Header image
La più grande community Nudista d'Italia!
Forum de iNudisti - Riflessioni naturiste sul Vangelo
Forum de iNudisti

Forum de iNudisti
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Racconti e Opinioni
 Aspetti e problemi del naturismo e del nudismo
 Riflessioni naturiste sul Vangelo
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Pagina Precedente | Pagina Successiva
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva
Pagina: di 20

n/a
deleted

mare

Prov.: Vicenza


3136 Messaggi

Inserito il - 23/03/2010 : 21:57:11  Mostra Profilo Invia a n/a un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Chiedo aiuto agli amici del forum.Oggi su rai3 su storie di corrado augias è stato intervistato don Andrea Gallo "il prete da marciapiede".Un intervista bellissima dove mette in risalto chi stà in prima linea,ma anche come la teologia si evolve.C'è di tutto dalle critiche alla Chiesa su questioni come le donne,il celibato,i trans,il magistero ed il primato del papato.Mi ritrovo molto sul suo modo di vedere e sul vangelo degli ultimi che mette in crisi l'ortodossia fin qui seguita riscoprendo la profondità dell'uomo.Bello,bello da vedere e vorrei proporlo a voi per far vedere come nella chiesa che io amo e anche lui c'è spazio per un cambiamento,cambiamento radicale nel nome dell'uomo e dei diritti umani,che egli stesso ha scritto un libro.Mi metterò in contatto con lui per avere il suo contributo sulla nostra realtà.A essere sincero rispecchia molto il mio essere uomo e chiesa.Se qualcuno può aiutarmi a trovare il video o il link da proporlo qui vi sarei molto grato.Ripeto e mi scuso del mio entusiasmo,è una cosa da non perdere per tutti noi.grazie

operaio del nudismo
Socio ANITA

Modificato da - n/a in data 23/03/2010 21:57:43
Torna all'inizio della Pagina

a_fenice
iNudisti Staff - Amministratore a_fenice@inudisti.

nuovo


Regione: Umbria
Prov.: Perugia
Città: città di castello


20562 Messaggi

Inserito il - 23/03/2010 : 22:35:09  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di a_fenice Invia a a_fenice un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-12dafcb8-66de-48e5-884a-64e7833ad824.html


dovrebbe essere questo

Max Pg- http://www.inudisti.it/it/amici/amico.aspx?id2=990

Libero Pensatore - Stay hungry, stay foolish - Casa mia e cosa ci puoi trovare http://villafenice.blogspot.it
Torna all'inizio della Pagina

n/a
deleted

mare

Prov.: Vicenza


3136 Messaggi

Inserito il - 24/03/2010 : 13:50:33  Mostra Profilo Invia a n/a un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Grazie Max è proprio quello.Invito chi vuole a vederlo.ciao

operaio del nudismo
Socio ANITA
Torna all'inizio della Pagina

n/a
deleted

mare

Prov.: Vicenza


3136 Messaggi

Inserito il - 25/03/2010 : 16:57:31  Mostra Profilo Invia a n/a un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Domenica delle Palme 28 Marzo

Seconda Lettura Fil 2,6-11

Dalla lettera di san Paolo apostolo ai Filippèsi


Cristo Gesù,
pur essendo nella condizione di Dio,
non ritenne un privilegio
l’essere come Dio,
ma svuotò se stesso
assumendo una condizione di servo,
diventando simile agli uomini.
Dall’aspetto riconosciuto come uomo,
umiliò se stesso
facendosi obbediente fino alla morte
e a una morte di croce.

Per questo Dio lo esaltò
e gli donò il nome
che è al di sopra di ogni nome,
perché nel nome di Gesù
ogni ginocchio si pieghi
nei cieli, sulla terra e sotto terra,
e ogni lingua proclami:
«Gesù Cristo è Signore!»,
a gloria di Dio Padre.

Come vedete non riporto il vangelo dell'ingresso di Gesù a Gerusalemme,ma questo passo di San Paolo che se letto bene nella prima parte diventa rivoluzione per l'uomo."svuotò se stesso"in altre traduzioni "spogliò se stesso"....Incredibile...sembra quasi che Gesù "rinunci a essere Dio"...per l'uomo.
Buaona Domenica a tutti.

operaio del nudismo
Socio ANITA

Modificato da - n/a in data 25/03/2010 17:08:58
Torna all'inizio della Pagina

jarod73
ilNudistBrianzolo

LidodiDante


Regione: Lombardia
Prov.: Milano
Città: Desio


2266 Messaggi

Inserito il - 25/03/2010 : 21:20:06  Mostra Profilo Invia a jarod73 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Piccolo OT ( forse ).Il rito ambrosiano prevede 2 messe divise,quindi 2 seconde letture:nella prima collegata alla processione dopo la benedizione delle palme/ulivo, lettera si S. apostolo ai Colossesi 1,15-20.L'altra nella "messa del giorno" lettera agli ebrei Eb 12 1b-3.
Torna all'inizio della Pagina

n/a
deleted

mare

Prov.: Vicenza


3136 Messaggi

Inserito il - 25/03/2010 : 22:29:47  Mostra Profilo Invia a n/a un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
jarod73 ha scritto:

Piccolo OT ( forse ).Il rito ambrosiano prevede 2 messe divise,quindi 2 seconde letture:nella prima collegata alla processione dopo la benedizione delle palme/ulivo, lettera si S. apostolo ai Colossesi 1,15-20.L'altra nella "messa del giorno" lettera agli ebrei Eb 12 1b-3.

