diè

Modificato da - Nudìvago in data 16/09/2015 10:05:08
Torna all'inizio della Pagina

siman
iNudistfedelissimo

siman


Regione: Liguria
Prov.: Savona
Città: Marchesato Del Carretto


10728 Messaggi

Inserito il - 16/09/2015 : 10:43:32  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di siman  Rispondi Quotando
Nudìvago ha scritto:

Il fatto è che c'è il pericolo di avere una legge che volendo normare un tipo di turismo, legifera sul nudismo in generale - e questo va oltre le sue competenze e attribuzioni. Legiferi, ma lasci intatto quel che finora non è ancora normato nella fattispece: per questo serve una legge nazionale o la definizione chiara dell'articolo 726 c.p. ("atti contrari alla pubblica decenza").
Per quanto riguarda il bicchiere: direi che siamo nati col bicchiere pieno, che poi crescendo ci viene bevuto da altri (cultura dominante, moralismi, credenze, poteri, progetti sociali settari che poi si sono generalizzati - ma se qualcuno si nega per motivi suoi una parte del bicchiere, sono affari suoi e non può pensare di imporre le proprie scelte forte del numero di "likes" che la sua scelta ha ottenuto, questo non nega per nulla il mio diritto a poter usufruire in toto del mio diritto naturale e personale. Data la minoranza che siamo, non vedo il pericolo di sconvolgimenti sociali, rivoluzioni, problemi di ordine pubblico - come non sono accaduti in Spagna. A me che sono vegetariano "provoca un senso di disgusto, disagio, disdegno o disapprovazione" (per citare una sentenza della Corte di Cassazione Cass. Pen., Sez. III, n. 15678/2010) vedere una trota appesa a una lenza o un cervo e il suo piccolo su un pik-up in Val di Genova (domenica scorsa) e non c'è nessuno che mi difende. E io stesso non vado in piazza, non m'indigno (cosa che potrebbe essere la reazione normale all'osceno, come dice Ludwig Marcuse nel suo libro "Obszön. Geschichte einer Entrüstung" del 1962): se pescare o cacciare è un diritto, non può essere cancellato da quel che ne provo io: porto a casa e mosche. E lo stesso valga per chi ci vede nudi lungo i sentieri.


Le tue personali rimostranze sono assolutamente chiare e per nulla insensate anche se in qualche passaggio, da parte mia, non condivisibili (sulla caccia però mi trovi d'accordo).

Tuttavia continuo a non capire perché ti disturba così tanto una "prima" legge che, con tutti i difetti che ha o possa avere, afferma:
"IL NUDISMO ESISTE! I NUDISTI ESISTONO!"

Iniziamo a sdoganare la parola e la pratica nudista, che non è poco!

Marco Polo per arrivare in Cina ha fatto moltissimi passi...il primo compiuto lo ha fatto quando i suoi piedi erano ancora sul suolo di Venezia.
Chi si batte pro nudismo, anche se scontento di questa legge, avrà comunque in quest'ultima un alleato proprio perché prevede legalmente l'esistenza della pratica nudista.










UN FORUM E' COME UN'ORCHESTRA. MA FAR PARTE DI UN'ORCHESTRA NON SIGNIFICA SAPER COMPORRE UNA SINFONIA.

SII FELICE DA VIVO PERCHE' RIMARRAI MORTO PER UN BEL PEZZO

Semel in anno licet insanire




Modificato da - siman in data 16/09/2015 11:08:38
Torna all'inizio della Pagina

spagna
iNudistamico



183 Messaggi

Inserito il - 16/09/2015 : 11:10:08  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Nudìvago ha scritto:

se pescare o cacciare è un diritto, non può essere cancellato da quel che ne provo io

Premesso che non sono vegetariano, non vado a caccia o pesca, il diritto di cacciare e pescare è "Normato", ci sono zone autorizzate per tali attività ed è anche limitato nei modi e tempi, per praticarlo ci vuole il porto d'armi o la licenza di pesca e se sgarri ci sono multe salate.
Come a te da fastidio il loro modo di vivere a loro potrebbe dar fastidio il tuo.
e se facessimo tutti un passo indietro per cercare di vivere in armonia??
Torna all'inizio della Pagina

siman
iNudistfedelissimo

siman


Regione: Liguria
Prov.: Savona
Città: Marchesato Del Carretto


10728 Messaggi

Inserito il - 16/09/2015 : 11:16:25  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di siman  Rispondi Quotando
spagna ha scritto:

Nudìvago ha scritto:

se pescare o cacciare è un diritto, non può essere cancellato da quel che ne provo io


Come a te da fastidio il loro modo di vivere a loro potrebbe dar fastidio il tuo.
e se facessimo tutti un passo indietro per cercare di vivere in armonia??





