Header image
La più grande community Nudista d'Italia!
Forum de iNudisti - Estremismi
Forum de iNudisti

Forum de iNudisti
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Racconti e Opinioni
 Aspetti e problemi del naturismo e del nudismo
 Estremismi
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Pagina Precedente | Pagina Successiva
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva
Pagina: di 11

pan
iNudistaffezionato


Regione: Piemonte
Prov.: Verbano-Cusio-Ossola


409 Messaggi

Inserito il - 11/05/2017 : 10:06:20  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
maurobuio ha scritto:
questo per dire che, secondo me, stiamo discutendo di un problema che attualmente non esiste.
Se poi in una città come Venezia qualcuno si scandalizza o dice che è indecoroso girare senza maglietta, vogliamo mettere anche la Donna allo stesso livello?
Oppure vogliamo ammettere che vedere una Donna semi nuda fa comodo a tutti, mentre un uomo fa scandalo?



C'è un problema colossale che si chiama sanzione immotivata, multa, estorsione di somme esagerate per nudi parziali o integrali.

Questo è il punto primo da risolvere.

Inoltre non capisco questa contrapposizione petto nudo femminile vs. petto nudo maschile.

Perché Fenice non è stato multato a Venezia?
...
Se ho capito bene l'aneddoto è stato solo invitato a rivestirsi.
La modella che faceva foto invece multata con 3000euro?
Era recidiva?
A due gay che facevano car-sex (la si chiamava "camporella" un tempo) hanno chiesto diecimila euro a testa!!

Modificato da - pan in data 11/05/2017 10:12:07
Torna all'inizio della Pagina

pan
iNudistaffezionato


Regione: Piemonte
Prov.: Verbano-Cusio-Ossola


409 Messaggi

Inserito il - 11/05/2017 : 10:24:31  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Zeno ha scritto:
Si riuscisse ad ottenere una legge che dica che in spiaggia il semplice stato di nudità senza alcun atto sessuale è lecito, penso potrebbe essere il passo fondamentale per creare una rivoluzione culturale sul nudo.



Una legge del genere è limitante. Se sono nudo sul terrazzo di casa mia è vero che devo velare in qualche maniera la vista dalle finestre dei vicini, per discrezione mia e della convivenza tra umani; però se mi si dice nudo solo in spiaggia diventa come col topless; mi metto in topless dove un uomo è a torace nudo, ad es sulla terrazza di un bar/ristorante in montagna (faccio anche il nome se volete), e vieni subito redarguita se non minacciata come pornostar in cerca di esibizione.

Eccoci dunque di nuovo al sesso; che tu stesso metti come limite dentro un'ipotesi di legge per il nudo in spiaggia. Ma chi dice cos'è sesso? una fellatio, ovvio, una penetrazione anale, ovvio, ma due che si abrracciano e si carezzano lo è? il famigerato plug anale è sesso? un invisibile we-vibe con telecomando?

Io ricordo interventi in cui qualcuno lamentava più libertà erotica nelle spiagge tessili......... e questo la dice lunga....... lunghissima.......
Torna all'inizio della Pagina

arystarko
iNudistamico


Regione: Sicilia


165 Messaggi

Inserito il - 11/05/2017 : 13:58:04  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
pan ha scritto:

a_fenice ha scritto:

pan ha scritto:

Sinceramente credo che le multe iperboliche siano una tattica per contrastare la rivoluzione sessuale in atto.



forse, ma i due articoli in merito, depenalizzati, sono solo una minimissima parte di tutto il malloppo gettato nella depenalizzazione.



non ho capito, scusa. le due turiste svedesi nude in spiaggia non sono state multate?


Sembra che non siano state multate, ma solo invitate a rivestirsi. Credo che una fosse nuda e l'altra in topless.
Ogni tanto l'Italia somiglia ad un paese civile ... e non si fa la solita figura ridicola.

Torna all'inizio della Pagina

arystarko
iNudistamico


Regione: Sicilia


165 Messaggi

Inserito il - 11/05/2017 : 14:13:49  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
mizioeanto ha scritto:

Zeno ha scritto:
Si riuscisse ad ottenere una legge che dica che in spiaggia il semplice stato di nudità senza alcun atto sessuale è lecito, penso potrebbe essere il passo fondamentale per creare una rivoluzione culturale sul nudo.

Io invece penso esattamente il contrario.
Non è corretto "imporre" per legge il nudo ad una società che non lo accetta. E' la società che deve evolversi, accettare il nudo, e di conseguenza la legge dovrebbe poi assecondare il nuovo "sentimento comune".
Se questa evoluzione non ci sarà... pazienza, teniamoci su i costumi quando necessario.


Sono perfettamente d'accordo e secondo me ci siamo. Io credo che la maggioranza degli italiani, nonostante non siano nudisti "praticanti", non hanno alcun problema alla visione di una persona nuda in spiaggia,
per lo meno in spiagge libere non vicine ai centri abitati. E' la legge che ancora non si è adeguata al mutato sentimento del pudore.

Credo che anche alcuni sondaggi confermino questa mia sensazione.

Se ci riflettete in Italia vi sono molte spiagge nudiste non autorizzate, ma le "denunce" ogni anno sono pochissime. Il punto è che al momento, anche se esistesse una sola persona in Italia che è offesa dal nudo, basterebbe che essa chiami le forze dell'ordine che queste, intervenendo, potrebbero contestare l'atto contrario alla pubblica decenza, con le relative sanzioni.
Torna all'inizio della Pagina

ConteMax
iNudistfedelissimo

zeus


Regione: Veneto
Prov.: Venezia
Città: Mestre


2740 Messaggi

Inserito il - 11/05/2017 : 15:30:01  Mostra Profilo Invia a ConteMax un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Allora: qualcuno che pretenda di stare nudo ovunque c'è, ma si contano su una mano. Che Fenice lo abbia detto, non lo ho mai asserito.
Quello su cui invece sto puntando è che troppo spesso, anche in questa discussione, si mischia la nudità per diletto (sole, nuotata, benessere, convivialità) con la nudità in pubblico prettamente esibizionista o semplicemente di maleduczione.