Grazie,andrò subito a leggerle.Sei proprio bene informato eh..

operaio del nudismo
Socio ANITA
Torna all'inizio della Pagina

a_fenice
iNudisti Staff - Amministratore a_fenice@inudisti.

nuovo


Regione: Umbria
Prov.: Perugia
Città: città di castello


20562 Messaggi

Inserito il - 26/03/2010 : 00:04:34  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di a_fenice Invia a a_fenice un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
non conosco bene il rito ambrosiano, ma quelle inziali per la processione, dovrebbe essere identica al rito normale, che non è messa, ma solo alcune letture preprocessionali, staccate dalla messa vera e propria, che è invece unica. La messa è composta da rito della lettura e della consacrazione. La parte preprocessuale è solo rito di lettura per introdurre la processione.

E infatti, se non leggo male

Allegato: fogl-palme-c.zip
36,5 KB

liturgia della domenica delle palme con rito ambrosiano

http://www.liturgiagiovane.it/new_lg/link.asp?nf=documenti/PAM/r_ambr/A_M_002202_S.htm

In pratica, particolarità a parte, ci sono letture e vangelo, benedizione delle palme, processione e messa vera e propria con la lettura della "cena di betania"

Nel rito cattolico antifone, lettura del vangelo (Lc 19,28-40)
"Benedetto colui che viene nel nome del Signore", processione, poi la messa classica con due letture più salmo e lettura della passione.

http://www.lachiesa.it/calendario/Detailed/20100328.shtml

Max Pg- http://www.inudisti.it/it/amici/amico.aspx?id2=990

Libero Pensatore - Stay hungry, stay foolish - Casa mia e cosa ci puoi trovare http://villafenice.blogspot.it
Torna all'inizio della Pagina

jarod73
ilNudistBrianzolo

LidodiDante


Regione: Lombardia
Prov.: Milano
Città: Desio


2266 Messaggi

Inserito il - 26/03/2010 : 20:31:15  Mostra Profilo Invia a jarod73 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Non per fare il rompi, ma in questo campo sono abbastanza ferrato, frequentando l'ambiente da molto vicino:
Messa della domenica delle Palme:

1)La messa di solito di metà mattina,c.ca 10,10:30,11:00 "unita alla processione" ( con le palme/ulivi):

-Il sacerdote o un altro ministro(es. diacono),rivolge ai fedeli una breve esortazione con spiegazione del rito a cui segue una piccola preghiera successiva.
-Dopo l'esortazione il sacerdote,dice a mani giunte una piccola preghiera...(che è la vera epropria benedizione dlle palme),Poi segue "secondo l'opportunità", infondendo l'incenso nel turibolo e lo benedice.A questo punto incensa e bendice,ma in silenzio le palme/ulivi,poi se non l'hanno già in mano ,distribuisce agli altri ministranti ( clero e ministri) e fedeli i rami di ulivo a cui segue il salmo ( cantato) 118 1-8 ( che dovrebbe coprire il tratto di strada dal luogo di partenza alla Chiesa.
Dopo 12 kyrie eleison cantati,segue normalmente l'inizio della messa con la classica std preghiera"All'inizio dell'assemblea liturgica",prima lettura(dal profeta Zaccaria Zc9,9-10),salmo 47 (48),Epistola(2 lettura ,lettera si S. Paolo apostolo ai Colossesi 1,15-20),vangelo ( entrata in Gerusalemme sull'asino ) ecc. messa std.

2)Nella "Messa nel giorno",insomma quelle senza la processione ( che ovviamente deve essere una sola),e sempre senza Gloria perchè in Quaresima,Messa std, Prima lettura Is 52,13-53,12 ,Salmo 87,(88),Epistola lettera agli Ebrei Eb 12,1b-3,Vangelo Gv 11,55-12,11 ( Cena di Betania, con Lazzaro risuscitato),ecc.

O almeno il mio bigino che finora non ha toppato ed decenni di frequentazione dell'ambiente.

Attendo eventuali differenze dal Rito Romano.