Verissimo!!!!
Io, per esempio, non sopporto i mariti e fidanzati gelosi. Potete far qualcosa?
Insomma: l'utopia è una cosa, la realtà e gli sforzi e i passi per renderla più consona ai propri ideali, è un'altra.









UN FORUM E' COME UN'ORCHESTRA. MA FAR PARTE DI UN'ORCHESTRA NON SIGNIFICA SAPER COMPORRE UNA SINFONIA.

SII FELICE DA VIVO PERCHE' RIMARRAI MORTO PER UN BEL PEZZO

Semel in anno licet insanire




Modificato da - siman in data 16/09/2015 11:53:11
Torna all'inizio della Pagina

Nudìvago
iNudistospite

Prov.: Brescia
Città: Iseo


24 Messaggi

Inserito il - 16/09/2015 : 12:33:10  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Per chi vuol seguire: http://www.consiglio.regione.lombardia.it/banchedati/elencogeneraleatti?p_p_id=motorericercaatti_WAR_motorericercaatti&p_p_lifecycle=1&p_p_state=normal&p_p_mode=view&p_p_col_id=column-3&p_p_col_count=2&_motorericercaatti_WAR_motorericercaatti_method:actDetail=&_motorericercaatti_WAR_motorericercaatti_actId=workspace%3A%2F%2FSpacesStore%2F0e1f8723-ea8c-4edd-a8e7-acf073b19663&p_auth=KHc0f9tK

Ribadisco, non possiamo farci scippare qualcosa che adesso pur precariamente ci appartiene, da un emendamento a una legge.

Mi vesto del sol che la natura mi diè
Torna all'inizio della Pagina

siman
iNudistfedelissimo

siman


Regione: Liguria
Prov.: Savona
Città: Marchesato Del Carretto


10728 Messaggi

Inserito il - 16/09/2015 : 13:22:37  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di siman  Rispondi Quotando
Nudìvago ha scritto:


Ribadisco, non possiamo farci scippare qualcosa che adesso pur precariamente ci appartiene, da un emendamento a una legge.



Perdonami Nudivago, non per essere polemico (beh, per la verità sono un polemico ma non questa volta con te )...
"Cosa" ci appartiene?

Che io sappia in Italia e al di fuori di recinti ufficialmente nudisti (ci metto anche Zello) non mi pare che uno possa stare nudo tranquillamente. Nel senso che nessuno può matematicamente essere sicuro di non tornare a casa con un verbale spillato su una chiappa.







UN FORUM E' COME UN'ORCHESTRA. MA FAR PARTE DI UN'ORCHESTRA NON SIGNIFICA SAPER COMPORRE UNA SINFONIA.

SII FELICE DA VIVO PERCHE' RIMARRAI MORTO PER UN BEL PEZZO

Semel in anno licet insanire



Torna all'inizio della Pagina

spagna
iNudistamico



183 Messaggi

Inserito il - 16/09/2015 : 13:25:52  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Si potrebbe leggere questo emendamento.... se qualcuno lo postasse almeno si potrebbero fare delle critiche o apprezzamenti su qualcosa di concreto.
Ho seguito il link, ma non ho voglia di leggermi tutta la legge regionale e 100 emendamenti.
Grazie e scusate la mia pigrizia
Torna all'inizio della Pagina

siman
iNudistfedelissimo

siman


Regione: Liguria
Prov.: Savona
Città: Marchesato Del Carretto


10728 Messaggi

Inserito il - 16/09/2015 : 13:36:43  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di siman  Rispondi Quotando
spagna ha scritto:

Si potrebbe leggere questo emendamento.... se qualcuno lo postasse almeno si potrebbero fare delle critiche o apprezzamenti su qualcosa di concreto.
Ho seguito il link, ma non ho voglia di leggermi tutta la legge regionale e 100 emendamenti.
Grazie e scusate la mia pigrizia



Concordo.
Girando su internet io ho trovato queste notizie sugli emendamenti ma non so se son quelle su cui si...brontola.
In ogni caso, da ottimista endemico, posso dire che un emendamento, seppur peggiorativo, è pur sempre un futuro SI all'approvazione della legge da parte di chi (e del gruppo politico appartenente!) l'ha proposto?

http://www.monzatoday.it/politica/naturismo-nudismo-lombardia.html





UN FORUM E' COME UN'ORCHESTRA. MA FAR PARTE DI UN'ORCHESTRA NON SIGNIFICA SAPER COMPORRE UNA SINFONIA.