Stare nudi su una spiaggia libera, sul balcone di casa o su un prato in montagna fuori dal grande passaggio, ha un senso e può essere accettato anche da non nudisti. Stare nudi a Venezia o Firenze o Palermo, non ha alcun senso e non fa altro che far indignare ancor di più la gente.
Il fatto che la tipa a Venezia abbia preso 3000 € di multa non significa affatto che sia stato multato il nudismo così come per il tizio nella fontana di Trevi. E' stata sanzionata una situazione che offende il comune senso del pudore sia per il nudo sia per l'oltraggio all'opera d'arte. io per primo mi indigno.

Non dimentichiamo che in provincia di Venezia era nata una delle prime spiagge naturiste ufficiali. Allora spogliamoci in spiaggia e usiamo un minimo di educazione a casa d'altri....vedremo che sarà più facile ottenere consensi.

Non sono per nulla d'accordo con chi dice di puntare a 100 per cercare d'ottenere 50 (fare scalpore per convincere i "benpensanti")

non avere regole non è libertà. Libertà è non averne bisogno
Torna all'inizio della Pagina

ConteMax
iNudistfedelissimo

zeus


Regione: Veneto
Prov.: Venezia
Città: Mestre


2740 Messaggi

Inserito il - 11/05/2017 : 15:41:24  Mostra Profilo Invia a ConteMax un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Comunque, credo sia in discussione una legge per autorizzare il naturismo, MA SOLO DI NOTTE!


non avere regole non è libertà. Libertà è non averne bisogno
Torna all'inizio della Pagina

siman
iNudistfedelissimo

siman


Regione: Liguria
Prov.: Savona
Città: Marchesato Del Carretto


10727 Messaggi

Inserito il - 11/05/2017 : 15:57:25  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di siman  Rispondi Quotando
ConteMax ha scritto:

Comunque, credo sia in discussione una legge per autorizzare il naturismo, MA SOLO DI NOTTE!...





...e all'estero.




Immagine:

22,87 KB





UN FORUM E' COME UN'ORCHESTRA. MA FAR PARTE DI UN'ORCHESTRA NON SIGNIFICA SAPER COMPORRE UNA SINFONIA.

SII FELICE DA VIVO PERCHE' RIMARRAI MORTO PER UN BEL PEZZO

Semel in anno licet insanire




Modificato da - siman in data 11/05/2017 15:58:14
Torna all'inizio della Pagina

EnIgMa
iNudistamico

avatpra2


Regione: Veneto


169 Messaggi

Inserito il - 11/05/2017 : 16:16:31  Mostra Profilo Invia a EnIgMa un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
non so, aver riconosciuto un luogo (es. la spiaggia) sembra essere un piccolo passo verso qualcosa di meglio ma è allo stesso tempo limitante.
Non sembra di riconoscere il nudismo in se ma un'atteggiamento specifico in un luogo specifico.
E se una bella spiaggia nudista ci voglio andare in costume? mi guardano male? (direte di no ma....)

Il rendere opportuno un vestito/non vestito/vestito a metà/la famiglia vestita ma non i nipotini perché fanno il bagno in riva al fiume, lo trovo più conveniente non solo all'atto pratico ma anche psicologicamente.

Dire/sentire "fermiamoci qui perché di la ci sono quelli nudi" o "bisogna mettersi nudi" non mi fa l'effetto di "andiamo lì a fare picnic, senti come si sta bene spogliamoci"; si slega la "psicosi" dal luogo.

Utopia forse ma da piccoli, ripeto, ci insegnavano sempre che per ottenere 6 bisogna puntare a 10.

ps.
comunque non è una brutt idea quella che leggevo non ricordo più dove nel forum di smetterla di portare alla luce solo le cose "negative" del nudismo, anche questo contribuisce ad un'idea collettiva migliore.
Torna all'inizio della Pagina

pan
iNudistaffezionato


Regione: Piemonte
Prov.: Verbano-Cusio-Ossola


409 Messaggi

Inserito il - 11/05/2017 : 17:55:22  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
ConteMax ha scritto:

Stare nudi su una spiaggia libera, sul balcone di casa o su un prato in montagna fuori dal grande passaggio, ha un senso e può essere accettato anche da non nudisti. Stare nudi a Venezia o Firenze o Palermo, non ha alcun senso e non fa altro che far indignare ancor di più la gente.



Stiamo parlando di "estremismi" ed "estremisti" o di azioni premeditate, sconsiderate e/o volutamente aggressive?

A mio parere un topless non deve essere multato*. Topless non significa prestazione sessuale, né esibizione porno-erotica.

E questo vale per qualsiasi luogo, fosse anche popolato da minori.

Ma sappiamo che, psicoanaliticamente, negli occhi della gente, più spesso di quanto vogliamo raccontarci, un topless di una bella donna diventa subito gratuita provocazione sessuale.

Se questo è estremismo (mio) ne prendo atto.

* non multato, ok? Poi che si chiami pure la vigilanza per dire
alla turista o alla trans o alla mamma che allatta senza maglietta,
"si rivesta prego, qui non si possono mostrare le tette"; la multa da migliaia di euro è "repressione",
questo è quel che voglio far notare e che non mi pare venga sufficientemente preso come allarme sociale.

ps (un'atra nota poi lascio a voi e taccio)
l'articolo postato dell'altro thread sulla vicenda della modella (o modelle) a Venezia parla di nudità, maschere e mantelli.
E viene subito in mente il noto film di Kubrick.
Quel che però non si capisce è se i 3000euro siano per un nudo integrale o solo per un topless.
In ogni caso se sei una modella il tuo è un lavoro e come tale è sanzionata la mancata autorizzazione.