Torna all'inizio della Pagina

jarod73
ilNudistBrianzolo

LidodiDante


Regione: Lombardia
Prov.: Milano
Città: Desio


2266 Messaggi

Inserito il - 26/03/2010 : 20:39:15  Mostra Profilo Invia a jarod73 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Riferimenti anche su :

http://www.chiesadimilano.it/or4/or?uid=ADMIesy.main.index&oid=21650

ed in generale:

http://www.chiesadimilano.it


Torna all'inizio della Pagina

a_fenice
iNudisti Staff - Amministratore a_fenice@inudisti.

nuovo


Regione: Umbria
Prov.: Perugia
Città: città di castello


20562 Messaggi

Inserito il - 26/03/2010 : 23:11:44  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di a_fenice Invia a a_fenice un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
dunque mi sembra che diciamo la stessa cosa:
ambrosiano
1) letture, vangelo, benedizione delle palme, incenso etc
2) processione
3) messa vera e propria

Poi te dici che tra la messa in cui c'è la processione, la prima del giorno delle palme, (anche nel rito romano) e le altre messe del giorno, non essendoci processione, si fanno letture e vangeli diversi, se ho capito bene.

Mentre per il rito romano la liturgia della parola della domenica, escluse le letture della processione, sono identiche sia nella messa con processione che nelle altre del giorno.

E' corretto?

Max Pg- http://www.inudisti.it/it/amici/amico.aspx?id2=990

Libero Pensatore - Stay hungry, stay foolish - Casa mia e cosa ci puoi trovare http://villafenice.blogspot.it
Torna all'inizio della Pagina

n/a
deleted

mare

Prov.: Vicenza


3136 Messaggi

Inserito il - 27/03/2010 : 08:54:15  Mostra Profilo Invia a n/a un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Il Tempo di Quaresima nel rito Ambrosiano
(Citazioni dal sito della Diocesi e dal Messale ambrosiano quotidiano.)

La Quaresima, per la Chiesa di Milano, si struttura in maniera abbastanza precisa già a partire dall'epoca di S. Ambrogio, nello scorcio finale del quarto secolo, quando la società era in via di progressiva cristianizzazione e molti pagani, convertitisi al cristianesimo, chiedevano il Battesimo diventando catecumeni.
Ebbene, la Quaresima, in tale contesto, nacque non tanto come tempo di generica preparazione alla Pasqua, bensì come tempo in cui i catecumeni si preparavano a ricevere il Battesimo nella veglia pasquale: ciò comportò che essa assumesse un forte carattere battesimale, ed è questa la caratteristica che la liturgia ambrosiana ha sempre conservato fino ai nostri giorni. Basterebbe passare in rassegna i Vangeli delle domeniche quaresimali, rileggendoli attraverso la chiave di lettura della liturgia battesimale (come spesso gli stessi prefazi ambrosiani ci suggeriscono).

Il Tempo di Quaresima decorre dai primi vespri della domenica all’inizio della Quaresima, o sesta domenica prima di Pasqua, e termina alla messa inter vesperas in Cena Domini esclusa, con la quale inizia il sacro Triduo pasquale.


Carattere liturgico

Il Tempo di Quaresima è strettamente penitenziale.
Il colore liturgico è il morello.
Nei giorni feriali dal lunedì al venerdì, la Liturgia ambrosiana offre la possibilità di utilizzare, in luogo del colore “morello”, il colore liturgico “nero”, che, secondo la tradizione ambrosiana, prima di essere il colore del lutto è il colore tipico della penitenza.

Struttura del Tempo di Quaresima

Le domeniche
Il carattere unitario, il contenuto misterico, la ricchezza catechetica dell’ordinamento delle letture domenicali della Quaresima ambrosiana fanno di tale articolato complesso di pericopi un patrimonio ecclesiale di singolare rilievo, cui aggiunge ulteriore valore la constatazione che le letture evangeliche sono rintracciabili nella stessa omiletica di Ambrogio e che esse nella tradizione milanese tanto hanno marcato le singole domeniche da determinarne le specifiche denominazioni.

Infatti le domeniche di questo tempo vengono chiamate:

domenica all’inizio della Quaresima o I di Quaresima (il catecumeno deve rinunciare a Satana se vuole diventare cristiano)
domenica della Samaritana o II di Quaresima (il Battesimo quale acqua di vita che ci dà la vita eterna)
domenica di Abramo o III di Quaresima (il Battesimo quale professione di verità che ci inserisce tra i veri figli di Dio)
domenica del Cieco o IV di Quaresima (il Battesimo quale illuminazione miracolosa delle nostre tenebre spirituali)
domenica di Lazzaro o V di Quaresima (il Battesimo quale morte e sepoltura con Cristo per poter con Lui risorgere)
domenica delle Palme o VI di Quaresima (il Battesimo quale unzione santificante).