SII FELICE DA VIVO PERCHE' RIMARRAI MORTO PER UN BEL PEZZO

Semel in anno licet insanire



Torna all'inizio della Pagina

Nudomark
iNudistfedelissimo


Regione: Lombardia
Prov.: Como
Città: Como


2370 Messaggi

Inserito il - 16/09/2015 : 13:46:17  Mostra Profilo Invia a Nudomark un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Credo che per commentare dovreste essere a conoscenza delle cose.
Il testo della proposta di legge poi convertito in emendamento è stato scritto da A.N.ITA.in accordo con i presentatori, tanto che la presentazione della legge alla Regione è stato scritto da un nostro consigliere.
Le parole estrapolate dal giornalista nulla hanno a che vedere con quelli che sono stati i colloqui con i Consiglieri regionali e i loro gruppi, persone che ben conoscono il naturismo.
Nessuno ne nei testi ne nelle parole ha mai pensato a ghetti per naturisti e ben lo sanno i moderatori di questo forum a cui sono stati chiesti pareri come a molti altri soggetti interessati. Il testo che avevamo consegnato è brevissimo proprio per non creare equivoci o problemi come è stato in Emilia e in Veneto e ora sta accadendo in Piemonte. Ovviamente non possiamo essere certi che venga in sede di dibattito confermato al 100% ma siamo fiduciosi perché i promotori raccolgono consensi anche nelle opposizioni.
DOVE STA SCRITTO CHE PROTEGGEREBBE SOLO GLI ASSOCIATI??? E' una deduzione assurda visto che si prevedono luoghi pubblici.
Sapete, o dovreste sapere che per ottenere la possibilità di naturismo ovunque, non solo nelle spiagge segnalate con cartelli va modificato l'articolo 726 c.p. e che tale modifica è possibile solo a livello nazionale tanto che la legge che prevede proprio questo, proposta dall'on. Lacquaniti giace da tempo in Parlamento. E' questa legge che prevedendo tale eliminazione per i naturisti, delegando poi alle regioni le modalità di attuazione consentirebbe anche le passeggate in montagna senza alcun problema. peraltro nulla lo vieta anche ora se fatto con criterio, lo dimostrano i molti eventi che Emanuele organizza e con lui molti altri.
Chiudo facendo una considerazione, se esistono aperture verso il naturismo vanno colte, sperare che dall'oggi al domani si arrivi al livello della Germania dopo essere stati osteggiati in ogni modo si è solo degli illusi. Solo facendo un passo alla volta si può grazie alla conoscenza della nostra filosofia di vita, permettere agli altri di capire e finalmente accettare il fatto che il naturismo è nostro diritto.

Mi piacerebbe anche capire perché nessuno ha detto nulla di quanto fatto in Abruzzo o Emilia o Veneto o Piemonte e si attacchi proprio quello che si sta facendo qui che è un testo assolutamente libero da problematiche di qualsiasi tipo.
Aggiungo che anche la Spagna purtroppo in materia di naturismo sta facendo passi indietro, vietando il naturismo in luoghi dove fino a poco tempo fa era consentito, evidentemente le difficoltà esistono anche altrove, risolverle con il buon senso mi sembra il minimo sindacale che si richiede a chi vive con entusiasmo il nostro mondo.

Ho poi personalmente incontrato diversi operatori turistici e sindaci della mia zona che si sono detti interessati, qualora la legge venga approvata, ad individuare luoghi interessanti e a collaborare con loro per lo sviluppo del turismo naturista. Credo sinceramente che sia una cosa positiva. E l'interessamento maggiore viene proprio dalle zone con minore sviluppo turistico del Lago di Como come alcune valli ora poco conosciute. Questo per me è un punto di partenza non indifferente. Le istituzioni (tra l'altro di una parte politica inaspettata) sono interessate e dialogano.


Modificato da - Nudomark in data 16/09/2015 14:29:31
Torna all'inizio della Pagina

Miki1110
iNudistamico


Regione: Lombardia
Prov.: Milano
Città: Milano


113 Messaggi

Inserito il - 16/09/2015 : 15:52:12  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Miki1110  Rispondi Quotando
Al link indicato da Nudivago si trova il testo dell’emendamento che “copia” quanto previsto ad esempio nella legge regionale veneta … per i pigri ...

Art. 1
Finalità
1. La Regione del Veneto, nell'ambito delle proprie competenze, ai sensi dell'articolo 117, quarto comma della Costituzione, promuove le condizioni necessarie a garantire la possibilità di praticare il turismo naturista, nel rispetto delle persone, della natura e dell'ambiente circostante.