Noi dobbiamo pensare a chi si espone nudo/a o parzialmente nuda (topless) per paicere naturista e rischia cmq multe iperboliche o anche no, tutto dipende da come tira l'aria in un dato giorno o in un dato luogo. E questo cmq è spiacevole. Ripeto, fino alla nausea, per me è un sistema per spaventare i potenziali nudisti... Che però sono in aumento...

E so anche perché

Modificato da - pan in data 11/05/2017 18:33:56
Torna all'inizio della Pagina

arystarko
iNudistamico


Regione: Sicilia


165 Messaggi

Inserito il - 11/05/2017 : 19:39:13  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
ConteMax ha scritto:

Allora: qualcuno che pretenda di stare nudo ovunque c'è, ma si contano su una mano. Che Fenice lo abbia detto, non lo ho mai asserito.
Quello su cui invece sto puntando è che troppo spesso, anche in questa discussione, si mischia la nudità per diletto (sole, nuotata, benessere, convivialità) con la nudità in pubblico prettamente esibizionista o semplicemente di maleduczione.

Stare nudi su una spiaggia libera, sul balcone di casa o su un prato in montagna fuori dal grande passaggio, ha un senso e può essere accettato anche da non nudisti. Stare nudi a Venezia o Firenze o Palermo, non ha alcun senso e non fa altro che far indignare ancor di più la gente.
Il fatto che la tipa a Venezia abbia preso 3000 € di multa non significa affatto che sia stato multato il nudismo così come per il tizio nella fontana di Trevi. E' stata sanzionata una situazione che offende il comune senso del pudore sia per il nudo sia per l'oltraggio all'opera d'arte. io per primo mi indigno.

Non dimentichiamo che in provincia di Venezia era nata una delle prime spiagge naturiste ufficiali. Allora spogliamoci in spiaggia e usiamo un minimo di educazione a casa d'altri....vedremo che sarà più facile ottenere consensi.

Non sono per nulla d'accordo con chi dice di puntare a 100 per cercare d'ottenere 50 (fare scalpore per convincere i "benpensanti")


Questo mi sembra un falso problema. Non è che lo sviluppo del nudismo sia frenato dalla presenza di alcuni facinorosi estremisti che pretendano di andar nudi in città! (Francamente non credo che ce ne siano).
Torna all'inizio della Pagina

a_fenice
iNudisti Staff - Amministratore a_fenice@inudisti.

nuovo


Regione: Umbria
Prov.: Perugia
Città: città di castello


20561 Messaggi

Inserito il - 11/05/2017 : 23:20:19  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di a_fenice Invia a a_fenice un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
pan ha scritto:

a_fenice ha scritto:

pan ha scritto:

Sinceramente credo che le multe iperboliche siano una tattica per contrastare la rivoluzione sessuale in atto.



forse, ma i due articoli in merito, depenalizzati, sono solo una minimissima parte di tutto il malloppo gettato nella depenalizzazione.



non ho capito, scusa. le due turiste svedesi nude in spiaggia non sono state multate?
no, il sindaco ha detto che bisogna anzi creare luoghi in cui è permesso

Nel Salento non sono scozzesi come a Venezia



Max Pg- http://www.inudisti.it/it/amici/amico.aspx?id2=990

Libero Pensatore - Stay hungry, stay foolish - Casa mia e cosa ci puoi trovare http://villafenice.blogspot.it
Torna all'inizio della Pagina

a_fenice
iNudisti Staff - Amministratore a_fenice@inudisti.

nuovo


Regione: Umbria
Prov.: Perugia
Città: città di castello


20561 Messaggi

Inserito il - 11/05/2017 : 23:32:01  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di a_fenice Invia a a_fenice un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
arystarko ha scritto:

ConteMax ha scritto:

Allora: qualcuno che pretenda di stare nudo ovunque c'è, ma si contano su una mano. Che Fenice lo abbia detto, non lo ho mai asserito.
Quello su cui invece sto puntando è che troppo spesso, anche in questa discussione, si mischia la nudità per diletto (sole, nuotata, benessere, convivialità) con la nudità in pubblico prettamente esibizionista o semplicemente di maleduczione.

Stare nudi su una spiaggia libera, sul balcone di casa o su un prato in montagna fuori dal grande passaggio, ha un senso e può essere accettato anche da non nudisti. Stare nudi a Venezia o Firenze o Palermo, non ha alcun senso e non fa altro che far indignare ancor di più la gente.
Il fatto che la tipa a Venezia abbia preso 3000 € di multa non significa affatto che sia stato multato il nudismo così come per il tizio nella fontana di Trevi. E' stata sanzionata una situazione che offende il comune senso del pudore sia per il nudo sia per l'oltraggio all'opera d'arte. io per primo mi indigno.

Non dimentichiamo che in provincia di Venezia era nata una delle prime spiagge naturiste ufficiali. Allora spogliamoci in spiaggia e usiamo un minimo di educazione a casa d'altri....vedremo che sarà più facile ottenere consensi.

Non sono per nulla d'accordo con chi dice di puntare a 100 per cercare d'ottenere 50 (fare scalpore per convincere i "benpensanti")


Questo mi sembra un falso problema. Non è che lo sviluppo del nudismo sia frenato dalla presenza di alcuni facinorosi estremisti che pretendano di andar nudi in città! (Francamente non credo che ce ne siano).

il "voler stare nudi ovunque" è di fatto una provocazione, più che una volontà reale.
Il principio è che il nudo, quando non legato a cose trasgressive, malate, ma normalmente e tranquillamente esposti, non dovrebbe dar adito a nulla, a nessuna azione di repressione o di scandalo.

Se cosi fosse, non metterebbe ansia uno nudo in giardino, in casa propria o al mare.
Ma neanche in visita al museo, perchè sarebbe uno, non mille.

Vedo che ognun, ovviamente, ha idee diverse.
Il "pretendere" di stare nudi si potrebbe chiamare : vorrei il diritto di poter stare come meglio credo, senza che ciò crei scandalo.

dire "stare nudi in città è di fondo una provocazione. Ma in città si starebbe nudi anche se nel proprio terrazzo giardinetto, ed ecco che scatta la stessa reprimenda.