operaio del nudismo
Socio ANITA

Modificato da - n/a in data 27/03/2010 09:17:40
Torna all'inizio della Pagina

n/a
deleted

mare

Prov.: Vicenza


3136 Messaggi

Inserito il - 27/03/2010 : 09:02:15  Mostra Profilo Invia a n/a un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Vorrei ritornare alla lettura.
Dio "spogliò" se stesso perchè innamorato dell'uomo e della sua vita.Per così dire rinuncia ad essere Dio per stare più vicino a noi.
Noi quanto ci "spogliamo"per stare più vicini alle persone.Quanto rinunciamo di noi stessi per amore?Ed infine la nudità ci aiuta per questa "spogliazione"?I nudisti un esercito di spogliati,ma per che cosa?
Buona domenica delle palme.Ciao

operaio del nudismo
Socio ANITA
Torna all'inizio della Pagina

jarod73
ilNudistBrianzolo

LidodiDante


Regione: Lombardia
Prov.: Milano
Città: Desio


2266 Messaggi

Inserito il - 27/03/2010 : 15:37:16  Mostra Profilo Invia a jarod73 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
a_fenice ha scritto:

dunque mi sembra che diciamo la stessa cosa:
ambrosiano
1) letture, vangelo, benedizione delle palme, incenso etc
2) processione
3) messa vera e propria

Poi te dici che tra la messa in cui c'è la processione, la prima del giorno delle palme, (anche nel rito romano) e le altre messe del giorno, non essendoci processione, si fanno letture e vangeli diversi, se ho capito bene.

Mentre per il rito romano la liturgia della parola della domenica, escluse le letture della processione, sono identiche sia nella messa con processione che nelle altre del giorno.

E' corretto?
E' proprio così,Max.
Torna all'inizio della Pagina

n/a
deleted

mare

Prov.: Vicenza


3136 Messaggi

Inserito il - 27/03/2010 : 16:02:05  Mostra Profilo Invia a n/a un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
jarod73 ha scritto:

a_fenice ha scritto:

dunque mi sembra che diciamo la stessa cosa:
ambrosiano
1) letture, vangelo, benedizione delle palme, incenso etc
2) processione
3) messa vera e propria

Poi te dici che tra la messa in cui c'è la processione, la prima del giorno delle palme, (anche nel rito romano) e le altre messe del giorno, non essendoci processione, si fanno letture e vangeli diversi, se ho capito bene.

Mentre per il rito romano la liturgia della parola della domenica, escluse le letture della processione, sono identiche sia nella messa con processione che nelle altre del giorno.

E' corretto?
E' proprio così,Max.

Avete ragione.Ho messo il messaggio sopra sul rito ambrosiano per ricavare la bellezza,nella prima parte,come i catecumeni cioè coloro che avrebbero ricevuto il Battesimo vengano inseriti prima in un cammino di preparazione (quaresima)poi alla vita nuova (resurezione).Bello no?

operaio del nudismo
Socio ANITA
Torna all'inizio della Pagina

n/a
deleted

mare

Prov.: Vicenza


3136 Messaggi

Inserito il - 01/04/2010 : 22:44:43  Mostra Profilo Invia a n/a un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Oggi si è celebrata la cena Domini,l'ultima cena di Gesù.Gesù lava i piedi agli apostoli e istituisce l'eucarestia.Gesù lavando i piedi agli apostoli e con l'istituzione dell'eucarestia nasconde la sua divinità?Tuttaltro siamo di fronte ad un sconvolgimento dell'idea di Dio.Dio si rivela come egli è.Gli antichi e pure noi quando ci costruiamo degli dei,siamo noi a servire ed al servizio di Dio.Qui no,Dio lava i piedi agli uomini(il servo lo fà),è Lui che serve l'uomo e non vuole sacrifici,ma è ancora lui che si offre sacricio agli uomini per sempre con la sua morte e con il pane ed il vino.E' un cambiamento radicale dell'idea di Dio:E' Lui servo nostro e non noi servi suoi e tutto qusto perchè..per amore.
Questa è la grande speranza che è in noi e che io con amore voglio darvi:Gesù è risorto e allora l'amore è il vincitore su tutto:sulle nostre sofferenze,sulle nostre incapacità e sui nostri torti.Facciamo festa e un pò d'amore tra noi non farebbe male.

Credo allora che il nudismo-naturismo è speranza per il mondo,servizio per il mondo.