Art. 2
Delimitazione e segnalazione delle aree destinate al turismo naturista
1. Il turismo naturista è consentito liberamente, purché in aree, spazi e infrastrutture, appositamente destinati, delimitati e segnalati.
2. Tutte le aree pubbliche o private destinate al turismo naturista, al fine di evitare ogni promiscuità di spazi con chi non lo pratica, devono essere riconoscibili all'esterno e adeguatamente segnalate con appositi cartelli o con altri efficaci mezzi di segnalazione.
3. Nel caso in cui l'area dedicata al turismo naturista non sia situata in luoghi idoneamente appartati o non disponga di una naturale barriera visiva, deve essere collocata un'ulteriore segnalazione e delimitazione che ne attesti la presenza, a idonea distanza e comunque a non meno di 50 metri dall'inizio della stessa.

Art. 3
Aree pubbliche destinate al turismo naturista
1. I comuni e gli altri enti pubblici locali secondo e nei limiti delle rispettive competenze, possono destinare spiagge marine, lacustri o fluviali, boschi, parchi ed altri ambienti naturali di proprietà demaniale o di enti pubblici locali, alla pratica del turismo naturista.
2. I comuni contermini individuano le aree per la pratica del turismo naturista possibilmente in aree tra loro confinanti.
3. La gestione di aree pubbliche destinate al turismo naturista può essere concessa a privati, ad associazioni o ad organizzazioni che ne garantiscano il buon funzionamento e la corretta fruizione, in conformità alla vigente normativa in materia di concessioni.

Art. 4
Aree private destinate al turismo naturista
1. Per l'esercizio del turismo naturista in aree private quali campeggi, alberghi, piscine, o altro, si osservano le disposizioni della presente legge e quelle in materia urbanistica e di turismo.

Art. 5
Controlli sulle aree destinate al turismo naturista
1. I comuni e gli altri enti pubblici secondo le rispettive competenze, esercitano l'attività di controllo sul buon funzionamento e corretta fruizione delle aree destinate al turismo naturista.

Art. 6
Sanzioni
1. Il comune applica la sanzione amministrativa da euro 500,00 ad euro 2.000,00 a carico del gestore dell'area destinata al turismo naturista ed ordina la sospensione dell'attività nell'area sanzionata per un periodo da dieci a novanta giorni qualora l'area risulti priva di uno o più dei requisiti definiti dal provvedimento di Giunta regionale di cui all'articolo 7.
2. Il comune ordina la immediata cessazione dell'attività dell'area destinata al turismo naturista nei seguenti casi:
a) mancato pagamento della sanzione pecuniaria di cui al comma 1, nel termine di sessanta giorni;
b) mancato adeguamento dell'area ai requisiti di cui al comma 1 nel termine stabilito dal comune;
c) gestione dell'area svolta nel periodo di sospensione di cui al comma 1.

Art. 7
Criteri per il rilascio delle concessioni e per l'individuazione delle aree destinate al turismo naturista
1. La Giunta regionale, sentita la competente commissione consiliare, entro novanta giorni dall'entrata in vigore della presente legge, individua:
a) i criteri per il rilascio delle concessioni, in conformità alla disciplina delle concessioni demaniali, prevedendo in particolare che le aree destinate al turismo naturista:
1) siano localizzate in modo da non causare, di norma, interruzioni alla continuità delle aree fruibili dal turismo non naturista, qualora, per la conformazione naturale dei luoghi, non siano separate e appartate rispetto a quelle del turismo non naturista;
2) abbiano accesso alla risorsa naturale marina, lacustre o fluviale, di interesse turistico;
3) siano concesse con preferenza, a parità di condizioni, alle associazioni o organizzazioni affiliate ad una delle federazioni o confederazioni naturiste nazionali o internazionali;
b) i criteri urbanistici per la destinazione, estensione, delimitazione, segnalazione e localizzazione delle aree naturiste anche nel rispetto dell'interesse alla tutela del paesaggio, e in particolare le caratteristiche tecniche delle recinzioni di tali aree in modo da garantire i terzi non naturisti rispetto alla visibilità dall'esterno dei luoghi di pratica naturista.

Io non ci vedo nulla di male in tutte queste iniziative, l’unica osservazione che mi sento di fare è che l’attuale attivismo della politica nasce in primo luogo dalla consapevolezza che naturismo fa rima con affari e in gran parte dell’Europa sono da decenni che lo hanno compreso.

Le leggi poi possono essere scritte bene o male, l’importante è capire come vengono calate nella realtà. Non ci resta che attendere ed essere fiduciosi …

http://www.inudisti.it/it/amici/amico.aspx?id2=39118
Torna all'inizio della Pagina

Nudìvago
iNudistospite

Prov.: Brescia
Città: Iseo


24 Messaggi

Inserito il - 16/09/2015 : 16:38:01  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Per seguire in diretta il dibattito: http://www.consiglio.regione.lombardia.it/aula-consiliare-diretta-video

Qui la seduta di ieri:http://www.mediatecaconsiglio.lombardia.it/

Mi vesto del sol che la natura mi diè
Torna all'inizio della Pagina

Nudomark
iNudistfedelissimo


Regione: Lombardia
Prov.: Como
Città: Como


2370 Messaggi

Inserito il - 16/09/2015 : 16:55:35  Mostra Profilo Invia a Nudomark un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Il testo non ha nulla a che vedere con quello veneto. Non è ancora stato pubblicato.