Insomma, racchiudendosi solo nei forum specifici (quanti? uno? due?) o andando sempre e solamente all'estero, di fatto nulla trapela delle nostre esistenze.
Finiano solo sui giornali quando qualcuno, spesso straniero, viene beccato da qualche parte, e guarda caso il più delle volte è in spiaggia.

Dunque il vero problema non è la città, ma ciò che vorremmo, la spiaggia.
Io ritengo che più stiamo nascosti, meno avremo successo.
Cmq...ai posteri l'ardua sentenza: io a casa mia faccio come voglio, e ho questa fortuna...che pianga chi vive in città....



Max Pg- http://www.inudisti.it/it/amici/amico.aspx?id2=990

Libero Pensatore - Stay hungry, stay foolish - Casa mia e cosa ci puoi trovare http://villafenice.blogspot.it
Torna all'inizio della Pagina

Zeno
iNudistaffezionato

Zeno



266 Messaggi

Inserito il - 12/05/2017 : 00:55:56  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
[miozioeanto ha scritto:
Io invece penso esattamente il contrario.
Non è corretto "imporre" per legge il nudo ad una società che non lo accetta. E' la società che deve evolversi, accettare il nudo, e di conseguenza la legge dovrebbe poi assecondare il nuovo "sentimento comune".
Se questa evoluzione non ci sarà... pazienza, teniamoci su i costumi quando necessario.]

Penso che sia un circolo vizioso che vada interrotto. Se si interrompe dall'alto con una legge si formerà una mentalità nuova tra qualche anno ...come avverrà per le unioni omosessuali o come potrebbe succedere se legalizzassero marijuana e derivati. Non vedo come si possa interrompere dal basso, ossia con campagna mediatica, perché ai più l'argomento non interessa e a chi interessa non fa battaglie perché non è essenziale, come invece nel caso delle coppie gay. Badate che non entro in merito alle questioni, dico solo che se alla gente mischi il mazzo e dai altre carte, loro cambiano il modo di pensare. Tanto non c'è Giusto né da una parte, né dall'altra
Torna all'inizio della Pagina

Zeno
iNudistaffezionato

Zeno



266 Messaggi

Inserito il - 12/05/2017 : 00:57:43  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
p.s. mi son dimenticato come si quota
Torna all'inizio della Pagina

ConteMax
iNudistfedelissimo

zeus


Regione: Veneto
Prov.: Venezia
Città: Mestre


2740 Messaggi

Inserito il - 12/05/2017 : 09:33:40  Mostra Profilo Invia a ConteMax un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
a_fenice ha scritto:


Nel Salento non sono scozzesi come a Venezia



Spero sia una battuta buttata la, altrimenti rimango basito perchè è proprio questo tipo di chiusura mentale a chiudere anche l'accettazione del nudismo ed è proprio il titolo della discussione, estremismo.

Nel salento, le turiste erano in spiaggia, a Venezia erano in città. Direi che la differenza di situazione e luogo è abissale.
Prova ad andare in topless al lido di Venezia in spiaggia o al supermercato di Minori (costiera Amalfitana) e vediamo chi è più tollerante.

Stiamo facendo una politica contraria secondo me. Siccome c'è di mezzo il nudo, allora spada tratta, difendiamo la nudità comunque sia.
Ma se invece lasciassimo perdere il nudo e vedessimo il problema solamente di educazione e civiltà, non sarebbe più corretto?

Io vengo ospite a casa tua. Se mi spoglio nudo, tu sei un naturista e so che accetti di buon grado. Ma se invece che nudo vengo in mutande e canottiera sbrindellata, anfibi puzzolenti e ti scorreggio sul terrazzo, sinceramente un po' di fastidio non te lo da? Eppure, scusami ma cosa faccio d male? Non sono libero di stare in mutande? L'aria intestinale non l'abbiamo tutti?
E se invece siamo in giardino? Sicuramente te ne freghi delle mie mutande e degli anfibi (anche dell'aria...sicuramente).
Allora cosa cambia? La location, la situazione.

Le modelle di Venezia sarebbero state multate anche se fossero state vestite da Batman. Stavano facendo una cosa non autorizzata in casa d'altri. E' successo qualche tempo fa ad uno che saltava sulle balaustre dei ponti vestito da Batman. Multato e fatto cambiare d'abito.

Eppure, credimi, a Venezia non abbiamo nulla contro Batman. Anzi, avrai sentito parlare del carnevale di Venezia e avrai notato che nei contesti giusti siamo molto tolleranti.

Quindi, smettiamola di tirare in ballo il nudo ed il diritto, fossero state in spiaggia nessuno le avrebbe multate. E come Venezia, qualsiasi città non dedicata al turismo balneare deve essere rispettata.
Volete andare in giro in costume o con le tette fuori? Andate a all'Acquafan!
Venezia non è un parco a tema. Venezia è un'opera d'arte oltre che una città con della gente che ci abita.

non avere regole non è libertà. Libertà è non averne bisogno

Modificato da - ConteMax in data 12/05/2017 09:39:31
Torna all'inizio della Pagina

mizioeanto
iNudistfedele

MizioeAnto


Regione: Lazio
Prov.: Latina
Città: Latina


734 Messaggi

Inserito il - 12/05/2017 : 10:09:46  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di mizioeanto  Rispondi Quotando
Quoto Max ma rispondo anche a Zeno
a_fenice ha scritto:
Il principio è che il nudo, quando non legato a cose trasgressive, malate, ma normalmente e tranquillamente esposti, non dovrebbe dar adito a nulla, a nessuna azione di repressione o di scandalo.

E chi lo dice?
Una cosa crea o non crea scandalo indipendentemente da cosa dice la legge. Mi devo ripetere, ma è il sentimento comune che fa percepire una cosa come scandalosa o meno. Per te (e per me e spero per tutti qui) un nudo non è niente di male ne di scandaloso, anzi, è la cosa più normale del mondo. Per molti altri (in Italia purtroppo, a quanto pare, la maggioranza) lo è. Aboliamo questo sentimento per legge?