Parole un pò grosse....perdono

operaio del nudismo
Socio ANITA
Torna all'inizio della Pagina

jarod73
ilNudistBrianzolo

LidodiDante


Regione: Lombardia
Prov.: Milano
Città: Desio


2266 Messaggi

Inserito il - 01/04/2010 : 23:41:23  Mostra Profilo Invia a jarod73 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Rientrato da poco dalla Messa in Cena Domini. Tabernacolo principale vuoto e sportello aperto. Santissimo deposto nell'altare laterale ( scurolo) fino alla Messa di Risurrezione ( sabato sera/notte)dove verrà rimesso al suo posto( dopo la comunione). Domani pom. alle 15:00 Celebrazione della Morte del Signore e campane disattivate completamente fino all'annuncio della Risurrezione.
In serata processione per le vie del paese ( come il Papa x Roma).
Sabato,rito della luce, accensione luci della Chiesa rimasta al buoi della morte,benedizione ed accensione del fuoco,9 letture,annuncio della risurrezione (Vangelo)- suono lungo e solenna delle campane a distesa,predica,benedizione dell'acqua nel battistero e riempimento delle acquasantiere rimaste vuote dal venerdì).
Poi messa std.
Torna all'inizio della Pagina

siman
iNudistfedelissimo

siman


Regione: Liguria
Prov.: Savona
Città: Marchesato Del Carretto


10729 Messaggi

Inserito il - 02/04/2010 : 12:10:51  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di siman  Rispondi Quotando
Michelangelo (che non mi pare fosse un babbeo) ha sempre raffigurato il nudo integrale nelle rappresentazioni sacre. Giusto anche che qualcuno non voglia abbinare la pratica naturista con quella religiosa ma, quello che finora è emerso da questo forum, è il totale rispetto di ogni pensiero personale ed alla fine è la cosa migliore che potesse accadere.



UN FORUM E' COME UN'ORCHESTRA. MA FAR PARTE DI UN'ORCHESTRA NON SIGNIFICA SAPER COMPORRE UNA SINFONIA.

SII FELICE DA VIVO PERCHE' RIMARRAI MORTO PER UN BEL PEZZO

Semel in anno licet insanire



Torna all'inizio della Pagina

a_fenice
iNudisti Staff - Amministratore a_fenice@inudisti.

nuovo


Regione: Umbria
Prov.: Perugia
Città: città di castello


20562 Messaggi

Inserito il - 02/04/2010 : 21:28:36  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di a_fenice Invia a a_fenice un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Michelangelo, mio vicino di casa, forse aveva capito (spero di non forzare la mano), che noi siamo a immagine di Dio, e pertanto nudi, nei nostri sentimenti, nella nostra verità. Ciò che è tessile, vestito, al di la dell'uso del freddo, è solo fatto per non incorrere in tentazioni, per non suscitare reazioni di altro tipo. Noi che pratichiamo questa filosofia di vita, sappiamo che il nudo integrale non è poi cosi eccitante, mentre lo è molto un bel vestito, un bel vedo e non vedo. Forse per questo i tessili hanno inconsciamente paura del nudo, perchè poi non hanno più sollecitazioni.

@Cordom. Non so se sono parole un po grosse, ma di sicuro se si rispettano gli altri, ci si pone al loro servizio, ognuno nella sua individualità. Se Dio ci da l'esempio di amare il fratello fino a farsi suoi servi, noi piccoli non possiamo che imitare cosi tanto esempio. E di sicuro la strada della filosofia da noi seguita, non può che essere più in tema e favorevole a questo tipo di rapporto fraterno tra le persone.

Max Pg- http://www.inudisti.it/it/amici/amico.aspx?id2=990

Libero Pensatore - Stay hungry, stay foolish - Casa mia e cosa ci puoi trovare http://villafenice.blogspot.it
Torna all'inizio della Pagina

n/a
deleted

mare

Prov.: Vicenza


3136 Messaggi

Inserito il - 02/04/2010 : 22:23:15  Mostra Profilo Invia a n/a un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Grazie Max
Il nudo per me è l'esteriorità di quello che si ha dentro.Il nudo per me è che non voglio bariere tra me e te,che ho bisogno di te,pronto a donare quello che mi doni.C'è forse tanta differenza con il nudo di Gesù?Bello è che le cose profonde sono anche piacevoli:sentire il sole,il creato,l'aria,immersi nella natura,immersi in Dio.Ciao a tutti.

operaio del nudismo
Socio ANITA
Torna all'inizio della Pagina

robi nood
Istrione

robi.nood

Città: Roma


2057 Messaggi

Inserito il - 02/04/2010 : 23:18:54  Mostra Profilo Invia a robi nood un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Vi segnalo, senza commenti, la meditazione per la decima stazione della via crucis celebrata stasera dal Papa al Colosseo.
Il titolo è "Gesù è spogliato delle sue vesti", scritta dal Cardinal Ruini.
Facilmente reperibile sul web.
Torna all'inizio della Pagina

a_fenice
iNudisti Staff - Amministratore a_fenice@inudisti.

nuovo


Regione: Umbria
Prov.: Perugia
Città: città di castello


20562 Messaggi

Inserito il - 03/04/2010 : 00:08:42  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di a_fenice Invia a a_fenice un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
onde facilitare la lettura:

I soldati ... presero le vesti di Gesù, ne fecero quattro parti – una per ciascun soldato – e la tunica. Ma quella tunica era senza cuciture, tessuta tutta d’un pezzo da cima a fondo. Perciò dissero tra loro: “non stracciamola, ma tiriamola a sorte a chi tocca”. Così si compiva la Scrittura, che dice: “Si sono divisi tra loro le mie vesti e sulla mia tunica hanno gettato la sorte”.