Torna all'inizio della Pagina

siman
iNudistfedelissimo

siman


Regione: Liguria
Prov.: Savona
Città: Marchesato Del Carretto


10728 Messaggi

Inserito il - 16/09/2015 : 16:56:59  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di siman  Rispondi Quotando
Miki1110 ha scritto:

Al link indicato da Nudivago si trova il testo dell’emendamento che “copia” quanto previsto ad esempio nella legge regionale veneta … per i pigri ...


...Io non ci vedo nulla di male in tutte queste iniziative...

Le leggi poi possono essere scritte bene o male, l’importante è capire come vengono calate nella realtà. Non ci resta che attendere ed essere fiduciosi …




Concordo con te fatta salva l'eccezione subito sopra di Nudomark.


Forse, forse e da ignorante del tema, ci son due cose che stonano:

1) la preferenza ad organizzazioni più che a un privato anche se dubito che un'organizzazione (sempre che non sia un paravento/prestanome per qualche imprenditore) possa sobbarcarsi gli investimenti necessari del probabile progetto che un privato presenterebbe prendendosi i medesimi rischi per l'uguale consistenza dei capitali necessari (sia già in suo possesso o attraverso un finanziamento bancario, garanzie personali comprese).
Insomma: a parità di richiesta, il "vincitore" dovrebbe allestire il "centro nudista" con almeno le stesse infrastrutture e servizi del progetto del "perdente".

2) il termine "recinzioni" che si legge solo nel finale. Anche se penso siano obbligatorie (riprendendo le clausole precedenti) solo se un non nudista possa transitare a meno dei 50mt di distanza precedentemente scritti come obbligatorietà degli avvisi.





UN FORUM E' COME UN'ORCHESTRA. MA FAR PARTE DI UN'ORCHESTRA NON SIGNIFICA SAPER COMPORRE UNA SINFONIA.

SII FELICE DA VIVO PERCHE' RIMARRAI MORTO PER UN BEL PEZZO

Semel in anno licet insanire




Modificato da - siman in data 16/09/2015 17:26:23
Torna all'inizio della Pagina

spagna
iNudistamico



183 Messaggi

Inserito il - 16/09/2015 : 17:40:00  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
fatemi capire.....(perchè oltre che pigro sono anche "tardo")
in questo emendamento che è stato approvato ieri cosa c'è scritto??
http://www.bergamosera.com/cms/2015/09/16/lombardia-via-libera-al-nudismo-200mila-praticanti/

leggendo questo articolo sembra che la regione lombardia si impegna a trovare spazi per il nudismo, inviduando aree e modalità, ma al momento non esiste niente di certo.

Nudomark ha scritto:
Credo che per commentare dovreste essere a conoscenza delle cose.


Parlare delle cose di cui si ha una conoscenza superficiale o nulla è lo sport preferito degli italiani
Torna all'inizio della Pagina

Nudomark
iNudistfedelissimo


Regione: Lombardia
Prov.: Como
Città: Como


2370 Messaggi

Inserito il - 16/09/2015 : 19:01:25  Mostra Profilo Invia a Nudomark un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
E' certo che è stato approvato ma il testo definitivo deve essere ancora pubblicato dalla regione.
Se fosse quello da noi suggerito sarebbe il più avanzato e più libero in assoluto, ispirato dal consulto di più esperti provenienti non solo dall'associazionismo ma anche da questo sito e a lungo studiato. Naturalmente le regioni non possono legiferare sull'abolizione del 726 per il naturismo che è prerogativa solo del Parlamento.

Torna all'inizio della Pagina

siman
iNudistfedelissimo

siman


Regione: Liguria
Prov.: Savona
Città: Marchesato Del Carretto


10728 Messaggi

Inserito il - 16/09/2015 : 19:10:15  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di siman  Rispondi Quotando
Nudomark ha scritto:

E' certo che è stato approvato ma il testo definitivo deve essere ancora pubblicato dalla regione.
Se fosse quello da noi suggerito sarebbe il più avanzato e più libero in assoluto...




Che sia o non sia il più avanzato e libero ma speriamo sia così, che festa si faccia!

Congratulazioni a tutti quelli che hanno partecipato e lavorato all'avventura.
Bravi, bravi, bravi.