Guarda, ti faccio un altro esempio, per uscire dalla sfera sessuale.
In alcuni paesi e culture, è offensivo mostrare la pianta del piede o la suola delle scarpe, e se lo fai, rischi! Ora, direte, cosa c'è di male nel mostrare la parte inferiore dei piedi? Niente.. per noi. Ma nel loro "sentimento comune" ciò è considerato offensivo, e una legge come la nostra punirebbe (e di fatto punisce) questo gesto. Se per legge venisse detto loro che è consentito mostrare i piedi, pensate che la cosa venga vista diversamente?

Io, pur da non credente, provo fastidio a sentire le bestemmie. Da qualche anno il bestemmiare è stato depenalizzato. Pensate che mi dia meno fastidio?
Ora, per come la penso io, è corretto che sia la legge ad adeguarsi alla moralità percepita dalla popolazione, e non il contrario.

il nostro profilo sul sito è:
http://www.inudisti.it/it/amici/amico.aspx?id2=17814
Torna all'inizio della Pagina

Andrea vi
iNudistfedelissimo

husky


Regione: Italy


1687 Messaggi

Inserito il - 12/05/2017 : 10:30:13  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Andrea vi  Clicca per vedere l'indirizzo MSN di Andrea vi  Rispondi Quotando
Prova ad andare in topless al lido di Venezia in spiaggia o al supermercato di Minori (costiera Amalfitana) e vediamo chi è più tollerante.


da Il Gazzettino del 19/07/10 (l'articolo c'era anche su La Nuova dello stesso giorno)

Nudista sulla spiaggia sbagliata, denunciata al Lido
Lunedì 19 Luglio 2010,
Prendeva il sole completamente nuda sull'arenile della "Venezia Spiagge" in lungomare D'Annunzio al Lido. Una studentessa spagnola di 23 anni è stata denunciata a piede libero, venerdì intorno a mezzogiorno, per atti osceni in luogo pubblico e con questa denuncia tornerà in patria. Così si è conclusa la sua "performance" all'aperto. La scena ha attratto la curiosità di decine di bagnanti e il suo racconto ha fatto rapidamente il giro della spiaggia, dove, per ore, non si parlava d'altro. All'arrivo dei carabinieri la ragazza non ha battuto ciglio e si è difesa sostenendo di essere una convinta naturista e quindi di essere abituata a prendere il sole in quel modo, ma questo non le ha evitato il provvedimento. La studentessa, anzi, agli inviti di ricomporsi si è stupefatta di tanto clamore: prendere il sole così per lei era cosa del tutto normale. Qualcuno ha chiesto l'intervento della sicurezza della spiaggia: i vigilantes hanno chiesto alla donna di ricomporsi, ma lei non voleva sentirne ragione, quindi è scattata la telefonata al "112".

life is like yoyo,luck is just a given up go! go!
Torna all'inizio della Pagina

maurobuio
iNudistaffezionato

Mauro Buio


Regione: Veneto
Prov.: Verona
Città: san giovanni lupatoto


575 Messaggi

Inserito il - 12/05/2017 : 11:48:52  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Se in una qualsiasi città ce il divieto di girare senza maglietta ok, fin qui tutti d'accordo, ce il DIVIETO.....
Mi ripeto, allora anche le donne devono girare con una maglietta e non con delle canottiere e minigonne mozzafiato.
Sappiamo tutti che, non sarà mai possibile girare completamente nudi in qualsiasi luogo, a parte quelli autorizzati, perciò stiamo discutendo del nulla.
Torna all'inizio della Pagina

ConteMax
iNudistfedelissimo

zeus


Regione: Veneto
Prov.: Venezia
Città: Mestre


2740 Messaggi

Inserito il - 12/05/2017 : 12:04:03  Mostra Profilo Invia a ConteMax un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Andrea vi ha scritto:

Prova ad andare in topless al lido di Venezia in spiaggia o al supermercato di Minori (costiera Amalfitana) e vediamo chi è più tollerante.


da Il Gazzettino del 19/07/10 (l'articolo c'era anche su La Nuova dello stesso giorno)

Nudista sulla spiaggia sbagliata, denunciata al Lido
Lunedì 19 Luglio 2010,
Prendeva il sole completamente nuda sull'arenile della "Venezia Spiagge" in lungomare D'Annunzio al Lido. Una studentessa spagnola di 23 anni è stata denunciata a piede libero, venerdì intorno a mezzogiorno, per atti osceni in luogo pubblico e con questa denuncia tornerà in patria. Così si è conclusa la sua "performance" all'aperto. La scena ha attratto la curiosità di decine di bagnanti e il suo racconto ha fatto rapidamente il giro della spiaggia, dove, per ore, non si parlava d'altro. All'arrivo dei carabinieri la ragazza non ha battuto ciglio e si è difesa sostenendo di essere una convinta naturista e quindi di essere abituata a prendere il sole in quel modo, ma questo non le ha evitato il provvedimento. La studentessa, anzi, agli inviti di ricomporsi si è stupefatta di tanto clamore: prendere il sole così per lei era cosa del tutto normale. Qualcuno ha chiesto l'intervento della sicurezza della spiaggia: i vigilantes hanno chiesto alla donna di ricomporsi, ma lei non voleva sentirne ragione, quindi è scattata la telefonata al "112".


Vorresti insinuare che ha ragione la ragazza? C'è scritto: "nudista sulla spiaggia sbagliata", quindi ha sbagliato.
Oppure torniamo al mio discorso di prima. Si parla di nudo e quindi difendiamo a prescindere.