MEDITAZIONE

Gesù è spogliato delle sue vesti: siamo all’atto finale di quel dramma, iniziato con l’arresto nell’orto degli ulivi, attraverso il quale Gesù è spogliato della sua dignità di uomo, prima ancora che di Figlio di Dio.

Gesù, dunque, è offerto nudo allo sguardo della gente di Gerusalemme e allo sguardo dell’intera umanità. In un senso profondo, è giusto che sia così: egli infatti si è spogliato completamente di se stesso, per sacrificarsi per noi. Perciò il gesto di spogliarlo delle vesti è anche l’adempimento di una parola della Sacra Scrittura.

Guardando Gesù nudo sulla croce avvertiamo dentro di noi una necessità impellente: guardare senza veli dentro a noi stessi; denudarci spiritualmente davanti a noi, ma ancor prima davanti a Dio, e anche davanti ai nostri fratelli in umanità. Spogliarci della pretesa di apparire migliori di quello che siamo, per cercare invece di essere sinceri e trasparenti.

Il comportamento che, forse più di ogni altro, provocava lo sdegno di Gesù era infatti l’ipocrisia. Quante volte egli ha detto ai suoi discepoli: non fate “come fanno gli ipocriti” (Mt 6, 2.5.16), o a coloro che contestavano le sue buone azioni: “guai a voi ipocriti” (Mt 23, 13.15.23.25.27.29).

Signore Gesù nudo sulla croce, aiutami ad essere anch’io nudo davanti a te.

Max Pg- http://www.inudisti.it/it/amici/amico.aspx?id2=990

Libero Pensatore - Stay hungry, stay foolish - Casa mia e cosa ci puoi trovare http://villafenice.blogspot.it
Torna all'inizio della Pagina

n/a
deleted

mare

Prov.: Vicenza


3136 Messaggi

Inserito il - 03/04/2010 : 20:24:53  Mostra Profilo Invia a n/a un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Signore Gesù nudo sulla croce,aiutami ad essere anch'io nudo davanti a te......e ai miei fratelli.Buona Pasqua.

operaio del nudismo
Socio ANITA
Torna all'inizio della Pagina

n/a
deleted

mare

Prov.: Vicenza


3136 Messaggi

Inserito il - 04/04/2010 : 15:41:25  Mostra Profilo Invia a n/a un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Buona Pasqua:Gesù è risorto e sono felice con tutti voi.

operaio del nudismo
Socio ANITA
Torna all'inizio della Pagina

n/a
deleted

mare

Prov.: Vicenza


3136 Messaggi

Inserito il - 09/04/2010 : 09:04:19  Mostra Profilo Invia a n/a un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Vangelo Gv 20, 19-31 Domenica 11 Aprile

Dal vangelo secondo Giovanni

La sera di quel giorno, il primo della settimana, mentre erano chiuse le porte del luogo dove si trovavano i discepoli per timore dei Giudei, venne Gesù, stette in mezzo e disse loro: «Pace a voi!». Detto questo, mostrò loro le mani e il fianco. E i discepoli gioirono al vedere il Signore.
Gesù disse loro di nuovo: «Pace a voi! Come il Padre ha mandato me, anche io mando voi». Detto questo, soffiò e disse loro: «Ricevete lo Spirito Santo. A coloro a cui perdonerete i peccati, saranno perdonati; a coloro a cui non perdonerete, non saranno perdonati».
Tommaso, uno dei Dodici, chiamato Dìdimo, non era con loro quando venne Gesù. Gli dicevano gli altri discepoli: «Abbiamo visto il Signore!». Ma egli disse loro: «Se non vedo nelle sue mani il segno dei chiodi e non metto il mio dito nel segno dei chiodi e non metto la mia mano nel suo fianco, io non credo».
Otto giorni dopo i discepoli erano di nuovo in casa e c’era con loro anche Tommaso. Venne Gesù, a porte chiuse, stette in mezzo e disse: «Pace a voi!». Poi disse a Tommaso: «Metti qui il tuo dito e guarda le mie mani; tendi la tua mano e mettila nel mio fianco; e non essere incredulo, ma credente!». Gli rispose Tommaso: «Mio Signore e mio Dio!». Gesù gli disse: «Perché mi hai veduto, tu hai creduto; beati quelli che non hanno visto e hanno creduto!».
Gesù, in presenza dei suoi discepoli, fece molti altri segni che non sono stati scritti in questo libro. Ma questi sono stati scritti perché crediate che Gesù è il Cristo, il Figlio di Dio, e perché, credendo, abbiate la vita nel suo nome.