UN FORUM E' COME UN'ORCHESTRA. MA FAR PARTE DI UN'ORCHESTRA NON SIGNIFICA SAPER COMPORRE UNA SINFONIA.

SII FELICE DA VIVO PERCHE' RIMARRAI MORTO PER UN BEL PEZZO

Semel in anno licet insanire



Torna all'inizio della Pagina

Marcolino
iNudistfedelissimo

marcolino


Regione: Lombardia
Prov.: Milano
Città: Muggio'


5219 Messaggi

Inserito il - 16/09/2015 : 19:21:27  Mostra Profilo Invia a Marcolino un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Mi pare assurdo che si discuta e si "critichi", almeno per il momento, sull'aria fritta.
Finche' non sara' pubblicato il testo completo dell'emendamento approvato in Regione Lombardia e' inutile ed off topic secondo me commentare in merito alla Lombardia sulla base di leggi di altre regioni.

Come ha ben detto Nudomark, qualora fosse pubblicato esattamente il testo che ANITA aveva presentato, non dovremmo far altro che gioire tutti di questa conquista, in quanto quel testo fu il frutto della collaborazione di tante realta', fra cui in modo particolare quella di questo forum da cui ANITA ha recepito molti suggerimenti.

Aggiungo che addirittura ANITA, se non ricordo male, a suo tempo presento' e modifico' strada facendo il testo proprio in questo forum dando prova di grande trasparenza, non solo verso i propri soci (che sarebbe dovuto) ma verso tutti i naturisti (quante associazioni lo fanno???).

Salutoni,
Marcolino

Volemose bene, damose de fa'.. semo nudisti.


Torna all'inizio della Pagina

siman
iNudistfedelissimo

siman


Regione: Liguria
Prov.: Savona
Città: Marchesato Del Carretto


10728 Messaggi

Inserito il - 16/09/2015 : 19:35:16  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di siman  Rispondi Quotando
Marcolino ha scritto:

Finche' non sara' pubblicato il testo completo dell'emendamento approvato in Regione Lombardia e' inutile ed off topic secondo me commentare in merito alla Lombardia sulla base di leggi di altre regioni.


Salutoni,
Marcolino



Capisco il tuo malumore quanto quello di Nudomark e verosimilmente, di tutti quelli che hanno collaborato attivamente per raggiungere questo traguardo.

Personalmente non ho inteso, sia che si siano trattate di critiche/timori o di ragionamenti ipotetici, interventi off topics ma più che altro, un forte interessamento degli utenti (on line nel pomeriggio) di questo forum, segno che si son mostrati molto attenti a questo treads che vale certo di più che i troppi (da un po' di tempo a questa parte) inviti a spiagge straniere più o meno comode da raggiungere anche con treni a buon mercato.
Se non altro, e non è poco di questi tempi, questa notizia non è scivolata nell'oblio della seconda pagina.





UN FORUM E' COME UN'ORCHESTRA. MA FAR PARTE DI UN'ORCHESTRA NON SIGNIFICA SAPER COMPORRE UNA SINFONIA.

SII FELICE DA VIVO PERCHE' RIMARRAI MORTO PER UN BEL PEZZO

Semel in anno licet insanire



Torna all'inizio della Pagina

2Tatini
iNudistfedele

2Tatini Felici


Regione: Lombardia
Prov.: Como
Città: Como


734 Messaggi

Inserito il - 16/09/2015 : 21:21:37  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Nudomark ha scritto:
E l'interessamento maggiore viene proprio dalle zone con minore sviluppo turistico del Lago di Como come alcune valli ora poco conosciute. Questo per me è un punto di partenza non indifferente. Le istituzioni (tra l'altro di una parte politica inaspettata) sono interessate e dialogano.


Scusa Marco,visto che io e te siamo proprio della zona mi potresti dire a quali zone alludevi nel tuo intervento precedente?

Stefano
Il nostro profilo sul sito è: http://www.inudisti.it/it/amici/amico.aspx?id2=35506
Torna all'inizio della Pagina

Nudìvago
iNudistospite

Prov.: Brescia
Città: Iseo


24 Messaggi

Inserito il - 16/09/2015 : 21:40:51  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
L'emendamento (nr. 68) in sede di discussione verrà ritirato dal proponente Tizzoni,
Eccolo:


Immagine:

49,68 KB

ma verrà riproposto dall'Assessore Parolini come subemendamento nr. 1, che leggerà in aula:
«Riconosce il turismo naturista, nel rispetto delle persone, della natura e dell’ambiente circostante, purché praticato in aree, spazi e infrastrutture, appositamente destinati, delimitati e segnalati con appositi cartelli e con altri efficaci mezzi di segnalazione.»