Fosse stata vestita ma con un pastore tedesco al guinzaglio? Avremmo datoragione comunque?

non avere regole non è libertà. Libertà è non averne bisogno
Torna all'inizio della Pagina

ConteMax
iNudistfedelissimo

zeus


Regione: Veneto
Prov.: Venezia
Città: Mestre


2740 Messaggi

Inserito il - 12/05/2017 : 12:13:54  Mostra Profilo Invia a ConteMax un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
maurobuio ha scritto:

Se in una qualsiasi città ce il divieto di girare senza maglietta ok, fin qui tutti d'accordo, ce il DIVIETO.....
Mi ripeto, allora anche le donne devono girare con una maglietta e non con delle canottiere e minigonne mozzafiato.
Sappiamo tutti che, non sarà mai possibile girare completamente nudi in qualsiasi luogo, a parte quelli autorizzati, perciò stiamo discutendo del nulla.


Perdonami ma non stiamo discutendo del nulla.
Stiamo discutendo sulla nudità e se sia lecita o meno e se in quanto nudisti, la dobbiamo difendere a prescindere, qualsiasi sia il contesto e l situazione.

Per il vestiario femminile, culturalmente una donna in canottiera e pantaloncini è elegante, un uomo è buzzurro.
Una donna può entrare in chiesa col cappello un uomo no a meno che non faccia parte di una divisa. Però la donna non può entrare in canottiera. In pantaloncini si, un uomo no a meno che non sia una chiesa di una località balneare..
Vogliamo cambiare anche la cultura? Ok, ma non sarà così immediato.

Nessuno credo pretenda di girare nudo in città. Però non si deve difendere chi gira in costume o a torso nudo. Ne nudo ne in costume. Altrove, si al costume e (qui si che ci si deve battere) anche si al nudo.


non avere regole non è libertà. Libertà è non averne bisogno

Modificato da - ConteMax in data 12/05/2017 12:15:39
Torna all'inizio della Pagina

pan
iNudistaffezionato


Regione: Piemonte
Prov.: Verbano-Cusio-Ossola


409 Messaggi

Inserito il - 12/05/2017 : 12:25:09  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
ConteMax ha scritto:

Andrea vi ha scritto:

Prova ad andare in topless al lido di Venezia in spiaggia o al supermercato di Minori (costiera Amalfitana) e vediamo chi è più tollerante.


da Il Gazzettino del 19/07/10 (l'articolo c'era anche su La Nuova dello stesso giorno)

Nudista sulla spiaggia sbagliata, denunciata al Lido
Lunedì 19 Luglio 2010,
Prendeva il sole completamente nuda sull'arenile della "Venezia Spiagge" in lungomare D'Annunzio al Lido. Una studentessa spagnola di 23 anni è stata denunciata a piede libero, venerdì intorno a mezzogiorno, per atti osceni in luogo pubblico e con questa denuncia tornerà in patria. Così si è conclusa la sua "performance" all'aperto. La scena ha attratto la curiosità di decine di bagnanti e il suo racconto ha fatto rapidamente il giro della spiaggia, dove, per ore, non si parlava d'altro. All'arrivo dei carabinieri la ragazza non ha battuto ciglio e si è difesa sostenendo di essere una convinta naturista e quindi di essere abituata a prendere il sole in quel modo, ma questo non le ha evitato il provvedimento. La studentessa, anzi, agli inviti di ricomporsi si è stupefatta di tanto clamore: prendere il sole così per lei era cosa del tutto normale. Qualcuno ha chiesto l'intervento della sicurezza della spiaggia: i vigilantes hanno chiesto alla donna di ricomporsi, ma lei non voleva sentirne ragione, quindi è scattata la telefonata al "112".


Vorresti insinuare che ha ragione la ragazza? C'è scritto: "nudista sulla spiaggia sbagliata", quindi ha sbagliato.




Io credo l'articolo citato sia stato riportato per farci notare il livello di REPRESSIONE degli ultim idecenni (dopo i 60/70 per intenderci) e che comincia in spiaggia, ovvero dove dovrebbe essere normale per un paese evoluto (ok, non lo siamo) starsene anche nudi.

La REPRESSIONE è collettiva ed è fomentata da qualcosa di ancora più ORRENDO che si chiama DELAZIONE.

Poi possiamo anche discutere più amabilmente se la ragazza spagnola dovessere aver un po' più di attenzione, etc...

Ma la cosa TERRIBILE è il tranbusto che s'innesca in spiaggia (ben descritto dall'articolo) se una donna si mette nuda, un trambusto alimentato dalla sessuofobia panica che attizza e aizza la gente come al tempo della caccia alle streghe.
Torna all'inizio della Pagina

dingopino
iNudistfedelissimo

con faccia

Prov.: Lucca


1340 Messaggi

Inserito il - 12/05/2017 : 12:52:03  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Per me si mischiano due discussioni che solo a prima vista centrano insieme. Il topless o il uomo senza maglietta per me non e una persona nudo. Intanto e interessante la discussione sulla opportunità di girare senza maglietta nei vari posti comuni ma e una discussione che non centra con la autorizzazione o meno del nudismo nelle spiagge o nei monti.
Io credo come tanti di voi che ci sono pochi che pretendano la libertà di spogliarsi nei luoghi affollati o più in generale in città nel pubblico.
Magari una parola in più su quello che si chiama luogo pubblico si dovrebbe discutere, visto che per me e per altri un luogo pubblico non e il mio terrazzo o giardino. Se non e messo cosi che invita proprio a tutti di guardare dentro. Se invece e discretamente schermato ma comunque visibile lo ritengo luogo privato che nessuno deve guardare dentro e se o fa sono cavoli suoi. Io credo che questo vale anche per la macchina, ma queste cose penso perché sono nato e cresciuto in una società che ragiona cosi. ( ma prima che qualcuno me lo spiega, so benissimo che qui e diverso e purtroppo viene difeso chi guarda nella proprietà mia, se sono visibile mentre esco dalla doccia)
Io penso che non si può imporre il nudo da per tutto e credo che si dovrebbe andare avanti gradualmente. Con la spiaggia il giardino i luoghi lontani dalla civilizzazione tipo monti e prati abbastanza fuori dalle via più battute. Certo in casa anche se non ho le tende pretendo di poter stare nudo anche se si può guardare dentro magari con il binocolo.
Quando parlo con le mie amici tessili e dico che mi piace fare le caminate nei monti nudo lo capiscono tutti e qualcuno dice che lo farebbe anche lui se solo non avesse vergogna. Non mi viene neanche in mente di dire la stessa cosa per una camminata in centro, conosco gia la reazione. Ma per il mio orto avrei i consensi anche se qualcuno puo vedere dentro.