Buona lettura e aspetto vostri interventi.


operaio del nudismo
Socio ANITA
Torna all'inizio della Pagina

n/a
deleted

mare

Prov.: Vicenza


3136 Messaggi

Inserito il - 09/04/2010 : 22:24:28  Mostra Profilo Invia a n/a un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Gesù si fa vedere e la prima cosa che dice è "Pace a voi".Questo è il frutto di chi crede.La pace interiore e la pace con gli altri.Penso come noi naturisti la pace sia anche il nostro modo di essere."Armonia con la natura e gli altri".Non è forse la pace il motore Di noi naturisti?ciao
E' per la pace che non rispondo a chi la pace è oscura.

operaio del nudismo
Socio ANITA
Torna all'inizio della Pagina

n/a
deleted

mare

Prov.: Vicenza


3136 Messaggi

Inserito il - 17/04/2010 : 09:34:59  Mostra Profilo Invia a n/a un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Domenica 18 aprile

Prima Lettura At 5, 27b-32. 40b-41
Dagli Atti degli Apostoli.
In quei giorni, il sommo sacerdote interrogò gli apostoli dicendo: «Non vi avevamo espressamente proibito di insegnare in questo nome? Ed ecco, avete riempito Gerusalemme del vostro insegnamento e volete far ricadere su di noi il sangue di quest’uomo».
Rispose allora Pietro insieme agli apostoli: «Bisogna obbedire a Dio invece che agli uomini. Il Dio dei nostri padri ha risuscitato Gesù, che voi avete ucciso appendendolo a una croce. Dio lo ha innalzato alla sua destra come capo e salvatore, per dare a Israele conversione e perdono dei peccati. E di questi fatti siamo testimoni noi e lo Spirito Santo, che Dio ha dato a quelli che gli obbediscono».
Fecero flagellare [gli apostoli] e ordinarono loro di non parlare nel nome di Gesù. Quindi li rimisero in libertà. Essi allora se ne andarono via dal Sinedrio, lieti di essere stati giudicati degni di subire oltraggi per il nome di Gesù.

Ho scelto questa lettura anzichè il vangelo tra quelle proposte questa domenica perchè credo che ci sia qualche spunto seppur sottile con il pensiero che professiamo.
Aiutatemi anche voi.

operaio del nudismo
Socio ANITA
Torna all'inizio della Pagina

n/a
deleted

mare

Prov.: Vicenza


3136 Messaggi

Inserito il - 28/04/2010 : 11:18:32  Mostra Profilo Invia a n/a un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Dal vangelo di Giovanni

“Quand'egli fu uscito, Gesù disse: «Ora il Figlio dell'uomo è stato glorificato, e anche Dio è stato glorificato in lui. Se Dio è stato glorificato in lui, anche Dio lo glorificherà da parte sua e lo glorificherà subito.

Figlioli, ancora per poco sono con voi. Vi do un comandamento nuovo: che vi amiate gli uni gli altri; come io vi ho amato, così amatevi anche voi gli uni gli altri. Da questo tutti sapranno che siete miei discepoli, se avrete amore gli uni per gli altri»”

Una piccola riflessione.
L'amore vicendevole non è una cosa solamente divina e per chi crede.L'amore è essenzialmente umano ,siamo persone umane perchè amiamo.Amiamo perchè intelligenti,intelligenti perchè amiamo cioè razza umana.L'amore è però a tutto campo.Come possiamo amare la natura,il sole,l'acqua,il verde il nudo se non amiamo gli altri?Come possiamo amare gli altri se non amiamo la natura?

operaio del nudismo
Socio ANITA

Modificato da - n/a in data 28/04/2010 12:01:19
Torna all'inizio della Pagina

n/a
deleted

mare

Prov.: Vicenza


3136 Messaggi

Inserito il - 13/05/2010 : 12:25:10  Mostra Profilo Invia a n/a un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Cantico 8,5-7

5 Chi è colei che sale dal deserto,
appoggiata al suo diletto?
Sotto il melo ti ho svegliata;
là, dove ti concepì tua madre,
là, dove la tua genitrice ti partorì.
6 Mettimi come sigillo sul tuo cuore,
come sigillo sul tuo braccio;
perché forte come la morte è l'amore,
tenace come gli inferi è la passione:
le sue vampe son vampe di fuoco,
una fiamma del Signore!
7 Le grandi acque non possono spegnere l'amore
né i fiumi travolgerlo.
Se uno desse tutte le ricchezze della sua casa
in cambio dell'amore, non ne avrebbe che dispregio.