La votazione sull'emendamento Parolini avrà il seguente risultato:

Votanti 66
Favorevoli 63
Astenuti 3
Il Consiglio approva.

Votazione sull'intero articolo 2 (Finalità)
Votanti 65
Favorevoli 58
Astenuti 7
Il Consiglio approva.

Una battuta del Presidente Cattaneo: «Colleghi, questa legge ha 87 articoli! Quindi, sono le 18: Se vogliamo completare entro l’ora di chiusura, credo che ci voglia un clima… che non si faccia troppo influenzare dal naturismo, ecco, diciamo così. eh.»


Mi vesto del sol che la natura mi diè

Modificato da - Nudìvago in data 16/09/2015 21:59:09
Torna all'inizio della Pagina

Nudìvago
iNudistospite

Prov.: Brescia
Città: Iseo


24 Messaggi

Inserito il - 16/09/2015 : 22:02:25  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
I consigliere Tizzoni e Pedrazzini avevano presentato altri due emendamenti:


Immagine:

54,39 KB



Immagine:

48,08 KB

che sono poi stati ritirati.
I tre emendamenti sono stati accolti dal consigliere Buffagni (Movim. 5 stelle) ma bocciati nelle votazioni.

Mi vesto del sol che la natura mi diè
Torna all'inizio della Pagina

a_fenice
iNudisti Staff - Amministratore a_fenice@inudisti.

nuovo


Regione: Umbria
Prov.: Perugia
Città: città di castello


20562 Messaggi

Inserito il - 16/09/2015 : 23:40:52  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di a_fenice Invia a a_fenice un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
proviamo a mediare tra le diverse tesi con degli spunti di riflessione.

L'unica vera legge utile sarebbe una che sganci il nudismo dal 726 cp.
L'unica vera limitazione ammissibile sarebbe un elenco di luoghi inidonei
Le azioni contro decenza, pudore e libertà di tutti sarebbero comunque perseguite dal 527 cp
In mancanza di questa unica e utile legge, molti si stanno muovendo per avere una legge propria che permetta di stare nudi.
Adesso i posti dove poter stare nudi sono già molti, anche se una gran parti rubati e sotto rischio denuncia, evitabile se fosse messo in atto il punto 1
Tramite le leggi regionali vengono poste molte libertà (soggette alla volontà di amministratori e di imprenditori), e molti vincoli (le amministrazioni non vogliono nudi, e gli imprenditori non potendo avere a disposizione bei spazi, ma solo risicaglie nascoste in meandri inaccessibile, non avrebbero clienti, qundi non investono nel nudismo)
Una sola messa in pratica è scaturita da una legge regionale: la spiaggia di Torino di Sangro.
Nella altre regioni le leggi di liberalizzazione nudonaturista ha di fatto vietato il nudismo ovunque, ne vi sono inizative o permessi in vista.
Le uniche spiagge autorizzate in Italia, son tutte frutto di delibere comunali (capocotta, nido del'aquila, il troncone, fiumicino), e anche le Morge, seppur derivate dalla legge regionale, è sorta quasi per sola volontà comunale, ben spinta da ANAB.
Tutte le leggi regionali finora firmate, hanno posto con poche parole, dei vincoli imprescindibili, a cui si appellano i comuni per non autorizzare le spiagge.
In Emilia Romagna ha di fatto chiuso ogni possibilità di autorizzazione, se il comune non è interessato.
In veneto la proposta era altamente castrante, è stata riaperta e rivalutata dal proponente, ma la finale è stata la chiusura totale, salvo grossi investimenti che a nessuno interessano
In Abruzzo la legge è sufficentemente aperta, ma manca la volontà di applicarla, e di fatto chiude le possibilità.
In piemonte spero non veda mai la luce: va a finire che fan chiudere anche i due campeggi che ci sono. (e starebbe bene a tutti e due i proprietari, che han voluto una legge campeggiocentrica)
In toscana la stanno studiando, spero che leggano questi commenti che escono di continuo sulle varie leggi, per non commettere errori, dato che già proporre una legge, è un errore in partenza.
In sicilia era partita pessima, poi è stata riscritta, e sinceramente non ho più seguito o non ricordo di averlo fatto, che fine ha fatto.
In Lombardia la proposta, tranne due o tre cavolate, era più che buona, ma la vista di quei emendamenti fa pensare che alla fine la stravolgeranno: auguriamoci solo che non succeda.
Alla proposta Lombarda abbiamo dato una mano anche noi del sito, affinchè dicesse e particolareggiasse il meno possibile, affinchè non diventasse castrante come le altre: non vuoi riconoscere il nudo ovunque, fallo in spazi autorizzati, ma che almeno non chiuda ogni tipo di attività diversa.