nudo e semplicemente bello suocio A.N.ITA
Torna all'inizio della Pagina

arystarko
iNudistamico


Regione: Sicilia


165 Messaggi

Inserito il - 12/05/2017 : 14:03:02  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
a_fenice ha scritto:

pan ha scritto:

a_fenice ha scritto:

pan ha scritto:

Sinceramente credo che le multe iperboliche siano una tattica per contrastare la rivoluzione sessuale in atto.



forse, ma i due articoli in merito, depenalizzati, sono solo una minimissima parte di tutto il malloppo gettato nella depenalizzazione.



non ho capito, scusa. le due turiste svedesi nude in spiaggia non sono state multate?
no, il sindaco ha detto che bisogna anzi creare luoghi in cui è permesso

Nel Salento non sono scozzesi come a Venezia





Il Salento non c'entra niente con la costiera amalfitana
Torna all'inizio della Pagina

arystarko
iNudistamico


Regione: Sicilia


165 Messaggi

Inserito il - 12/05/2017 : 14:09:10  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
ConteMax ha scritto:

maurobuio ha scritto:

Se in una qualsiasi città ce il divieto di girare senza maglietta ok, fin qui tutti d'accordo, ce il DIVIETO.....
Mi ripeto, allora anche le donne devono girare con una maglietta e non con delle canottiere e minigonne mozzafiato.
Sappiamo tutti che, non sarà mai possibile girare completamente nudi in qualsiasi luogo, a parte quelli autorizzati, perciò stiamo discutendo del nulla.


Perdonami ma non stiamo discutendo del nulla.
Stiamo discutendo sulla nudità e se sia lecita o meno e se in quanto nudisti, la dobbiamo difendere a prescindere, qualsiasi sia il contesto e l situazione.

Per il vestiario femminile, culturalmente una donna in canottiera e pantaloncini è elegante, un uomo è buzzurro.
Una donna può entrare in chiesa col cappello un uomo no a meno che non faccia parte di una divisa. Però la donna non può entrare in canottiera. In pantaloncini si, un uomo no a meno che non sia una chiesa di una località balneare..
Vogliamo cambiare anche la cultura? Ok, ma non sarà così immediato.

Nessuno credo pretenda di girare nudo in città. Però non si deve difendere chi gira in costume o a torso nudo. Ne nudo ne in costume. Altrove, si al costume e (qui si che ci si deve battere) anche si al nudo.




La chiami cultura? Bene. Allora la nostra cultura dice anche che in tutte le spiagge si sta col costume da bagno!

Torna all'inizio della Pagina

pan
iNudistaffezionato


Regione: Piemonte
Prov.: Verbano-Cusio-Ossola


409 Messaggi

Inserito il - 12/05/2017 : 14:25:38  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
dingopino ha scritto:

Per me si mischiano due discussioni che solo a prima vista centrano insieme. Il topless o il uomo senza maglietta per me non e una persona nudo. Intanto e interessante la discussione sulla opportunità di girare senza maglietta nei vari posti comuni ma e una discussione che non centra con la autorizzazione o meno del nudismo nelle spiagge o nei monti.
Io credo come tanti di voi che ci sono pochi che pretendano la libertà di spogliarsi nei luoghi affollati o più in generale in città nel pubblico.
Magari una parola in più su quello che si chiama luogo pubblico si dovrebbe discutere, visto che per me e per altri un luogo pubblico non e il mio terrazzo o giardino. Se non e messo cosi che invita proprio a tutti di guardare dentro. Se invece e discretamente schermato ma comunque visibile lo ritengo luogo privato che nessuno deve guardare dentro e se o fa sono cavoli suoi. Io credo che questo vale anche per la macchina, ma queste cose penso perché sono nato e cresciuto in una società che ragiona cosi. ( ma prima che qualcuno me lo spiega, so benissimo che qui e diverso e purtroppo viene difeso chi guarda nella proprietà mia, se sono visibile mentre esco dalla doccia)
Io penso che non si può imporre il nudo da per tutto e credo che si dovrebbe andare avanti gradualmente. Con la spiaggia il giardino i luoghi lontani dalla civilizzazione tipo monti e prati abbastanza fuori dalle via più battute. Certo in casa anche se non ho le tende pretendo di poter stare nudo anche se si può guardare dentro magari con il binocolo.
Quando parlo con le mie amici tessili e dico che mi piace fare le caminate nei monti nudo lo capiscono tutti e qualcuno dice che lo farebbe anche lui se solo non avesse vergogna. Non mi viene neanche in mente di dire la stessa cosa per una camminata in centro, conosco gia la reazione. Ma per il mio orto avrei i consensi anche se qualcuno puo vedere dentro.



Mi permetto di commentare ancora, dato che tocchi un argomento fondamentale.

il concetto di Luogo Pubblico è una di quelle rogne che rende possibili sanzioni immotivate con tariffe allucinate.

la delazione di cui dicevo viene spesso esercitata dai sessuofobi e dai puritani appunto identificando quello che è un luogo appartato in natura o addirittura in propietà privata (automobile, tenda o camper compresi) come luogo potenzialmente visitabile da chichessia o raggiungibile dagli occhi di chichessia. E la legge dà loro ragione.

Quanto al topless, se non passa quello non può certo passare il pube.
E se il topless passa a fatica il pube rimane un tabù.

Abbattendo il tabù del topless femminile faremmo un grande passo in avanti. Perché è un tabù legato al sesso e al sessismo.