Dal Cantico dei Cantici,antico testamento.
Guardate con quale poesia si inneggia all'amore ed alla sessualità e in ultima analisi,per chi ha letto tutto il poema,alla nudità.
Mi piacerebbe avere vostri commenti e poi il mio.Buona domenica


operaio del nudismo
Socio ANITA
Torna all'inizio della Pagina

n/a
deleted

mare

Prov.: Vicenza


3136 Messaggi

Inserito il - 21/05/2010 : 10:07:06  Mostra Profilo Invia a n/a un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Vangelo Gv 14, 15-16. 23-26
Dal vangelo secondo Giovanni


In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Se mi amate, osserverete i miei comandamenti; e io pregherò il Padre ed egli vi darà un altro Paràclito perché rimanga con voi per sempre.
Se uno mi ama, osserverà la mia parola e il Padre mio lo amerà e noi verremo a lui e prenderemo dimora presso di lui. Chi non mi ama non osserva le mie parole; e la parola che voi ascoltate non è mia, ma del Padre che mi ha mandato.
Vi ho detto queste cose mentre sono ancora presso di voi. Ma il Paràclito, lo Spirito Santo che il Padre manderà nel mio nome, lui vi insegnerà ogni cosa e vi ricorderà tutto ciò che io vi ho detto».

L'accento che giovanni pone è proprio questo:l'amore è al centro di tutto e tutto si comprende con l'amore anche le parole di Dio.
E' proprio qui la novità del vangelo (se possiamo dire novità).E' il rapporto interpersonale di amore il centro esistenziale di Dio e degli uomini.Dio non esiste senza l'amore e neppure noi.Prima di tutto essere uomini vuol dire persone che amano e questo è il centro del vangelo.Continuo sempre a ripetere che questa dimensione esistenziale di dono è il vangelo e che tutto il resto è una conseguenza:dottrina,precetti,filosofia,teologia,gerarchia ecclesiastica,idee e pensieri ecc.
Dio non ci insegna ad essere super uomini o dei,ma semplicemente uomini cioè amanti dell'amore che risulta l'unica dimensione che ci fa uomini.Tutto qui.Non si parte dalle parole,ma da un atteggiamento esistenziale di dono di se stessi sempre.
A che fare con il naturismo?
a voi la sentenza.Ciao e buona domenica.

operaio del nudismo
Socio ANITA
Torna all'inizio della Pagina

n/a
deleted

mare

Prov.: Vicenza


3136 Messaggi

Inserito il - 12/06/2010 : 10:10:01  Mostra Profilo Invia a n/a un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
13 giugno
Dal vangelo di Luca


“Uno dei farisei lo invitò a mangiare da lui. Egli entrò nella casa del fariseo e si mise a tavola. Ed ecco una donna, una peccatrice di quella città, saputo che si trovava nella casa del fariseo, venne con un vasetto di olio profumato; e fermatasi dietro si rannicchiò piangendo ai piedi di lui e cominciò a bagnarli di lacrime, poi li asciugava con i suoi capelli, li baciava e li cospargeva di olio profumato.

A quella vista il fariseo che l'aveva invitato pensò tra sé. «Se costui fosse un profeta, saprebbe chi e che specie di donna è colei che lo tocca: è una peccatrice». Gesù allora gli disse: «Simone, ho una cosa da dirti». Ed egli: «Maestro, dì pure». «Un creditore aveva due debitori: l'uno gli doveva cinquecento denari, l'altro cinquanta. Non avendo essi da restituire, condonò il debito a tutti e due. Chi dunque di loro lo amerà di più?». Simone rispose: «Suppongo quello a cui ha condonato di più».

Gli disse Gesù: «Hai giudicato bene». E volgendosi verso la donna, disse a Simone: «Vedi questa donna? Sono entrato nella tua casa e tu non m'hai dato l'acqua per i piedi; lei invece mi ha bagnato i piedi con le lacrime e li ha asciugati con i suoi capelli. Tu non mi hai dato un bacio, lei invece da quando sono entrato non ha cessato di baciarmi i piedi. Tu non mi hai cosparso il capo di olio profumato, ma lei mi ha cosparso di profumo i piedi. Per questo ti dico: le sono perdonati i suoi molti peccati, poiché ha molto amato. Invece quello a cui si perdona poco, ama poco». Poi disse a lei: «Ti sono perdonati i tuoi peccati».

Allora i commensali cominciarono a dire tra sé: «Chi è quest'uomo che perdona anche i peccati?». Ma egli disse alla donna: «La tua fede ti ha salvata; và in pace!».

Questa pagina è di una delicatezza e umanità impressionante.Credo che anche per noi naturisti questo brano ha molto da dire.

operaio del nudismo
Socio ANITA
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 20 Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
Pagina Precedente | Pagina Successiva
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
Forum de iNudisti © 2006 / 2015 iNudisti Torna all'inizio della Pagina
Snitz Forums 2000