Litigare sugli emendamenti di una discussione in corso sembra azzardato, e quel che mette realmente paura è un'altra cosa: Invece di votare i sei sette articoli della legge, dare due norme applicative, la discussione e il numero degli emendamenti fa solo pensare a cosa ne tireranno fuori, in negativo, i consigli e giunte regionali interessate. Quando una cosa si approva in proposta o quasi, rimane il primo spirito dello scrivente. Quando inizia il taglia e cuci, il terrore assale.

mi auguro solo che il risultato del minestrone finale non sia una cosa immangiabile, e non il piatto non perfetto, ma perfettibile che era stato proposto all'inizio.

----

A chi dice "ma almeno c'è una legge che riconosce il nudismo, poi verranno i cambi".*****
1) in Emila Romagna poche sempli parola "dovranno esserci dei servizi" stà vietando di autorizare le spiagge, e la stessa ex consigliera proponente ha dato una versione castrante. Nessuno, ormai dal 2006, intende rimetterci le mani, sia per problemi più urgenti in corso, sia perchè cosi vogliono i comuni, che non son costretti a cedere alle richieste di nuovi spazi, e hanno una facilitazione immensa per dire di no.
2) Costituzione Italiana è in vigore dal 1947.... gli ultimissimi articoli si chiamano "DISPOSIZIONI TRANSITORIE E FINALI".... sono in vigore immutate da 68 anni.
3) La maggior parte delle leggi riguardanti, ad esempio, le costruzioni (edilizia), risalgono ai Regi Decreti del 1938, in pratica ad un altro stato. (77 anni).

Non c'è nulla di più definitivo, in Itala, di una norma transitoria, fatta "pur di avere qualcosa poi vediamo". Il poi non esiste, e se mai avverrà, chissà quando avverrà.
Una legge economica, fatta per le lobby, cambia ad ogni governo; delle leggi per queste cose, una volta che sono vincolanti, nessuno ci rimetterà mai mano.

Ripeto, spero solo che la proposta iniziale non subisca danni irreparabili.

Max Pg- http://www.inudisti.it/it/amici/amico.aspx?id2=990

Libero Pensatore - Stay hungry, stay foolish - Casa mia e cosa ci puoi trovare http://villafenice.blogspot.it
Torna all'inizio della Pagina

Nudìvago
iNudistospite

Prov.: Brescia
Città: Iseo


24 Messaggi

Inserito il - 17/09/2015 : 09:23:07  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Vorrei dire, a_fenice, che non c'è niente da mediare. Mi piace la varietà, che ci siano posizini diverse, che esista il "turismo naturista" e che ci siano i nudisti, che ci siano delle strutture in cui stare nudi e che si possa continuare a fare dell'escursionismo nudista in montagna o andare sul Trebbia. Ognuno come preferisce.
Che non mi piace è che una parte si senta così rappresentativa di tutti che possa dettar legge e imporre il suo punto di vista.
L'approvazione di questa legge regionale ha aiutato a capire la sostanziale differenza (ora sancita da un testo legislativo ed entrata nel lessico) fra nudismo e "turismo naturista".
All'inizio della nostra discussione, frastornati dagli hurrà, si pensava a un generale "sdoganamento". Stando un po' più attenti, si è visto che una parte (i "turisti naturisti") tiravano l'acqua al loro mulino e quasi pretendevano di rappresentare anche i nudisti.
A chi piacciono i centri cintati ci vadano pure: il "turismo" è solo una parte di quel che si sta muovento in campo FKK. Riprendo volentieri questa sigla perché mi dà l'ide di una "cultura" della liberazione del corpo. Le siepi non sono altro che una forma estesa di foglia di fico, nascondono un gruppo, invece che un singolo, tutto qua. Per non parlare di quel che il secondo emendamento (non accolto) non tanto velamente accennava, e cioè la "protezione" da garantire a "terzi non naturisti rispetto alla visibilità dall'esterno dei luoghi di pratica naturista". Se la visione del nudo è dannosa, lo è anche all'interno di una siepe, anche dal medico... Mi sa tanto che ci si nasconda dietro il potere impersonale della legge per legittimare il proprio punto di vista, sfruttandola come supporto al di sopra delle parti per l'imperio della propria ideologia.
Così com'è stata approvata, questa legge non mi tocca. Non poteva cambiare l'art. del codice penale perché non ne aveva né il merito, né il potere, né la delega. Lascia libero chiunque di preferire le strutture o il "free range", secondo che piace.

Mi vesto del sol che la natura mi diè
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 3 Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
Pagina Successiva
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
Forum de iNudisti © 2006 / 2015 iNudisti Torna all'inizio della Pagina
Snitz Forums 2000