Dove un uomo sta a petto nudo non sempre una donna può fare altrettanto.
...Se ci avessi le tette farei un putiferio......

Invece pare siano proprio per prime le donne a mazzolare le loro simili quando osano il topless.

Su questo siamo regrediti parecchio.

ps
l'Italia è stata migliore di come è ridotta oggi

Modificato da - pan in data 12/05/2017 14:28:21
Torna all'inizio della Pagina

maurobuio
iNudistaffezionato

Mauro Buio


Regione: Veneto
Prov.: Verona
Città: san giovanni lupatoto


575 Messaggi

Inserito il - 12/05/2017 : 17:46:31  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
ConteMax ha scritto:

maurobuio ha scritto:

Se in una qualsiasi città ce il divieto di girare senza maglietta ok, fin qui tutti d'accordo, ce il DIVIETO.....
Mi ripeto, allora anche le donne devono girare con una maglietta e non con delle canottiere e minigonne mozzafiato.
Sappiamo tutti che, non sarà mai possibile girare completamente nudi in qualsiasi luogo, a parte quelli autorizzati, perciò stiamo discutendo del nulla.


Perdonami ma non stiamo discutendo del nulla.
Stiamo discutendo sulla nudità e se sia lecita o meno e se in quanto nudisti, la dobbiamo difendere a prescindere, qualsiasi sia il contesto e l situazione.

Per il vestiario femminile, culturalmente una donna in canottiera e pantaloncini è elegante, un uomo è buzzurro.
Una donna può entrare in chiesa col cappello un uomo no a meno che non faccia parte di una divisa. Però la donna non può entrare in canottiera. In pantaloncini si, un uomo no a meno che non sia una chiesa di una località balneare..
Vogliamo cambiare anche la cultura? Ok, ma non sarà così immediato.

Nessuno credo pretenda di girare nudo in città. Però non si deve difendere chi gira in costume o a torso nudo. Ne nudo ne in costume. Altrove, si al costume e (qui si che ci si deve battere) anche si al nudo.



Sono d'accordo su quasi tutto quello che hai scritto.
Mi scoccia la differenza di trattamento tra uomo e donna.
Donna mezza nuda si, uomo no
Torna all'inizio della Pagina

maurobuio
iNudistaffezionato

Mauro Buio


Regione: Veneto
Prov.: Verona
Città: san giovanni lupatoto


575 Messaggi

Inserito il - 12/05/2017 : 17:49:57  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
dingopino ha scritto:

Per me si mischiano due discussioni che solo a prima vista centrano insieme. Il topless o il uomo senza maglietta per me non e una persona nudo. Intanto e interessante la discussione sulla opportunità di girare senza maglietta nei vari posti comuni ma e una discussione che non centra con la autorizzazione o meno del nudismo nelle spiagge o nei monti.
Io credo come tanti di voi che ci sono pochi che pretendano la libertà di spogliarsi nei luoghi affollati o più in generale in città nel pubblico.
Magari una parola in più su quello che si chiama luogo pubblico si dovrebbe discutere, visto che per me e per altri un luogo pubblico non e il mio terrazzo o giardino. Se non e messo cosi che invita proprio a tutti di guardare dentro. Se invece e discretamente schermato ma comunque visibile lo ritengo luogo privato che nessuno deve guardare dentro e se o fa sono cavoli suoi. Io credo che questo vale anche per la macchina, ma queste cose penso perché sono nato e cresciuto in una società che ragiona cosi. ( ma prima che qualcuno me lo spiega, so benissimo che qui e diverso e purtroppo viene difeso chi guarda nella proprietà mia, se sono visibile mentre esco dalla doccia)
Io penso che non si può imporre il nudo da per tutto e credo che si dovrebbe andare avanti gradualmente. Con la spiaggia il giardino i luoghi lontani dalla civilizzazione tipo monti e prati abbastanza fuori dalle via più battute. Certo in casa anche se non ho le tende pretendo di poter stare nudo anche se si può guardare dentro magari con il binocolo.
Quando parlo con le mie amici tessili e dico che mi piace fare le caminate nei monti nudo lo capiscono tutti e qualcuno dice che lo farebbe anche lui se solo non avesse vergogna. Non mi viene neanche in mente di dire la stessa cosa per una camminata in centro, conosco gia la reazione. Ma per il mio orto avrei i consensi anche se qualcuno puo vedere dentro.


questo più o meno è quello che penso anch'io.
Torna all'inizio della Pagina

ConteMax
iNudistfedelissimo

zeus


Regione: Veneto
Prov.: Venezia
Città: Mestre


2740 Messaggi

Inserito il - 12/05/2017 : 19:33:23  Mostra Profilo Invia a ConteMax un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
E anch'io la penso così.

Per il vestiario....ma quanto bello sarebbe andare al matrimonio di fine Luglio dell'amico in canottiera e bermuda anzichè completo in misto lana e cravatta.....con 40 gradi e ta moglie con 22 grammi di tessuto addosso e tutti che le dicono: " ma sei un amoreeeee....ma come stai bene con sto vestito....risalta l'abbronzatura!!" Tu intanto ti stai sciogliendo.....

non avere regole non è libertà. Libertà è non averne bisogno
Torna all'inizio della Pagina

maurobuio
iNudistaffezionato

Mauro Buio


Regione: Veneto
Prov.: Verona
Città: san giovanni lupatoto


575 Messaggi

Inserito il - 12/05/2017 : 19:56:47  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Per fortuna non si sposa più nessuno
Torna all'inizio della Pagina

dingopino
iNudistfedelissimo

con faccia

Prov.: Lucca


1340 Messaggi

Inserito il - 12/05/2017 : 21:13:40  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
La cravatta neanche quando mi sono sposato

nudo e semplicemente bello suocio A.N.ITA
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 11 Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
Pagina Precedente | Pagina Successiva
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
Forum de iNudisti © 2006 / 2015 iNudisti Torna all'inizio della Pagina
Snitz Forums 2000